Peperoncini piccanti ripieni di tonno, acciughe e capperi

Questo è il periodo delle sagre e delle feste di paese e proprio l’altra sera sono andata alla sagra del peperone a Carmagnola (un paese qui dalle mie parti) e quando ho visto i peperoncini tondi, non ho saputo resistere alla tentazione di acquistarli.

Questa è una di quelle ricette che (almeno per me) quando inizi a preparare ti domandi … :”Ma chi me l’ha fatto fare?!” Si, perchè quando pulisci il primo peperoncino ti rendi conto di tutto il lavoro che ti aspetta 😦

Ma visto che sono sadica, tornassi indietro lo rifarei e sicuramente li rifarò, perchè danno certamente molto lavoro, ma credetemi che il risultato ripaga tutta la fatica fatta, perchè sono eccezzionali! 🙂

L’unica accortezza (se decidete di cimentarvi nell’impresa) è quella di pulirli rigorosamente con dei guanti a meno che vogliate trovarvi con delle mani “infuocate” ed io la prossima volta mi munirò anche di mascherina, perchè ad un certo punto ho iniziato a tossire e starnutire come una pazza.

Cosa non si fa per viziare il palato e il marito 😉

20130907_155243

Ingredienti per 3 barattoli da 500 ml:

  • 1 kg di peperoncini tondi piccanti
  • Olio 600 ml circa

Ingredienti per il ripieno:

  • 8 filetti di acciughe sott’olio
  • 4 cucchiai di capperi sott’aceto
  • 400 gr di tonno sott’olio (sgocciolato)

Ingredienti per la cottura dei peperoncini:

  • 500 ml di aceto di vino bianco
  • 500 ml di vino bianco
  • 4 foglie di alloro
  • 12 grani di pepe misto
  • 1 cucchiaio di origano
  • 6 bacche di ginepro
  • 6 chiodi di garofano
  • sale q.b.

Preparazione:

Lavate i peperoncini piccanti,

20130906_203801

togliete il picciolo con l’aiuto di un coltello e con il manico di un cucchiaino scavateli e svuotateli completamente.

20130906_221823

Versate in una casseruola il vino bianco, l’aceto e aggiungete le spezie e il sale, poi portate il tutto a ebollizione

20130906_225459

al primo bollore, buttateci dentro i peperoncini e fateli cuocere per 3-4 minuti a fuoco dolce,

20130906_230204

poi scolateli e poneteli capovolti su di un canovaccio pulito (o carta assorbente da cucina) ad asciugare per alcune ore (i peperoncini devono essere molto asciutti, perché più asciutti saranno e più si conserveranno), meglio se per tutta una notte.

20130906_230904

Preparate il ripieno dei peperoncini, ponendo in un mixer il tonno, i capperi e le acciughe;

20130907_143045

usate il mixer solo per qualche istante, giusto il tempo che serva affinchè gli ingredienti si amalgamino, facendo attenzione però che il tonno non perda la sua fibra diventando cremoso.

Togliete il composto e ponetelo in una ciotola e amalgamatelo per bene.

20130907_143436

Con l’aiuto di un piccolo cucchiaino, riempite i peperoncini uno ad uno.

20130907_151359
Prendete dei vasetti sterilizzati e riempiteli con i peperoncini ripieni, avendo cura di posizionarli ben dritti con la parte bucata verso l’alto;

20130907_152508

riempite i vasetti di olio fino a coprirli completamente,

20130907_152914

poi tappateli e poneteli in un luogo fresco, asciutto e buio.

20130907_154116

I peperoncini piccanti ripieni di tonno acciughe e capperi, se ben conservati, si mantengono anche per un anno.

P.s.: Credo che noi li finiremo molto prima 😉

Annunci

5 thoughts on “Peperoncini piccanti ripieni di tonno, acciughe e capperi

  1. Bellissimi complimenti !!!!!
    Li ho fatti anch’io come te ma dopo poco aprendo il vaso l’olio bolliva e ho capito che erano andati a male hanno fermentato. Forse non li ho fatti asciugare bene?
    Un caro saluto 😄

    Mi piace

    • Ciao Nadia, grazie per la visita e per i complimenti 🙂 In effetti questi peperoncini sono ottimi, ma come tutte le conserve basta un minimo errore per mandare tutto il nostro lavoro in fumo 😦 Sicuramente il fatto di farli asciugare bene può essere un punto a favore, inoltre bisogna fare attenzione che tutti i peperoncini siano ben coperti dall’olio e nessuno fuoriesca e fare in modo (prima di chiudere i barattoli) di eliminare tutte le bolle d’aria, magari adagiandoci sopra i coperchi: in questo modo se ci saranno ancora bolle d’aria, verranno a galla e chiuderli in un secondo tempo. Utilizzate tutte queste accortezze, non dovrebbero esserci problemi. Poi ci vuole anche un po’ di fortuna 🙂 Spero che la prossima volta che li farai andrà meglio. Ciao ciao buona giornata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...