Riflessioni in cucina

Non so voi, ma per me cucinare è anche un modo per rilassarmi, riflettere e pensare.

Oggi infatti pensavo ….. : “Perchè mi piace cucinare?” Voi ve lo siete mai chiesto?

Con due bimbi piccoli a cui badare e mille faccende da sbrigare non è facile ritagliarsi un attimo di tempo e la cucina per me è un po’ un “oasi rigenerante”, anche se attorno c’è il caos, riesco comunque a tenere tutto a bada. Certo cucinare in totale relax è tutta un’altra storia, ma questa è la mia vita e ne sono orgogliosa.

In genere pretendo davvero molto, (forse troppo) da me stessa, anche se mi sento stanca non mollo mai, se c’è un attimo in cui potrei riposare, non lo faccio e ……. o riordino o cucino. Sarò forse folle, ma è più forte di me e mi rendo conto che i momenti in cui mi sono dedicata di più alla cucina, sono proprio i momenti in cui non potevo far altro che dimostrare le mie virtù in questo modo.

Diciamo che cucino per “sentirmi bene”, si perchè ho bisogno di avere sempre degli obbiettivi, ho bisogno di sentirmi sempre orgogliosa di me stessa e rendere orgogliose di me le persone a cui voglio bene.

Lavorando fuori casa si hanno più opportunità per sentirsi gratificati, ma visto che in questo momento per me non è possibile, faccio comunque di tutto per dare il meglio di me in ogni mio compito.

P.s.: Mi perdonerà chi di voi sa scrivere bene e raccontare vicende interessanti, io sicuramente mi esprimo meglio in cucina 🙂

Buona notte e buon week and a tutti e se vi va ci rivediamo domani, con una nuova e dolce ricetta.