Tagliatelle “home made” al tartufo bianco d’Alba

Buongiorno miei cari, e’ parecchio che sono assente e non pubblico nuove ricette, ma il mio pensiero è sempre qui ed anche se non mi sentite, io sono “dietro le quinte”, leggo le novità degli amici blogger e per chi segue il mio blog e le mie ricette, per qualsiasi consiglio, mi trovate sempre! 😉

Questo per me è un periodo impegnativo e purtroppo non riuscirò ad essere presente come un tempo.

Il mio ruolo di mamma, in questo momento è prioritario. Quest’anno infatti, il mio bimbo più grande ha iniziato la scuola e questo comporta: nuovi ritmi, nuove responsabilità e maggior impegno da parte mia, perchè voglio seguirlo nel migliore dei modi sia per i compiti, che per le attività extra scolastiche ed i rapporti con i suoi nuovi compagni, mentre il più piccolo è proprio nell’età delle scoperte e dei capricci (i cosidetti: terribili 2 anni) e anche lui ha bisogno di tante tante attenzioni 🙂

Con questo non è che io non cucini più è!? Ci mancherebbe! :-D, ma non riesco più a fare grossi esperimenti e a proporvi piatti nuovi.

Questo weekend però in occasione della Fiera Internazionale del tartufo bianco d’Alba, ho acquistato un favoloso tartufo e non potevo non condividere con voi questo piatto, che pur essendo semplice e veloce da preparare, non può mancare nel mio “ricettario virtuale” 🙂

 20141012_124041

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

Per la pasta fresca:

  • 200 gr di farina 00
  • 2 uova

Per il condimento:

  • 1 tartufo bianco (circa 3 etti)
  • olio q.b. o burro (in base ai gusti)
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Preparate le tagliatelle di pasta fresca come da ricetta che trovate qui.

20141012_121814

Pulite il tartufo sotto l’acqua corrente, con l’aiuto di uno spazzolino, per eliminare la terra e le impurità dalla superficie.

20141012_122109 20141012_122621

Mettete un po’ d’olio in una padella antiaderente e grattuggiatevi metà del tartufo.

olio

Mettete a scaldare sul fuoco, così che l’olio possa prendere bene il sapore del tartufo.

Nel frattempo cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata.

Scolate la pasta al dente e fatela saltare in padella con l’olio tartufato.

20141012_123718

Impiattate e guarnite con il restante tartufo tagliato a lamelle sottili.

A piacere potete anche aggiungere del pepe nero e del parmigiano grattuggiato, che io preferisco non utilizzare, per godere appieno del gusto caratteristico e particolare del tartufo.

 

Cuori di pasta fresca alle pere, noci e ricotta con fonduta di parmigiano

Ormai è risaputo che adoro la pasta fatta in casa ed il fine settimana sovente mi cimento nello sperimentare nuovi formati e ripieni.

Con l’avvicinarsi del giorno di San Valentino e complice anche la mia vena romantica, non potevo poprio resistere alla tentazione di preparare un primo piatto adatto all’occasione, ecco quindi l’idea di questi ravioli a forma di cuore.

Non credo che servano grandi doni per rendere felice la persona che amiamo, una cenetta romantica preparata con le nostre mani  potrebbe pero’ essere un gesto molto gradito 🙂

Se amate l’abbinamento pera-formaggio, vi garantisco che questi ravioli sono spettacolari e se avrete voglia di cimentarvi nell’opera è sicuro che riuscirete a sorprendere la vostra dolce metà.

20140117_203556

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

Per la pasta:

  • 300 g di farina
  • 3 uova

Per il ripieno:

  • 5 noci sgusciate
  • 200 g di ricotta
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2 pere mature

Per la fonduta:

  • 3 dl di latte
  • 170 g di parmigiano grattugiato
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaino di fecola di patate

20140117_171013

PROCEDIMENTO:

Per la preparazione della pasta:

Impastate farina e uova e quando l’impasto sarà pronto stendetelo in sfoglie sottili (per la spiegazione dettagliata su come preparare l’impasto cliccate qui)

20140117_174921

Per la preparazione del ripieno:

Tritate finemente i gherigli di noci.

20140117_175113  20140117_175135

Tagliate le pere in piccoli pezzettini.

20140117_180159

Amalgamate le noci con la ricotta, il parmigiano reggiano e le pere, fino ad ottenere un composto omogeneo.

20140117_175327    20140117_180553

Mettete il ripieno sulla sfoglia di pasta, inumidite con un po’ di acqua la pasta attorno al ripieno e ricoprite con un’altra sfoglia, sigillando per bene i bordi e facendo attenzione che non si formino bolle d’aria, dopodichè con un coppa pasta a forma di cuore ritagliate dei ravioli.

20140117_182253

20140117_18264020140117_18281720140117_182832

20140117_190009

Per la preparazione della fonduta:

Portate a bollore il latte e aggiungete il parmigiano grattugiato amalgamandolo con la frusta, aggiungete poi un tuorlo d’uovo e la fecola continuando a mescolare finchè il composto non prenderà la consistenza di una fonduta.

20140117_202530

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e scolateli non appena verranno in superfice.

Impiattate i cuoricini e conditeli con la fonduta bella calda.

N.B.: Vi ricordo che se non siete innamorati …. ci sono coppapasta di tutte le forme eh!? 😉

Sono sicura che troverete ugualmente qualcuno con cui condividere questi fantastici ravioli 🙂

Altrimenti fatevi una coccola e preparateli per voi, perchè per prima cosa bisogna amare se stessi ❤

Kisses

Gnocchi di zucca

La zucca è tipicamente autunnale, ma finchè sui banchi del mercato e nei supermercati trovo questo squisito ortaggio non posso fare a meno di acquistarlo per prepararci qualcosa di buono.

Oggi ho pensato a questi gnocchi che sono una variante sfiziosa dei soliti gnocchi di patate.

L’aggiunta della zucca dona agli gnocchi un colore invitante e un gusto delicato.

Sono ottimi con un semplice condimento di burro fuso e parmigiano o burro e salvia per non coprirne troppo il sapore oppure per chi non gradisse particolarmente il dolciastro della zucca, andrebbero bene anche con un condimento più saporito come una salsa al gorgonzola.

20131213_190902

INGREDIENTI per 3/4 persone:

  • 300 gr di zucca
  • 300 gr di patate
  • 150 gr di farina
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.
  • pepe q.b.
  • burro q.b.
  • parmigiano grattuggiato q.b.

PROCEDIMENTO:

Pulite la zucca, tagliatela a fette sottili di circa un cm di spessore, adagiatele su di una teglia foderata con carta da forno coprendole con un altro foglio di carta da forno e cuocete in forno caldo per 25 min. a 180°.

20131213_170537

20131213_174711

Lavate le patate e lessatele in abbondante acqua salata, senza eliminare la buccia.

20131213_171011

Una volta cotte lasciatele intiepidire, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate.

Fate la stessa cosa con la zucca, dopo averla fatta scolare per bene su di un canovaccio per eliminare l’acqua in eccesso (altrimenti vi toccherà utilizzare troppa farina e gli gnocchi risulteranno duri). Potete anche farla asciugare in un padellino.

20131213_180130

Versate su un piano di lavoro la farina, amalgamate la purea di zucca e di patate, salate, mettete un pizzico di noce moscata e poco pepe.

(Per la quantità di farina dipende molto dalla qualità  della zucca e delle patate, potreste doverne aggiungere un po’ di più 180/200 gr, ma non esagerate)

Per ultimo aggiungete l’uovo e amalgamate bene fino a formare un impasto morbido.

Infarinate il panetto ottenuto e tagliatelo in 4-5 pezzi.

20131213_182422

Ricavate da ciascun panetto dei filoncini che  poi taglierete in tocchetti.

20131213_182634

20131213_185016

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli appena emergono in superficie e conditeli con burro e parmigiano o con un condimento a piacere.

20131213_190740

Ravioli di robiola e noci

Vi propongo nuovamente una ricetta con la pasta integrale fatta in casa …… la devo sperimentare in tutti i modi 🙂

Quello di oggi devo ammettere che è stato un esperimento perfettamente riuscito e credo che questo “primo” entrerà ufficialmente nella top ten dei miei piatti preferiti.

La robiola e le noci come ripieno di questi ravioli integrali è azzeccatissimo, il risultato finale è piacevole e delicato, un unione armonica di sapori ….. un “matrimonio perfetto”.

20130503_203125

Ingredienti per 4 persone:

Per il ripieno:

  • 200 gr di robiola
  • 50 gr di noci sgusciate
  • un pizzico di sale

20130503_182953

Per il condimento:

  • 50 gr di burro
  • 5 o 6 foglie di salvia

Procedimento:

Mettete le noci in un mixer e sminuzzatele.

20130503_183208

Aggiungete la robiola e un pizzico di sale e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo.

20130503_183812

Tirate la pasta in una sfoglia sottile e ricavate dei dischi del diametro di 8 cm.

20130503_185855

Al centro di ciascun disco disponete un cucchiaino di ripieno

20130503_190658

Spennellate leggermente i bordi con un po’ di acqua e chiudete a mezzaluna premendo per bene.

Rifinite con i rebbi di una forchetta.

20130503_191620

20130503_193832

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il burro fuso e la salvia. Spolverizzate a piacere con parmigiano grattuggiato e noci sbriciolate.

Se non utilizzate immediatamente i ravioli, ecco come conservarli:

Disponeteli, bene infarinati (si può optare, oltre che per la farina, anche per il semolino o per la semola di grano duro: sono meno soggetti all’umidità), in un vassoio, in cui avrete precedentemente disposto un canovaccio asciutto; riponete il vassoio in freezer e lasciate congelare i ravioli. Dopo un paio d’ore, sarà possibile toglierli dal vassoio e riporli in un sacchetto da conservare in freezer , senza il timore che si possano rompere urtando tra di loro.

Gnocchi con salsa al gorgonzola in cialda di parmigiano

Un primo classico e semplice, ma dalla presentazione “spettacolare”, che lascerà piacevolmente sorpresi i vostri invitati. 🙂

20130424_203007

Ingredienti per 4 persone:

Per il condimento:

  • 100 ml di panna da cucina
  • 160 gr di gorgonzola dolce
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per 4 cialde di parmigiano:

  • 200 gr di parmigiano

Procedimento:

Mettete a scaldare  in un pentolino la panna (senza farla bollire) con un po’ di pepe e un pizzico di sale.

20130324_115545

Fate a pezzetti il gorgonzola e mettetelo a sciogliere nel pentolino con la panna.

20130324_115914

Mescolate fino ad ottenere una crema liscia e tenete in caldo.

Prendete una padella antiaderente di circa 22 cm di diametro e fatela scaldare per bene.
Ora mettete parte del formaggio (circa 50 gr) in modo sottile e uniforme.

20130424_185418
Lasciate sciogliere per qualche minuto e aiutandovi con una spatola staccatela delicatamente.

20130424_190406
Toglietela dalla padella e mettetela sopra una ciotola rigirata. Prendera’ in questo modo la forma di una scodellina.

20130424_190604

20130424_190835

Preparate così 4 cestini di parmigiano e teneteli da parte.

Tuffate pochi gnocchi per volta in acqua bollente salata, prelevateli con una schiumarola mano mano che risalgono a galla

20130424_202245

Versateli in una terrina

20130424_202601

Conditeli con la salsa al gorgonzola e serviteli all’interno dei cestini di parmigiano, decorando a piacere con pezzetti di cialda.

20130424_202936

Le cialde di parmigiano possono essere utilizzate come contenitori di risotti, gnocchi, agnolotti o insalate.
La loro preparazione e’ semplicissima.

I miei gnocchi fatti in casa

Oggi vi propongo la mia ricetta degli gnocchi fatti in casa, sono semplici e veloci.

La preparazione degli gnocchi può essere un’occasione per fare qualcosa insieme alla famiglia. E’ bello coinvolgere anche i più piccoli nella preparazione, mettendosi a pasticciare tutti insieme. Io quand’ero piccola, non vedevo l’ora di impiastrarmi tutta di farina e mi piaceva sentirmi partecipe in un lavoro che consideravo “da grande” 🙂

Gli gnocchi possono essere preparati con farine differenti: farina di frumento, di riso, di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie.

Io solitamente preparo quelli a base di patate, sono i più usati e classici, ma sono quelli che mi piacciono di più.

Quindi procediamo e …………… buon lavoro!

20130424_152400

Ingredienti per 4 porzioni di gnocchi:

  • 700 gr di patate a pasta gialla “vecchie” (quelle con la buccia più scura per intenderci 😉 )
  • 250 gr di farina 00

Procedimento:

Lavate le patate e lessatele senza sbucciarle

20130424_125214

quindi pelatele a caldo e lasciatele intiepidire. Setacciate la farina e passate le patate allo schiacciapatate facendole ricadere direttamente sulla farina.

20130424_140600

Impastate per alcuni minuti, quindi infarinate il piano di lavoro.

20130424_141236

Suddividete l’impasto in porzioni e iniziate a stendere dei “salsicciotti” spessi più o meno un centimetro.

20130424_141539

Tagliateli in pezzetti di 2 cm circa.

20130424_142553

20130424_142212

Procedete quindi alla rigatura. Con una mano tenete ferma la forchetta e , appoggiando uno gnocco per volta su di essa, schiacciatelo al centro con il pollice, in modo da ricavare una fossetta.

20130424_143709

Strisciatelo esercitando una leggera pressione.

20130424_143739

20130424_152312

Cottura e conservazione:

Gli gnocchi si cuociono tuffandoli in acqua bollente salata: quando vengono a galla raccoglieteli con una schiumarola e serviteli condendoli a piacere. Possono essere congelati e conservati in freezer per un massimo di 60 giorni.

Per cucinarli basta immergerli in acqua bollente senza scongelarli.

Farfalle di pasta integrale ai pomodorini e zucchine

Ecco un condimento light adatto per i primi da preparare in primavera ed estate.

Io ve lo propongo in abbinamento alle mie farfalle di pasta fresca integrali, (vedi ricetta pasta integrale fatta in casa), ma ottimo anche per qualsiasi altro tipo di pasta.

E’ un primo buono ma anche leggero in cui si usano due verdure che contengono pochissime calorie: le zucchine e i , così da soddisfare il palato senza sentirci troppo in colpa 😛

20130421_130457

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr di pasta fatta in casa
  • 300 gr di pomodori datterini
  • 2 zucchine
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Lavate le zucchine, asciugatele, tagliatele a julienne e mettetele a cuocere in una padella antiaderente con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio.

20130421_113943

Lavate i pomodorini tagliateli a rondelle ed uniteli alle zucchine.

Eliminate l’aglio, salate, amalgamate il tutto e lasciate cuocere per una decina di minuti.

20130421_114837

Un volta pronto il condimento, toglietelo dal fuoco e tenetelo da parte.

20130421_125210

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata.

20130421_130129

Rimettete sul fuoco la padella con il condimento (giusto un attimo) e amalgamate in modo che si insaporisca per bene.

20130421_130158

Impiattate e servite subito, spolverizzando a piacere con del parmigiano grattuggiato o della ricotta salata.

Pasta integrale fatta in casa

La pasta in generale è uno dei miei piatti preferiti, ma quella fatta in casa ha un sapore inimitabile e unico. Riesce ad esaltare il gusto di qualsiasi condimento vogliamo utilizzare.

Oggi mi sono cimentata nella preparazione della pasta integrale, un po’ più light, ma molto molto buona.

20130421_122810

Ingredienti per 3/4 persone:

  • 500 gr di farina integrale
  • 300 ml di acqua
  • 1 cucchiaio scarso di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Formate un piccolo mucchio di farina e aggiungete un pizzico di sale, l’olio e l’acqua tiepida.

Impastate energicamente fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

20130421_112052

Avvolgete con carta velina da alimenti e mettete in frigo per circa 1/2 ora.

Togliete l’impasto dal frigo, privatelo dell’involucro e tagliatelo a fette di circa 2 cm.

20130421_120124

Se utilizzate la macchina, prendete uno dei pezzi di pasta e schiacciatelo con la pressione del palmo della mano, fino a fargli prendere la forma di un disco.

Passatelo quindi attraverso i rulli della macchina, dopo avere posizionato la loro distanza sul numero corrispondente allo spessore più grosso.

Ripetete l’operazione 2-3 volte, ripiegando ogni volta la sfoglia su se stessa. Quando è bene  amalgamata, per assottigliarla si passa più volte tra i rulli della macchina riducendo di volta in volta lo spessore.

Ttirate la sfoglia ad uno spessore di circa 2 mm per fare le farfalle o 1 mm per fare le tagliatelle.

Arrivati allo spessore desiderato, la sfoglia è pronta per essere tagliata.

20130421_120557

20130421_120751

Per le farfalle, tagliate la pasta in quadrati uguali utilizzando un taglia pasta apposito o una formina per biscotti.

Pizzicate poi i quadrati nella parte centrale, cercando di ricavarne tante farfalle.

20130421_123758

Per le tagliatelle la procedura è molto più veloce, perchè una volta tirata la pasta alla misura desiderata, basterà passarla nell’apposito taglia pasta della macchina.

Se ne siete sprovvisti infarinate e arrotolate la sfoglia su se stessa e con un coltello tagliate tante strisce della larghezza di circa 6 mm.

20130421_135841

Se non utilizzate immediatamente la pasta ecco come conservarla:

La pasta fresca, con uova o senza uova, può essere congelata e tenuta in freezer per alcuni mesi, meglio non superare però i sessanta giorni. Per congelarla, basta stenderla in una teglia, tipo quelle di alluminio, coprire e trasferirla in freezer. Al momento dell’utilizzo è sufficiente immergere la pasta direttamente in acqua bollente senza scongelarla.

Agnolotti alla mia maniera

La pasta ripiena viene fatta in molti modi diversi e ogni regione ha i suoi formati. I panciuti agnolotti piemontesi sono quelli che più mi piacciono e che preferisco preparare, forse anche perchè appartengono alla mia terra.

Io li ho rivisitati un po’ e li faccio alla mia maniera 🙂

20130408_200531

Ingredienti per 2 persone:

Per la pasta:

  • 200 grammi di farina 00
  • 2 uova

Per il ripieno:

  • 150 grammi di carne di vitello
  • 150 grammi di spinaci lessati
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • 1 uovo
  • sale q.b.

Preparazione:

Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro e aggiungete al centro le uova.

20130310_105841

Impastate energicamente lavorando l’impasto con il palmo delle mani, fino a che non risulti liscio, compatto e abbastanza lucido.

Se l’impasto dovesse essere troppo morbido aggiungete della farina. Se al contrario, risultasse troppo duro, incorporate una o due cucchiaiate di acqua.

Formate ora una palla.

20130310_111201

Tirate l’impasto in una sfoglia spessa un paio di mm e ricavate delle strisce larghe 10 cm circa

20130310_112417

20130310_113007

Preparate ora il ripieno facendo rosolare la carne tagliata a pezzetti in una padella con poco burro.

Tritate la carne e gli spinaci che dovranno risultare omogenei, ma non cremosi.

20130408_173856

Mescolate quindi la carne con gli spinaci e il parmigiano e aggiungete un uovo e un pizzico di sale.

20130408_175228

Ora su metà delle sfoglie ricavate, disponete dei mucchietti di ripieno a intervalli regolari.

Agnolotti fatti in casa 3

Sovvrapponete le strisce di sfoglia rimasta e con i polpastrelli premete la pasta intorno ai mucchietti di ripieno in modo che le sfoglie si incollino bene tra di loro.

Con la rotella dentata ritagliate gli agnolotti.

In alternativa potete usare uno stampo.

Appoggiatevi sopra una striscia di sfoglia, riempite con il ripieno gli incavi che si evidenzieranno, quindi sovrapponete la seconda sfoglia e rullate con il mattarello in modo da tagliare i ravioli sui bordi dentati dello stampo.

Agnolotti fatti in casa 2

Cuocete gli agnolotti in abbondante acqua salata, scolateli dopo qualche minuto dalla ripresa del bollore (la pasta deve rimanere al dente).

Agnolotti fatti in casa

Condite a piacere con un semplice sugo di pomodoro o del ragù.

P.s.: Sovente preparo questi agnolotti utilizzando arrosto o spezzatino avanzati, in questo caso il ripieno risulta ancora più gustoso.