Antipasto di peperoni

Antipasto di peperoni

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • erba cipollina (2 cucchiai tritata e qualche filo per guarnire)
  • 160 gr di tonno sott’olio
  • una manciata di capperi sotto sale
  • 2 cucchiai di maionese
  • 200 gr di robiola
  • sale q.b.

Preparazione:

Lavate e asciugate i peperoni, adagiateli su una teglia coperta con carta da forno e metteteli ad arrostire per circa 20 minuti nel forno già caldo a 250°, quando saranno ben arrostiti estraeteli dal forno e poneteli dentro ad un sacchetto di plastica ben chiuso, dove li lascerete per circa 15 min. Dopodichè potrete estrarli e spellarli, stando attenti a non romperli.

Ricavate dai peperoni 8 falde (dividete ogni peperone in 4 parti) eliminando i semi e i filamenti bianchi interni.

Disponete le falde su di un piatto e cospargeteli con un pizzico di sale.

Farcite una parte di peperoni con il composto di maionese, tonno e capperi che avrete precedentemente frullato (ricordate di sciacquare per bene i capperi per eliminare il sale) e l’altra parte con la robiola, alla quale avrete unito i due cucchiai di erba cipollina tritata.

Mettete i peperoni su di un piatto da portata e guarnite a piacere.

Spezzatini di vitello a modo mio

spezzatino

Ingredienti:

  • 1 kg di spezzatini di vitello
  • 1 carota
  • 2 gambi di sedano
  • 1 cipolla media
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 1 dado per  brodo
  • 3 cucchiai di passato di pomodoro
  • un bicchierino di latte
  • sale q.b.
  • spezie per arrosti q.b.
  • farina q.b.
  • olio d’oliva q.b.

11032013776

Preparazione:

In una pentola capiente (io per spezzatini e arrosti utilizzo la pentola a pressione) fate soffriggere in un po’ di olio la cipolla, il sedano e la carota finemente tritati; quando il trito sarà ben appassito unitevi la carne,

1103201377711032013778

e fatela colorire leggermente rivoltandola con un cucchiaio di legno.

Quindi salate, aromatizzate con le spezie per arrosti, aggiungete il dato, il bicchierino di latte, il passato di pomodoro, irrorate con il bicchiere di vino e lasciate evaporare.

Se decidete di cuocere gli spezzatini in pentola a pressione, chiudete la pentola e dal momento in cui inizierà a fischiare lasciate andare lo spezzatino per circa 45 min. a fuoco lento.

Se non amate utilizzare questo tipo di pentola, potete fare cuocere lo spezzatino lentamente per circa 1 ora e 45/2 0re  in una pentola antiaderente coprendola con un coperchio e rimestando di tanto in tanto e aggiungendo un pochino di acqua o brodo di carne nel caso in cui dovesse asciugarsi troppo.

Trascorso il tempo di cottura se utilizzate la pentola a pressione aprite la valvola, lasciate sfiatare e dopo un po’ aprite il coperchio.

Se il sughetto dello spezzatino dovesse risultare troppo liquido, rimettete sul fuoco ad addensare aggiungendo un cucchiaio scarso di farina e rimestando affinchè non si formino grumi.

Servite caldo con contorno a piacere, io personalmente con lo spezzatino amo la polenta quindi …..

Spezzatini con polenta

Per la polenta:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di farina gialla
  • sale

Preparazione:

Per la preparazione della polenta ci vorrebbe il classico paiolo di rame non stagnato, il bastone lungo di legno e un bel fuoco … di legna! Poichè questo è abbastanza difficile da avere, specie nelle case cittadine, vedremo come è possibile ottenere una buona polenta anche sul fornello a gas.

Mettete nel paiolo, o in altro recipiente adatto alla cottura della polenta (preferibilmente di acciaio o di tipo antiaderente), un litro e mezzo circa di acqua (la quantita di liquido è difficile da precisare perchè molto dipende anche dal tipo di farina che può essere a grana grossa o fine, tuttavia si può calcolare una dose di circa 350 gr per ogni 100 gr di farina); portatela a ebollizione, salate

20130311_194239

e cominciate a versarvi a pioggia la farina, in piccole quantità e continuando a mescolare con un lungo cucchiaio di legno. Fate bene attenzione a non formare grumi. Cuocete la polenta per circa 50 min. (se possibile anche un’ora), mescolando ripetutamente.

20130311_194439

Rovesciatela sul tagliere, copritela con un tovagliolo e lasciatela riposare per 5 minuti prima di servirla.

20130311_195027

p.s. Visto che il tempo è sempre poco o se non avete voglia di girare per un’ora la polenta, va benissimo anche la polenta istantanea 😛