Malloreddus alla campidanese (o quasi)

Oggi vi propongo un primo piatto (rivisitato a mio gusto) tipico della Sardegna, una terra che adoro, non solo per i paesaggi ed il mare mozzafiato, ma anche per la squisita cucina.

I malloreddus alla campidanese che sono un piatto saporito e gustoso, imperdibile per chi ama i sapori rustici.

I malloreddus, definiti anche gnocchetti sardi, sono senz’altro la più classica delle paste sarde. Hanno la forma di conchiglie rigate lunghe da circa 2 cm in su, e son fatti di farina di semola e acqua.

20131126_202018

Ingredienti per 6/8 persone:

  • 450 gr di malloreddus
  • 1 melanzana
  • 250 gr di salsiccia
  • 1/2 cipolla
  • 500 gr di pomodori ciliegino
  • vino bianco secco q.b.
  • sale q.b.
  • origano q.b.
  • olio e.v.o. q.b.
  • peperoncino (a piacere)
  • pecorino sardo grattuggiato

20131126_175431

Preparazione:

Lavate e tagliate a tocchetti la melanzana e mettetela in uno scolapasta con un po’ di sale, in modo che perda l’acqua in eccesso.

20131126_180550

Fate imbiondire la cipolla tritata in poco olio,

20131126_181908

unite la salsiccia spellata e sbriciolata, lasciandola rosolare per pochi minuti,

20131126_182329

scolate il grasso in eccesso, quindi versate il vino e lasciatelo evaporare.

20131126_182924

Unite la melanzana tagliata a dadini.

20131126_183056

Unite anche  il peperoncino, mescolate e fate insaporire 5 minuti; aggiungete i pomodori tagliati a spicchi, l’origano il sale e fate cuocere a recipiente coperto, per 20 minuti a fiamma bassa.

20131126_183353

Cuocete i malloreddus in abbondante acqua salata, una volta raggiunta la cottura desiderata, fateli insaporire qualche istante in padella con il sugo preparato e nel caso in cui il sugo risultasse troppo asciutto, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta,

Servite con abbondante pecorino sardo grattugiato.

20131126_200442

Ravioli di pesce e patate con pomodori datterini e olive taggiasche

Oggi vi propongo un primo piatto fatto con la pasta fresca, genuino e leggero e che per i suoi ingredienti possiamo anche considerare piatto unico.

Adoro i ravioli di ogni forma e con ogni tipo di ripieno, ma devo dire che questi, insieme ai ravioli di pasta integrale, sono tra i miei preferiti.

Danno un po’ di lavoro, ma è una gran soddisfazione creare questi piatti interamente con le proprie mani ed il gusto è superlativo.

L’unica pecca è che finiscono davvero troppo in fretta 🙂

20131121_195800

INGREDIENTI PER 2 PERSONE (circa 30 ravioli):

Per i ravioli:

  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • 200 gr di filetto di merluzzo o altro pesce a scelta
  • 100 gr di patate
  • sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Per il condimento:

  • 250 gr di pomodori datterini
  • olio e.v.o. q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo q.b.
  • un cucchiaio di olive taggiasche denocciolate
  • sale q.b.

Procedimento:

Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro e aggiungete al centro le uova.

20130310_105841

Impastate energicamente lavorando l’impasto con il palmo delle mani, fino a che non risulti liscio, compatto e abbastanza lucido.

Se l’impasto dovesse essere troppo morbido aggiungete della farina. Se al contrario, risultasse troppo duro, incorporate una o due cucchiaiate di acqua.

Formate ora una palla.

20130310_111201

Prima di iniziare a lavorare la pasta con la macchina è opportuno dividere l’impasto in pezzi uguali.

Si prende poi uno dei pezzi di pasta e lo si schiaccia con la pressione del palmo della mano, fino a fargli prendere la forma di un disco.

Si passa quindi attraverso i rulli della macchina, dopo avere posizionato la loro distanza sul numero corrispondente allo spessore più grosso.

L’operazione si ripete 2-3 volte, ripiegando ogni volta la sfoglia su se stessa.

20130310_112417

20131121_180721

Arrivati allo spessore desiderato la sfoglia è pronta per essere farcita.

Preparate ora il ripieno:

Lessate le patate in acqua bollente e salata, passatele poi allo schiacciapatate.

In una padella scaldate un filo d’olio con uno spicchio d’aglio, cuocete il pesce e salate.

20131121_173732

In una ciotola unite la purea di patate ed il pesce e con una forchetta schiacciate ed amalgamate per bene il composto (ricordatevi di eliminare l’aglio 🙂 )

20131121_181633

Disponete ora dei piccoli mucchietti del composto sulla pasta, mettendoli equidistanti tra di loro e posizionati nella parte bassa della sfoglia (come in foto)

20131121_182305

Spennellate con un po’ di acqua i bordi della pasta prima di ripiegarla sopra la farcitura in modo che aderisca bene e per far si che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Chiudete per bene la pasta cercando di non lasciare sacche d’aria.

20131121_183738

Ritagliate i ravioli (io ho utilizzato un’apposita rotella) e disponeteli su di un piano infarinato.

20131121_185156

Peparate il condimento mettendo in una padella un po’ di olio con uno spicchio d’aglio, aggiungete i pomodorini tagliati a rondelle, le olive taggiasche e salate.

20131121_192327

Coprite e lasciate cuocere per una decina di minuti.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata.

Una volta cotti spadellateli insieme al condimento in modo che si insaporiscano per bene e serviteli caldi guarnendoli con qualche fogliolina di prezzemolo.

20131121_195424

Risotto allo speck e melagrana

In preparazione al Natale, inizio a raccogliere le idee, per portare in tavola dei piatti un po’ diversi dal solito.

Un primo semplice e non troppo laborioso da preparare, potrebbe proprio essere questo risotto, che ha anche un’aspetto elegante e raffinato grazie ai chicchi di melagrana che sembrano quasi dei preziosi rubini.

Qualche curiosita sulla melagrana:

La pianta del melograno è conosciuta sin dall’antichità e il suo frutto, la melagrana è da sempre consumato fresco al naturale o in ricette particolari e buonissime.

Ricca di vitamine (A, C e del gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), la melagrana rinforza il sistema immunitario: per questo è auspicabile gustarne addirittura un paio al giorno in questo periodo, (fra ottobre e novembre), perché i suoi principi attivi ci preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile a quella di un vaccino.

E’ inoltre un regolatore ormonale (sia per lui, che per lei), depura il sangue, è ricco di sali minerali diuretici ed è utile anche come antiossidante.”

20131119_200012

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  • 180 gr di Riso
  • 60 gr di Speck in un’unica fetta
  • 50 gr di Parmigiano grattuggiato
  • 1 Noce di Burro
  • 1/2 Bicchiere di Vino Bianco
  • 1 Melagrana
  • Brodo Vegetale q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio e.v.o. q.b.

20131119_141623

PREPARAZIONE:

Innanzi tutto preparate del brodo vegetale e mettetelo da parte.

Pulite la melagrana, tagliatela a metà e da una parte ricavate il succo e dall’altra togliete i chicchi e mettete da parte.

20131119_143441

Tagliate lo speck a striscioline.

20131119_142218

Procedete ora con la preparazione del riso, mettete un po’ di olio in un’ampia padella e quando sarà ben caldo mettete lo speck e lasciatelo cuocere per qualche istane.

20131119_193110

Aggiungete ora il riso e fate tostare, mettete poi il vino bianco e lasciatelo sfumare.

20131119_193330

Proseguite la cottura del riso aggiungendo un po’ alla volta il brodo vegetale caldo.

20131119_193546

Quando il riso sarà al dente, mettete il succo di melagrana e mescolate bene per qualche minuto, giusto il tempo che sfumi il succo.

20131119_195412

Aggiungete ora i 2/3 dei chicchi.

20131119_195526

Spegnete la fiamma mettete il burro ed il parmigiano e lasciate mantecare per qualche istante.

Servite il riso caldo con una spolverata di prezzemolo fresco tritato e qualche chicco di melagrana come decorazione.

20131119_200158

P.s.: Io non ho aggiunto sale in quanto solitamente salo il brodo vegetale quando lo preparo, inoltre anche lo speck e il parmigiano danno parte della sapidità al piatto, pertanto regolatevi in base ai vostri gusti, considerando che il risultato finale è normale che abbia un retrogusto dolciastro per la presenza della melagrana.

Con questa ricetta partecipo al 9° contest di Deliziandovi:

“Christmast time”

banner-christmas-time

Vellutata di porri e patate con crostini di pane

Ormai un pochino avrete imparato a conoscermi, la cucina credo esprima anche un po’ del nostro essere ed io per le cose light e soprattutto per le verdure non è che abbia una passione smisurata, amo di più i piatti belli conditi e gustosi :-), ma nel caso della vellutata di porri e patate faccio un eccezzione, perchè non manca certo in gusto (anzi) è proprio un piatto da leccarsi i baffi e che adoro.

Questo è il periodo ideale per zuppe e creme di verdura, le giornate si sono accorciate, alla sera fa presto buio e fa anche frescolino, quindi niente di meglio che scaldarsi con una gustosissima vellutata di porri e patate con dei crostini di pane belli croccanti.

20130930_195638

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 porri medi
  • 2 patate
  • 1/2 lt circa di acqua o brodo vegetale
  • parmigiano grattuggiato q.b. (facoltativo)
  • olio q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • fette di pane casereccio

Preparazione:

Lavate i porri privateli della parte verde e dello strato esterno più duro e tagliateli a rondelle.

Fateli stufare in padella con un filo d’olio

20130930_190144

Pelate, lavate e tagliate le patate a piccoli tocchetti e unitele ai porri

20130930_190620

Aggiungete acqua o brodo (a vostra scelta) e lasciate cuocere coperto per circa mezz’ora o comunque finchè le patate non saranno ben ammorbidite, salate e pepate.

20130930_190728

Frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata (nel caso risultasse troppo liquida aggiungete un pochino di amido di riso o altra farina)

Preparate ora i crostini, tagliate a tocchetti piccoli delle fette di pane casereccio

20130930_18360420130930_184857

Fate tostare il pane in una padella antiaderente unta con un po’ di burro

20130930_194342

Servite la vellutata bella calda, accompagnata dai crostini e irrorata con un filo di olio e.v.o. e una spolverata di parmigiano grattuggiato.

20130930_195607

Cannelloni di ricotta con pane carasau

Oggi qui piove e fa frescolino, iniziamo prima del tempo con le domeniche tristi e uggiose caratteristiche dell’autunno, ma per allietare e rendere un po’ meno malinconica la giornata, basta un buon pranzo e un delizioso profumo in cucina per respirare subito un’aria diversa.

Un piatto che si addice perfettamente alla giornata….. dei cannelloni fatti con il pane carasau, facili e veloci, ideali per gustare una pasta al forno un po’ diversa dal solito, ma altrettanto buona.

Questa è una ricetta che ho visto fare in una puntata della Prova del cuoco e che ha attirato la mia attenzione. Dopo averla provata, devo dire che mi è piaciuta e l’ho già ripetuta parecchie volte.

20130609_125048

Ingredienti:

  • 4 dischi di pane carasau
  • 500 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • prezzemolo q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • 250 gr di sugo di pomodoro pronto
  • 200 ml. di besciamella
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per la besciamella:

  • 300 ml di latte
  • 20 gr di farina
  • 20 gr di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
Procedimento:

Lavorate la ricotta fino ad ottenere un composto liscio.

20130609_111158

Incorporate l’uovo, il parmigiano (lasciarne un cucchiaio) e abbondante prezzemolo tritato, una grattugiata di noce moscata, sale e pepe.

20130609_111507

Amalgamate tutto e mettete il composto in frigo.
Preparate la besciamella:

Fate sciogliere il burro in un pentolino,

20130517_133320

togliete dal fuoco unitevi la farina e amalgamate per bene.

20130517_133749

Versate ora il latte lentamente, mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi.

20130517_134040 20130517_134206

Amalgamate bene e rimettete sul fuoco basso, aggiungendo un pizzico di sale, noce moscata e poco pepe.

Mescolate di continuo e lasciate scaldare per circa 15 minuti, fino a quando la besciamella non si sarà addensata.

20130517_140219

Preparate ora i cannelloni:
Bagnate i fogli di pane carasau in acqua bollente,
20130609_111839
immergendoli per 5-6 secondi, stendeteli sul piano di lavoro e lasciateli ammorbidire per 2 minuti.
20130609_112157
Farcite con il composto di ricotta.
20130609_112232
Arrotolate a cannellone e disponeteli in una pirofila dove, precedentemente sarà stato messo qualche cucchiaio di besciamella.
20130609_112934
Allineate i cannelloni e coprite con il sugo ed il resto della besciamella.
20130609_113217
Spolverizzate con il parmigiano avanzato
20130609_113315
Mettete in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti.

20130609_125551

Lasagne zucchine, speck e scamorza

L’ispirazione per preparare questo piatto non mi è arrivata come di consueto, da una rivista di ricette o da un programma di cucina visto in tv, ma dalle mie nuove “colleghe” foodblogger.

Per chi come me ama sperimentare piatti nuovi, i blog di cucina sono una vera e propria fonte d’ispirazione.

E’ passato un po’ di tempo da quando ho avuto questa ispirazione, pertanto non ricordo esattamente da chi ho preso spunto (perdonatemi ed eventualmente fatelo presente), oltretutto ho visto più ricette del genere e leggi di qua, leggi di la ho deciso di provare queste lasagne, che non sono le classiche alla bolognese, ma sono in versione un po’ più estiva e devo dire che sono squisite.

20130518_195308

Ingredienti:

  • 2 zucchine tonde
  • lasagne all’uovo già pronte (o ancor meglio fresche se avete il tempo e la voglia di prepararle)
  • 100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 1 scamorza fresca
  • 1 etto e 1/2 di speak del trentino
  • sale q.b.

Per la besciamella:

  • 1 litro di latte
  • 70 gr di farina
  • 70 gr di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.

Preparazione:

Lavate le zucchine e cuocetele per una decina di minuti in acqua bollente e salata.

Una volta sbollentate, lasciatele intiepidire e tagliatele a rondelle sottili.

Tagliate anche la scamorza a fettine sottili.

Preparate ora la besciamella:

Fate sciogliere il burro in un pentolino,

20130517_133320

togliete dal fuoco unitevi la farina e amalgamate per bene.

20130517_133749

Versate ora il latte lentamente, mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi.

20130517_134040 20130517_134206

Amalgamate bene e rimettete sul fuoco basso, aggiungendo un pizzico di sale, noce moscata e poco pepe.

Mescolate di continuo e lasciate scaldare per circa 15 minuti, fino a quando la besciamella non si sarà addensata.

20130517_140219

Una volta preparati tutti gli ingredienti …..

20130517_141708

Prendete una teglia per lasagne con bordi abbastanza alti da poter contenere più strati.

Distribuite sul fondo un paio di cucchiai di besciamella, mettete ora un primo strato di lasagne (dopo averle scottate per qualche istante in acqua bollente e salata).

20130517_142234

Mettete un’altro strato di besciamella

20130517_142300

fettine di zucchine

20130517_142435

fettine di speck

20130517_142551

fettine di provola

20130517_142631

Una spolverata di parmigiano

20130517_142655

La quantità di speck non deve essere eccessiva, qualora lo fosse la lasagna risulterebbe troppo salata.

Preparate un altro strato di ingredienti alternandoli allo stesso modo e terminate con uno strato di lasagne, besciamella, qualche fettina di zucchina e di provola e una bella spolverata di parmigiano così da ottenere, a fine cottura, una bella gratinatura.

20130517_144302

Infornate a 180° per 30 minuti.

20130518_195510

Melanzane ripiene al forno

Le melanzane ripiene sono un piatto gustoso e ricco di sani sapori mediterranei.

Perfette da preparare in estate.

20130515_201157

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr. di pomodori (cuori di bue)
  • 500 gr di melanzane
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 5 cucchiai di riso
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • basilico q.b.

Procedimento:
Lavate le melanzane, tagliatele a metà e svuotatele con un cucchiaino (tenendo da parte la polpa).

20130515_182415

20130515_182747
Preparate un soffritto con la cipolla e l’aglio.

20130515_182218

Aggiungete la polpa delle melanzane tagliata a tocchetti e fate rosolare. Eliminate l’aglio, aggiungete i pomodori spelati e tagliati anch’essi a tocchetti e fate cuocere.

20130515_184624

Quando il sugo sarà cotto, aggiungete il basilico spezzettato con le mani, coprite la pentola e togliete dal fuoco.
Lessate il riso in acqua salata e scolatelo al dente

20130515_185104

Mescolate il riso con il sugo e riempite le melanzane.

Disponetele in una teglia dove avrete messo un pochino di acqua.
20130515_190735

Cospargetele con parmigiano grattuggiato mescolato al pangrattato e irrorate con un filo d’olio.

20130515_191031

Cuocete in forno ben caldo a 180° per circa 1 ora.

20130515_200945

Accorgimenti:
Per eliminare il sapore amaro delle melanzane potete tenerle a bagno in acqua e sale.
Potete preparare le melanzane ripiene di riso in anticipo e riscaldarle al momento di servirle.

Idee e Varianti:
Potete cucinare le melanzane un po’ meno light aggiungendo salumi e/o formaggio tipo mozzarella, provola, pecorino, toma ….. insomma potete sbizzarrirvi come volete.

Scialatielli funghi e salsiccia

Ecco che tornano utili i funghi raccolti dal papino e sapientemente conservati nel congelatore e meno male, così posso soddisfare le mie voglie in ogni momento, altrimenti mi rimaneva questo desiderio in sospeso e non avrei saputo attendere fino al prossimo raccolto (capricciosa :-P)

20130428_134244

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di scialatielli
  • 300 gr di funghi surgelati (se avete pazienza di aspettare, usate quelli freschi che è meglio 🙂 )
  • salsiccia di maiale (dell’ Argal di Meini Davide)

20130514_115744

  • 2 cucchiai di panna liquida
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • uno spicchio d’aglio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio q.b.

Procedimento:

Mettete in una padella capiente uno spicchio d’aglio con un po’ d’olio, aggiungete poi i funghi (che essendo surgelati rilasceranno acqua), fateli asciugare (non troppo perchè un pò di sugo serve) e aggiungete una manciata di prezzemolo tritato.

20130428_130419

In un’altra pentola (senza aggiungere olio) fate cuocere la salsiccia tagliata a tocchetti e privata della pelle.

20130428_125405

Fatela rosolare bene e durante la cottura sminuzzatela grossolanamente con l’aiuto di una forchetta.

20130428_130720

Unite i funghi alla salsiccia, aggiungete la panna, salate, pepate e mescolate per bene.

20130428_131125

20130428_131349

Cuocete gli scialatielli in abbondante acqua salata e quando saranno pronti saltateli in padella per qualche minuto con il condimento di salsiccia e funghi per far si che la pasta si mescoli bene con il sugo.

20130428_133757

Se necessario aggiungere un filo di olio a crudo.

Servite subito e spolverizzate a piacere con della ricotta salata.

Ravioli di robiola e noci

Vi propongo nuovamente una ricetta con la pasta integrale fatta in casa …… la devo sperimentare in tutti i modi 🙂

Quello di oggi devo ammettere che è stato un esperimento perfettamente riuscito e credo che questo “primo” entrerà ufficialmente nella top ten dei miei piatti preferiti.

La robiola e le noci come ripieno di questi ravioli integrali è azzeccatissimo, il risultato finale è piacevole e delicato, un unione armonica di sapori ….. un “matrimonio perfetto”.

20130503_203125

Ingredienti per 4 persone:

Per il ripieno:

  • 200 gr di robiola
  • 50 gr di noci sgusciate
  • un pizzico di sale

20130503_182953

Per il condimento:

  • 50 gr di burro
  • 5 o 6 foglie di salvia

Procedimento:

Mettete le noci in un mixer e sminuzzatele.

20130503_183208

Aggiungete la robiola e un pizzico di sale e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo.

20130503_183812

Tirate la pasta in una sfoglia sottile e ricavate dei dischi del diametro di 8 cm.

20130503_185855

Al centro di ciascun disco disponete un cucchiaino di ripieno

20130503_190658

Spennellate leggermente i bordi con un po’ di acqua e chiudete a mezzaluna premendo per bene.

Rifinite con i rebbi di una forchetta.

20130503_191620

20130503_193832

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il burro fuso e la salvia. Spolverizzate a piacere con parmigiano grattuggiato e noci sbriciolate.

Se non utilizzate immediatamente i ravioli, ecco come conservarli:

Disponeteli, bene infarinati (si può optare, oltre che per la farina, anche per il semolino o per la semola di grano duro: sono meno soggetti all’umidità), in un vassoio, in cui avrete precedentemente disposto un canovaccio asciutto; riponete il vassoio in freezer e lasciate congelare i ravioli. Dopo un paio d’ore, sarà possibile toglierli dal vassoio e riporli in un sacchetto da conservare in freezer , senza il timore che si possano rompere urtando tra di loro.

Tagliolini alla crema di asparagi e pinoli

Penserete: ………. “Un’altra ricetta a base di asparagi?!

Certo! 🙂 Perchè oltre ad essere buoni e a fare bene, è possibile utilizzarli in talmente tanti modi, che almeno quando sono di stagione godiamoceli!!!

20130505_131403

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di tagliolini all’uovo
  • 250 gr di asparagi
  • 3 cucchiaini di pinoli
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • olio d’oliva q.b.
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Mondate gli asparagi e lessateli in acqua salata finchè non risulteranno morbidi al punto giusto.

Scolateli e tagliate le punte più tenere, tenendole da parte.

Dopo aver tagliato a tocchetti i gambi, passateli nel mixer e unite i pinoli, il formaggio, l’olio e un pizzico di noce moscata.

20130505_124518

Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo (se la crema risultasse troppo densa unite 1 cucchiaio d’acqua di cottura degli asparagi).

20130505_125007

Lessate le tagliatelle in acqua salata e conditele con la crema, le punte di asparagi e pinoli.