Tartellette con porri e taleggio

Queste tartellette mi hanno ispirato dal primo momento che le ho viste su di un giornale che tratta ricette di cucina (Vero Cucina) e quando l’amore è a prima vista, difficilmente si sbaglia 🙂 In effetti sono venute benissimo e soprattutto non hanno deluso le mie aspettative sul gusto … ottime! Se vi piacciono i porri non potete non provarle.

20130529_192821

Ingredienti x 6 persone:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 2 porri
  • 2 uova
  • 2 dl di panna fresca
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 100 gr di taleggio
  • olio di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione:

Pulite i porri, eliminando la radice, le foglie esterne e la parte verde più dura, tagliateli a rondelle e fateli rosolare per 3-4 minuti in un tegame con 4 cucchiai d’olio, mescolando.

20130529_181455

Unite 1 mestolino d’acqua calda, salate, pepate, coprite con un coperchio e cuocete per 15 minuti, bagnando con altra acqua man mano che viene assorbita. Fate raffreddare.

Sbattete le uova in una ciotola, unite la panna, salate e pepate.

20130529_182632

Tagliate a tocchetti il taleggio e grattuggiate il parmigiano.

20130529_182209

Unite il formaggio e i porri al composto di uova e mescolate per bene.

20130529_182831

Stendete la sfoglia su di un piano di lavoro

20130529_183646

Ritagliatela in dischi da 13 cm, che utilizzerete per foderare degli stampi per tartellette da 11 cm rivestiti internamente con carta da forno.

20130529_183907

20130529_18402520130529_184244

Distribuite il composto all’interno delle tartellette e cuocete in forno caldo a 180° per 25 minuti.

20130529_185754

Servite le tartellette dopo averle fatte leggermente intiepidire.

Insalata rustica

Quando vogliamo tenerci leggeri, la prima cosa che ci viene in mente è di preparare un’insalatina fresca e salutare.

Bhe! Diciamo che non sono un’amante sfegatata dell’insalata.

Presa così da sola, mi fa tristezza e non ci trovo neanche tutto questo gran gusto, quindi (concedetemelo) per me il piatto d’insalata, dev’essere colorato e gustoso, un mix di ingredienti che possano dare un’identità più marcata alla triste e sconsolata insalatina sola, soletta 🙂

Ecco una delle mie insalate preferite sfiziosa e saporita, ideale sulle tavole estive.

20130514_200903

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di insalata mista o 1 cespo di lattuga
  • 2 patate
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 2 cucchiai di aceto
  • burro q.b.
  • sale q.b.
  • menta q.b.

Procedimento:

Sbucciate, lavate e lessate le patate in abbondante acqua per 35 minuti circa

20130514_190014

Fatele raffreddare, e tagliatele a tocchetti.

20130514_195915

Lavate e sgocciolate l’insalata.

20130514_192300

Sbattete le uova con il parmigiano ed un pizzico di sale.

20130514_191910

Cuocete una frittata sottile in una padella antiaderente unta con un po’ di burro

20130514_192416

Una volta rappresa e dorata da un lato, giratela con l’aiuto di un coperchio e fatela dorare dall’altra parte.

20130514_193135

Tagliatela a pezzetti.

20130514_195500

Riunite tutti gli ingredienti in un’insalatiera, conditeli con l’olio sbattuto con aceto e sale. Profumate a piacere con foglie di menta o altre erbe aromatiche.

20130514_200824

Ratatouille di verdure in sfoglia con provola

Con dei semplici ingredienti e un po’ di fantasia, si può trasformare un banale piatto di verdure, in un piatto originale ed elegante, mantenendo comunque inalterata la genuinità e la leggerezza.

Una ratatouille di verdure dentro alla pasta sfoglia, servita in piccole porzioni, può infatti diventare un antipasto o contorno sfizioso.

20130423_205418

Ingredienti per 8 monoporzioni:

  • 3 patate piccole
  • 1 peperone rosso
  • 2 zucchine
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • 100 gr di provola
  • parmigiano grattuggiato q.b.
  • 1 rotolo di pasta sfoglia

Procedimento:

Sbucciate, lavate e tagliate a piccoli cubetti le patate e mettetele in un’ampia padella dove avrete messo a scaldare un po’ di olio e fate cuocere a fuoco lento.

20130423_193238

Intanto lavate e pulite il peperone, tagliatelo a piccoli pezzetti ed aggiungetelo alle patate.

20130423_193813

Spuntate le zucchine, lavatele e tagliatele a piccoli pezzi. Aggiungete le zucchine alle patate e ai peperoni.

20130423_200222

Salate e lasciate cucinare per 15-20 minuti circa, fin quando tutte le verdure non saranno cotte.

Durante la cottura potete aggiungere un pochino di acqua calda all’occorrenza per evitare che si brucino.

20130423_201744

Una volta pronta la ratatouille di verdure, tagliate a tocchetti la provola.

20130423_201751

Stendete il rotolo di sfoglia e ricavate da esso 8 dischi del diametro di 11 cm.

Foderate degli stampini di alluminio (io ho utilizzato quelli per crostatine) con della carta da forno, adagiatevi sopra i dischi di pasta sfoglia e bucherellateli leggermente con le punte di una forchetta.

20130423_202649

Mettete al centro dei dischi di pasta sfoglia un po’ di ratatouille e qualche cubetto di provola, poi spolverizzate con del parmigiano grattuggiato.

20130423_203215

Pizzicate e ripiegate leggermente i bordi della pasta verso l’interno, in modo che non fuoriesca la farcitura durante la cottura.

20130423_203637

Infornate in forno già caldo a 200° per 15 minuti.

Patate duchessa

Croccanti fuori e morbide dentro, le patate fatte in questo modo sono un contorno che si sposa a meraviglia con qualsiasi piatto e oltretutto sono facili da fare e fanno un figurone 🙂

20130409_200540

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di patate
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • sale q.b.
  • burro q.b.
  • noce moscata q.b.

Preparazione:

Lessare le patate in abbondante acqua salata fino a che non risulteranno morbide, ma non troppo.

Una volta cotte, scolatele, lasciatele intiepidire, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate in una ciotola.

20130409_191143

Unite alla purea di patate una noce di burro, l’uovo, il parmigiano, un pizzico di noce moscata e salate.

20130409_191628

Amalgamate bene tutti gli ingredienti.

20130409_191922

Trasferite il preparato in una tasca da pasticcere dotata di bocchetta di medie dimensioni a stella.

Foderate una teglia con carta forno e spremetevi sopra dei piccoli ciuffetti di composto.

20130409_192508

20130409_193022

Mettete in forno preriscaldato a 180° per almeno 15 minuti, fino a che i ciuffetti non si saranno dorati. Sfornate e servite le patate duchessa ben calde!

20130409_195529

Torta salata con verza e asiago

Le torte salate sono un classico della nostra cucina, credo che ognuno di noi abbia fatto almeno una volta una torta salata.

Oggi vi propongo questa, ma sicuramente ne aggiungerò altre perchè mi capita sovente di prepararne.

Vanno bene come piatto unico, come antipasto, aperitivo o contorno e possono essere gustate fredde o riscaldate, quindi pratiche anche da portare per il pranzo in ufficio o per una scampagnata.

Torta salata verza e asiago

Ingredienti:

  • 250 gr di pasta sfoglia
  • 400 gr di verza
  • 200 gr di asiago
  • 400 ml di latte
  • 2 uova
  • 30 gr di farina
  • 30 gr di burro
  • sale q.b.

Preparazione:

Pulite la verza e tagliatela a julienne. Scottatela in acqua bollente salata per qualche minuto, scolatela e tenetela da parte.

Scaldate il burro in padella e unite la verza, cospargetela di farina, bagnatela con il latte versato a filo,e cuocete per un decina di minuti, lasciando addensare.

Lontano dal fuoco, aggiungete l’asiago grattuggiato con una grattugia a fori larghi. Trasferite il tutto in una ciotola e incorporate le uova.

Mescolate e trasferite l’impasto in uno stampo rivestito con pasta sfoglia.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

Sformato di patate … gâteau fa più chic

Oggi mi dedico a questo piatto, lo sformato di patate

Il gattò di patate (detto anche gatò di patate, dal francese gâteau, appunto pronunciato gató) è un tipico piatto della cucina napoletana e siciliana a base di patate.

Questo piatto, che generalmente si serve caldo (ma non sono rare le eccezioni), viene tipicamente consumato come unica pietanza in un pasto poiché contiene vari tipi di ingredienti e perché è generalmente saziante.

A me piace molto e mi capita di prepararlo quando invito a casa più persone, perchè piace di solito a tutti, compresi i bambini ed è possibile prepararlo anche la sera prima, conservarlo in frigorifero e poi metterlo a cuocere poco prima di servirlo.

Sformato di patate con prosciutto e formaggio

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 500 gr di patate
  • 1 etto di prosciutto cotto
  • 50 gr di formaggio grattuggiato
  • 2 etti di fontina
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • burro q.b.

Preparazione:

Pelate, lavate e lessate le patate in acqua bollente per 40 minuti poi schiacciatele con lo schiacciapatate.

20130328_175822

Mettete il composto in una ciotola capiente e aggiungete il parmigiano, l’uovo, il sale.

Unite poi il prosciutto cotto fatto a pezzetti, tagliate a dadini anche la fontina e amalgamate bene il tutto.

20130328_180550

Imburrate una pirofila da forno, poi adagiatevi il composto ottenuto e livellatelo con una forchetta.

20130328_182730

Infornate a 200° per 25/30 minuti.

Sformato di patate con prosciutto e formaggio 2

Impiattate e servite caldo.

P.s.: Potete sostituire il prosciutto con qualsiasi altro affettato a vostro piacere, così come la fontina con altro formaggio.

Semplicemente ……. Frittata

In una cucina semplice come la mia, non può mancare uno dei piatti più semplici in assoluto.

E’ veloce da fare e la preparo sovente perchè è anche molto versatile.

Va bene fatta a tocchetti per accompagnare l’aperitivo, puo’ essere un antipasto o un contorno, puo’ farcire un panino, accompagnarci in ufficio o a fare una scampagnata.

La possiamo preparare in mille modi diversi con diversi ingredienti, gustare calda o fredda.

20130325_194811

Ingredienti per 1 frittata:

  • 3 uova
  • 2 zucchine
  • 1/2 cipolla piccola
  • una manciata di prezzemolo tritato
  • 30 gr di parmigiano grattuggiato
  • sale q.b.
  • burro q.b.

Mettete in una padella con una noce di burro la cipolla tagliata finemente e le zucchine tagliate a jullienne e fate cuocere lentamente finchè non si ammorbidiranno.

13032013790

In un piatto sbattete per bene le uova, unite il prezzemolo, il parmigiano, un pizzico di sale e amalgamate bene il tutto.

13032013794

Una volta pronte le zucchine, lasciatele intiepidire leggermente e unitele al composto ottenuto con le uova, mischiando velocemente il tutto e trasferendolo in una padella ben calda e imburrata.

Livellate il composto con una paletta e cuocete con un coperchio finchè non si sarà ben rappreso, capovolgete poi la frittata e ultimate la cottura dall’altro lato.

A me piace molto con l’aceto balsamico.

20130325_194946

P.s.: Un’idea per il pic nic di Pasquetta 🙂

Torta pasqualina

Ecco un tipico piatto pasquale, che ha origini genovesi, ma che viene preparato anche in altre località d’Italia con caratteristiche differenti (talvolta anche in versione dolce).

Alcune notizie sull’origine di questa torta:

“La torta pasqualina è appunto tipica del periodo pasquale. Rappresenta il clou del pranzo pasquale e in passato era l’apoteosi dell’abilità delle casalinghe, che leggendariamente si narra riuscissero a sovrapporre sino a trentatré sfoglie in omaggio agli anni di Cristo.

Una variante per altri periodi prevede l’uso delle bietole o di altra verdura al posto dei carciofi.

L’esistenza della torta pasqualina genovese è documentata dal XVI secolo, quando il letterato Ortensio Lando la cita nel Catalogo delli inventori delle cose che si mangiano et si bevano. Allora era nota come gattafura, perché le gatte volentieri le furano et vaghe ne sono, ma anche lo stesso scrittore ne era ghiotto tanto da scrivere: “A me piacquero più che all’orso il miele“.

Nei secoli scorsi uova e formaggio, ingredienti essenziali della pasqualina, erano alimenti che si consumavano solo nelle grandi ricorrenze.

A Ventimiglia si usano nel ripieno erbe selvatiche (caccialepre, ortica, allattalepre, songino), al posto delle bietole e della borragine.”

Nella mia ricetta ho utilizzato spinaci, anche adatti per questa torta salata.

20130322_204341

Ingredienti:

  • 350 gr di spinaci (che possono essere sostituiti con gli ortaggi indicati in premessa)
  • 150 gr di ricotta
  • 50 gr di parmigiano
  • 50 gr di pecorino
  • 2 confezioni di pasta sfoglia
  • 5 uova
  • sale

Preparazione:

Pulite e lessate gli spinaci in acqua bollente e salata per 5 min.

20130322_184957

Fatto questo,  scolateli e strizzateli molto bene.

Preparate il ripieno amalgamando bene la ricotta, con 1 uovo, il parmigiano e il pecorino.

20130322_190555

Lavoratelo bene aggiungendo un po’ di sale. Quando il composto sarà ben amalgamato, unite gli spinaci lessati. Potete farlo unendo le foglie così come sono oppure tritarle. Io le ho lasciate intere.

20130322_191130

Prendete uno stampo circolare, con il bordo bello alto, foderatelo con carta da forno e adagiatevi la pasta sfoglia.

Foderato lo stampo, riempitelo con il ripieno di ricotta e spinaci, preparato precedentemente. Prima di chiudere, fate 3  piccoli incavi nel ripieno equidistanti l’uno dall’altro.

20130322_191525

Aprite in ciascun incavo un uovo intero, in modo che durante la cottura diventerà sodo.

20130322_191703

Chiudete la torta con un disco di pasta sfoglia sul quale ripiegherete la sbordatura del disco di base.

20130322_191946

Spennellate la superficie con uovo sbattuto e decoratela a piacere con un disegno pasquale.

20130322_192547

Infornate a 200 gradi per circa 50 minuti.

20130322_203418

Polpette di melanzane

polpette di melanzane

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di melanzane
  • 1 uovo
  • pan grattato
  • 60 gr di formaggio grattuggiato
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

Sbollentate in acqua salata per 5 min. le melanzane spellate, fatele raffreddare, eliminate l’acqua in eccesso e tritatele.

Mettetele in un contenitore e unitevi l’uovo, circa 3 cucchiai di pan grattato (regolatevi in modo da riuscire a formare delle polpette compatte), il formaggio grattuggiato e il sale.

Mescolate bene e formate delle polpette.

Passatele nel pan grattato e friggete in una pentola con un po’ d’olio.

Adagiate le polpette su di un piatto con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, poi trasferitele su di un piatto da portata e servitele calde.