Sformatino del buongustaio

Questo è un piatto che trovo delizioso e nella sua semplicità fa un gran bel figurone 🙂

Gli sformatini di queste dimensioni hanno un bell’aspetto e sono porzioni perfette per grandi e piccini.
Sono cotti in forno a bagnomaria e restano meravigliosamente soffici.

20130523_195513

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzetto di asparagi
  • 100 gr di panna fresca
  • 100 gr di petto di pollo lessato
  • 1 albume
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • sale q.b.
  • burro q.b.
  • pangrattato q.b.

Preparazione:

Pulite gli asparagi, lavateli, lessateli in abbondante acqua salata e tenete da parte le punte.

20130523_182808

Tagliateli a pezzetti

20130523_184547

Tagliate a tocchetti anche il petto di pollo lessato e leggermente salato (io lo cuocio in una padella antiaderente senza condimento)

20130523_184705

Frullate gli asparagi ed il petto di pollo

20130523_184947

Unite ora la panna, il parmigiano e l’albume montato a neve ben ferma

20130523_190016

Distribuite il composto in 4 stampini imburrati e cosparsi di pangrattato.

20130523_190625

20130523_190839

Cuoceteli a bagnomaria in forno a 190° per circa 30 minuti

20130523_194835

Sformateli e serviteli decorati con le punte di asparagi.

Peperoncini piccanti ripieni di tonno, acciughe e capperi

Questo è il periodo delle sagre e delle feste di paese e proprio l’altra sera sono andata alla sagra del peperone a Carmagnola (un paese qui dalle mie parti) e quando ho visto i peperoncini tondi, non ho saputo resistere alla tentazione di acquistarli.

Questa è una di quelle ricette che (almeno per me) quando inizi a preparare ti domandi … :”Ma chi me l’ha fatto fare?!” Si, perchè quando pulisci il primo peperoncino ti rendi conto di tutto il lavoro che ti aspetta 😦

Ma visto che sono sadica, tornassi indietro lo rifarei e sicuramente li rifarò, perchè danno certamente molto lavoro, ma credetemi che il risultato ripaga tutta la fatica fatta, perchè sono eccezzionali! 🙂

L’unica accortezza (se decidete di cimentarvi nell’impresa) è quella di pulirli rigorosamente con dei guanti a meno che vogliate trovarvi con delle mani “infuocate” ed io la prossima volta mi munirò anche di mascherina, perchè ad un certo punto ho iniziato a tossire e starnutire come una pazza.

Cosa non si fa per viziare il palato e il marito 😉

20130907_155243

Ingredienti per 3 barattoli da 500 ml:

  • 1 kg di peperoncini tondi piccanti
  • Olio 600 ml circa

Ingredienti per il ripieno:

  • 8 filetti di acciughe sott’olio
  • 4 cucchiai di capperi sott’aceto
  • 400 gr di tonno sott’olio (sgocciolato)

Ingredienti per la cottura dei peperoncini:

  • 500 ml di aceto di vino bianco
  • 500 ml di vino bianco
  • 4 foglie di alloro
  • 12 grani di pepe misto
  • 1 cucchiaio di origano
  • 6 bacche di ginepro
  • 6 chiodi di garofano
  • sale q.b.

Preparazione:

Lavate i peperoncini piccanti,

20130906_203801

togliete il picciolo con l’aiuto di un coltello e con il manico di un cucchiaino scavateli e svuotateli completamente.

20130906_221823

Versate in una casseruola il vino bianco, l’aceto e aggiungete le spezie e il sale, poi portate il tutto a ebollizione

20130906_225459

al primo bollore, buttateci dentro i peperoncini e fateli cuocere per 3-4 minuti a fuoco dolce,

20130906_230204

poi scolateli e poneteli capovolti su di un canovaccio pulito (o carta assorbente da cucina) ad asciugare per alcune ore (i peperoncini devono essere molto asciutti, perché più asciutti saranno e più si conserveranno), meglio se per tutta una notte.

20130906_230904

Preparate il ripieno dei peperoncini, ponendo in un mixer il tonno, i capperi e le acciughe;

20130907_143045

usate il mixer solo per qualche istante, giusto il tempo che serva affinchè gli ingredienti si amalgamino, facendo attenzione però che il tonno non perda la sua fibra diventando cremoso.

Togliete il composto e ponetelo in una ciotola e amalgamatelo per bene.

20130907_143436

Con l’aiuto di un piccolo cucchiaino, riempite i peperoncini uno ad uno.

20130907_151359
Prendete dei vasetti sterilizzati e riempiteli con i peperoncini ripieni, avendo cura di posizionarli ben dritti con la parte bucata verso l’alto;

20130907_152508

riempite i vasetti di olio fino a coprirli completamente,

20130907_152914

poi tappateli e poneteli in un luogo fresco, asciutto e buio.

20130907_154116

I peperoncini piccanti ripieni di tonno acciughe e capperi, se ben conservati, si mantengono anche per un anno.

P.s.: Credo che noi li finiremo molto prima 😉

Zucchine all’olio

Ecco delle fresche e stuzzicanti zucchine che spesso ho cucinato in questo periodo estivo.

Si conservano bene per più giorni in frigorifero e sono ideali quando fa caldo e si ha più voglia di stare all’aperto che ai fornelli 🙂

20130613_191103

Ingredienti:

  • 4 grosse zucchine verdi
  • 1 bicchiere di olio di mais
  • 1 bicchiere di aceto bianco
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 spicchio di aglio
  • circa 1/2 litro d’olio d’oliva
  • peperoncino q.b.

(Per regolarvi con le dosi, vi consiglio di utilizzare un bicchiere di carta)

Procedimento:

Lavate e spuntate le zucchine e tagliatele a bastoncini

20130613_183342

fatele bollire per 10 minuti in:

1 bicchiere di olio di mais, 1 bicchiere di aceto bianco e 1 bicchiere di vino bianco secco.

20130613_183430

Salate con un cucchiaio di sale grosso e aggiungete anche 1 cucchiaio di zucchero.

Una volta cotte, scolatele ed allargatele su di un piatto con della carta assorbente, così da asciugare per bene il liquido in eccesso.

20130613_184810

Mettetele in un recipiente con 1 spicchio di aglio tagliato a pezzi e peperonciono a piacere.

20130613_190800

Copriteli d’olio d’oliva.

P.s.: Naturalmente ottime solo per chi sopporta il gusto forte e deciso dell’aceto, altrimenti meglio preparare delle classicissime e più delicate zucchine grigliate.

Cotolette in carpione

Non so se la bella stagione ci accompagnerà ancora per molto, ma oggi voglio proporvi un altro piatto tipicamente estivo, che amo e preparo spesso ed è comodissimo perchè si può cucinare e poi conservare per un paio di giorni in frigorifero. Ottimo anche per deliziare le vostre gite fuori porta.

20130618_133259

Ingredienti:

  • 8/10 fettine di tacchino (belle magre)
  • 1 cipolla grossa
  • 1 uovo
  • 2 bicchieri d’acqua
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • salvia q.b.
  • pane grattuggiato q.b.
  • sale q.b.
  • olio per friggere q.b.

Procedimento:

Battete le fettine con un batticarne, in modo da renderle più sottili possibile.

20130617_184247

Passatele poi nell’uovo sbattuto e panatele con il pane grattuggiato.

20130617_184521

Friggetele un po’ per volta in una padella antiaderente con olio ben caldo e salate.

20130617_185351

Disponetele su carta assorbente, eliminando l’olio in eccesso.

20130617_191336

Preparate il condimento, rosolando la cipolla tagliata sottilmente in una padella con un po’ di olio,

20130617_190946

aggiungete poi 2 bicchieri d’acqua, 1 bicchiere di aceto e qualche fogliolina di salvia. Fate scaldare per qualche istante e togliete dal fuoco.

20130617_191347

Mettete le cotolette in un contenitore capiente

20130617_191620

coprite con il condimento ancora bello caldo,

20130617_191727

fate raffreddare, coprite e mettete in frigo.

Togliete le cotolette dal frigorifero una mezz’ora prima di servirle e se le consumate il giorno dopo …. sono ancora più buone! 🙂

P.s.:

Le quantità di acqua e aceto, vanno aumentate proporzionalmente a quante cotolette dovete ricoprire.

Inoltre la quantità di aceto è puramente indicativa …. a chi piace più brusco, a chi più delicato…

Cocktail di gamberi in salsa rosa

Un antipasto stuzzicante e veloce, molto facile da preparare.

Io lo adoro e non può mai mancare sulla mia tavola quando preparo una cena a base di pesce.

Cocktail di gamberetti

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di gamberi
  • 3 cucchiai di maionese
  • 1 cucchiaio di ketchup
  • sale q.b.

Preparazione:

Lavate i gamberi, privateli del guscio e del filo intestinale.

Quando si cucinano i gamberi freschi, sia che si sguscino, sia che si tengano interi, il filo intestinale va tassativamente tolto. Eliminate il filo intestinale inserendo uno stuzzicadenti dalla parte della coda e tirandolo verso di voi estraendo il filo intestinale sfilandolo.

20130426_185404

Metteteli in acqua salata e fateli bollire per 5 minuti

20130426_191929

Quindi scolateli, disponeteli dentro a 4 ciotoline e lasciateli raffreddare.

20130426_192827

Nel frattempo preparate la salsa rosa.

Mettete la maionese in un contenitore e aggiungete il ketchup,

20130426_193131

mescolate bene in modo che la salsa assuma un colore uniforme.

Lasciate in frigo per circa un’ora prima dell’utilizzo.

Prima di servire i gamberi disponetevi sopra la salsa rosa e guarnite a piacere con qualche fogliolina di prezzemolo.

Tartellette con porri e taleggio

Queste tartellette mi hanno ispirato dal primo momento che le ho viste su di un giornale che tratta ricette di cucina (Vero Cucina) e quando l’amore è a prima vista, difficilmente si sbaglia 🙂 In effetti sono venute benissimo e soprattutto non hanno deluso le mie aspettative sul gusto … ottime! Se vi piacciono i porri non potete non provarle.

20130529_192821

Ingredienti x 6 persone:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 2 porri
  • 2 uova
  • 2 dl di panna fresca
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 100 gr di taleggio
  • olio di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione:

Pulite i porri, eliminando la radice, le foglie esterne e la parte verde più dura, tagliateli a rondelle e fateli rosolare per 3-4 minuti in un tegame con 4 cucchiai d’olio, mescolando.

20130529_181455

Unite 1 mestolino d’acqua calda, salate, pepate, coprite con un coperchio e cuocete per 15 minuti, bagnando con altra acqua man mano che viene assorbita. Fate raffreddare.

Sbattete le uova in una ciotola, unite la panna, salate e pepate.

20130529_182632

Tagliate a tocchetti il taleggio e grattuggiate il parmigiano.

20130529_182209

Unite il formaggio e i porri al composto di uova e mescolate per bene.

20130529_182831

Stendete la sfoglia su di un piano di lavoro

20130529_183646

Ritagliatela in dischi da 13 cm, che utilizzerete per foderare degli stampi per tartellette da 11 cm rivestiti internamente con carta da forno.

20130529_183907

20130529_18402520130529_184244

Distribuite il composto all’interno delle tartellette e cuocete in forno caldo a 180° per 25 minuti.

20130529_185754

Servite le tartellette dopo averle fatte leggermente intiepidire.

Carpaccio di carne cruda con funghi porcini

Ricordate i funghi dell’altro giorno?! Bene! Il primo sfizio che mi tolgo quando ho la possibilità di averli freschi è quello di mangiarli crudi e secondo me il miglior modo per gustarli in tutto il loro sapore e quello di tagliarli sottili sottili e metterli su un bel carpaccio di carne.

Un piatto semplice, ma di gran prestigio.

20130518_130753

INGREDIENTI X 2 PERSONE:

  • 200 g di funghi porcini, piccoli e molto sodi
  • 8 fettine di carne di vitella tagliate belle sottili (dell’ Argal di Meini Davide)
  • il succo di 1/2 limone
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Qualche consiglio:

Come già mi è capitato di dire in altre occasioni, secondo me è essenziale per le ricette semplici come questa, in cui gli ingredienti sono poco elaborati, scegliere sempre materie prime di ottima qualità.

Quindi mi raccomando scegliete dell’ottima carne

20130518_125301

e funghi freschissimi e controllati

20130518_122505

Proprio a questo proposito ……

Attenzione alla loro commestibilità! Atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali.

Non consumate mai i funghi se non avete l’assoluta certezza della loro commestibilità.

PREPARAZIONE:

Pulite con delicatezza i funghi con l’aiuto di uno spazzolino in modo da togliere tutta la terra. Sciacquateli velocemente sotto l’acqua fredda e asciugateli bene.

 20130518_123639

Tagliate a fettine sottili i funghi in senso verticale così da mantenere la caratteristica “forma a fungo”.

A parte preparate un’emulsione mettendo in una ciotolina il succo di mezzo limone, sale, pepe e due cucchiai di olio d’oliva e sbattete bene.

 20130518_125930

Disponete su di un piatto da portata le fettine di carne e versatevi sopra l’emulsione preparata (tenendone da parte un pochino). Fate riposare una decina di minuti.

20130518_130336

Mettete ora sul carpaccio parte dei funghi in modo decorativo, mentre con i restanti preparerete un’insalatina da condire con l’emulsione rimasta.

20130518_131747

Servite il carpaccio cospargendolo sul momento con l’insalatina di funghi, in modo che ognuno possa averne la sua bella porzione. 😛

P.s.: Io mi farei delle grandi abbuffate di funghi crudi, ma vi consiglio di mangiarli con moderazione, perchè diversamente il vostro fegato non ne sarebbe granchè felice 🙂

Spuma di tonno con crostini di pane

Una spuma di tonno gustosa e facile da preparare, per tutte le occasioni.

Può essere preparata in anticipo e conservata in frigo coperta da una pellicola. E’ molto versatile, può essere contenuta in barchette di pane, spalmata su crostini di ogni tipo o accompagnata con insalata belga. Si possono aggiungere a piacere acciughe, capperi, olive e al posto della robiola, si possono utilizzare altri tipi di formaggio spalmabile.

Io l’ho preparata semplice semplice 😉

20130428_132304

Ingredienti per 16 crostini (per più crostini e spuma aumentate proporzionalmente le dosi):

  • 4 fette di pancarrè al latte senza crosta
  • 80 gr di tonno in scatola
  • 100 gr di robiola
  • un pizzico di sale

Procedimento:

Tagliate le fette di pancarrè in quattro parti uguali e tostatele.

Sgocciolate bene il tonno dall’olio e mettetelo all’interno di un mixer.

20130428_131733

Unite la robiola e un pizzico di sale.

20130428_131856

Mixate il tutto fino ad ottenere una morbida crema.

Trasferite in una ciotola e servite con i crostini tiepidi.

20130428_132329

P.s.: Quando preparo la spuma di tonno accompagnata dai crostini di pane, preferisco non spalmarla prima, per evitare che i crostini si inumidiscano e risultino poi mollicci.

Non il “solito” salame

Non aspettatevi la “classica” ricetta, perchè praticamente questo piatto si fa da se, ma dal momento che (come ho anticipato) non è il “solito” salame, meritava di avere uno spazio tutto suo.

20130508_133533

E’ un salame crudo gustoso e leggero fatto con carne di vitella piemontese, lardo di suino, sale, spezie, vino e nocciole tritate del Piemonte I.G.P.

Una specialità prodotta dalla macelleria L’Argal di Meini Davide

Ingredienti per 1 tagliere:

  • 1 salame con nocciole
  • Pane di segale
  • burro q.b.

Mettete semplicemente il salame su di un tagliere e accompagnatelo con burro e crostini caldi di pane di segale.

20130508_135040

In generale mi piacciono tutti i salumi, ma questo salame ha quel tocco in più che lo rende speciale.

E’ ottimo da gustare in ogni occasione: per un aperitivo, come antipasto, per un rinfresco o (sperando in un tempo un po’ più mite) come merenda ad un pic-nic 🙂

Sfogliatine con asparagi e fonduta

Questo è un piatto che ho avuto il piacere di assaporare in un ristorante delle mie parti e vista la semplicità non ho resistito a riprodurlo e ne è valsa la pena perchè è davvero buono.

20130428_204251

Ingredienti per 8 sfogliatine:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 300 gr di asparagi
  • fonduta
  • sale q.b.
  • 1 uovo

Per la fonduta:

  • 1 etto e 1/2 di fontina
  • 1 uovo
  • latte q.b.
  • 1 cucchiaio raso di farina

Procedimento:

Lavate e lessate gli asparagi in abbondante acqua salata.

20130428_184757

Quando saranno abbastanza morbidi scolateli, tagliateli a piccoli tocchetti e teneteli da parte.

20130428_192528

Stendete su di un piano da lavoro il rotolo di pasta sfoglia, dividetelo in 8 parti uguali e bucherellatene la superficie con una forchetta.

20130428_184747

Spennellate la superficie della pasta sfoglia con l’uovo (che avrete precedentemente sbattuto) e mettete in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti.

20130428_185122

In attesa che cuociano le sfoglie, preparate la fonduta mettendo in un pentolino la fontina tagliata a tocchetti, il latte (deve ricoprire la fontina), l’uovo e un cucchiaio raso di farina.

20130319_184932

Mettete sul fuoco a sciogliere, finchè non otterrete una crema un po’ densa.

20130319_190134

Se il composto dovesse risultare grumoso, passate al mixer e rimettete sul fuoco ad addensare.

Unite ora gli asparagi alla fonduta

20130428_193529

Una volta sfornate le sfogliatine, tagliatele a metà nel senso orizzontale.

20130428_191558

20130428_202755

Farcite con il composto di fonduta e asparagi e servite ben caldo.

20130428_203105