Pan brioche “mania” ….. il mio Albero di Natale

Non ho potuto resistere alla tentazione e dopo aver visto mille immagini di pan brioche impazzare per tutto il web (da facebook ai vari blog di cucina), dovevo provarlo anch’io 🙂 ed ecco quindi la mia versione del pan brioche natalizio.

Sono sicura che chi non l’ha ancora sperimentato, lo farà sicuramente e quale miglior occasione se non il Natale per portare in tavola questo scenografico dolce?!

Vi assicuro che è anche molto buono 🙂

Oltre a questa versione a forma di albero ne esiste anche un’altra carinissima a forma di stella, che ha sperimentato un’amica foodblogger Silvia (se volete dargli un’occhiata eccolo qui!)

20131120_153757

Ingredienti:

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina manitoba
  • 2 uova
  • 60 gr zucchero
  • 180 gr di latte
  • 30 gr burro
  • 1 bustina di lievito di birra secco (oppure 12 gr di lievito di birra fresco)

Per farcire e decorare:

  • nutella q.b.
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 manciata di smarties
  • zucchero a velo q.b.

Procedimento:

In un contenitore ampio miscelate le farine, aggiungete lo lievito e lo zucchero, mescolate bene.

Formate un buco al centro e sgusciate le uova

20131120_112458

sbattetele leggermente, poi aggiungete a filo il latte e il burro sciolto in precedenza e fatto intiepidire, lavorate il tutto con le mani fino a formare un impasto morbido

20131120_113449

Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate lievitare in luogo caldo fino al raddoppio di volume.

Dividete l’impasto in 4 parti uguali

20131120_132032

Stendete ognuna fino a formare un rettangolo alto pochi millimetri da cui ricaverete poi un triangolo.

Ponete il primo triangolo sulla teglia e spalmate sopra un velo di nutella lasciando 1 cm dai bordi, coprite con l’altro triangolo  facendo aderire delicatamente e sigillando bene i bordi, poi spalmate sopra un altro strato di nutella, proseguite così fino a finire i triangoli. Iniziate a praticare i tagli, cosi come rappresentato in figura.

Albero 2

Lasciate lievitare circa 30 minuti poi spennellate delicatamente con un pò di latte infornate per circa 25/30 minuti a 180°.

20131120_152952

Lasciate intiepidire, spolverizzate con zucchero a velo e decorate a piacere con degli smarties così da rendere ancora più bello il vostro alberello 🙂

P.s.: Con i ritagli di pasta avanzati potete fare dei piccoli bocconcini di pan brioche come ho fatto io e vi assicuro che se avete dei bimbi apprezzeranno moltissimo 🙂

Con questa ricetta partecipo al 9° contest di Deliziandovi:

Christmas Time

banner-christmas-time

Bonèt …. il dolce tipico del Piemonte

Un dolce squisito e goloso che almeno una volta nella vita bisogna assaggiare 🙂 è tipico della tradizione piemontese e per questo non può certo mancare tra le mie ricette.

Se non avete tempo e voglia di prepararlo, lo potrete sicuramente gustare in qualsiasi ristorante tipico del Piemonte, perchè è sempre presente nella lista dei dolci della casa.

Qualche curiosità sul termine “bonèt”:

“In lingua piemontese il termine bonèt indica un cappello o berretto tondeggiante, la cui forma ricorda quella dello stampo in cui viene cotto il budino.

Di fatto lo stampo di rame in cui si cuocevano i budini e i flan, veniva chiamato bonèt ëd cusin-a cioè cappello da cucina, berretto del cuoco. Il dolce avrebbe quindi preso il nome dallo stampo. Questa è l’interpretazione che viene data dal vocabolario Piemontese/Italiano di Vittorio di Sant’Albino del 1859.

Un’altra interpretazione diffusa nelle Langhe, una delle zone di origine, ritiene che il nome richiamasse il cappello perché il dolce veniva servito alla fine del pasto. Come si indossa il cappello da ultimo prima di uscire, così si mangiava il bonèt da ultimo prima di terminare il pranzo o la cena: a cappello di tutto il resto.”

20130315_195919

Ingregienti per 12 porzioni:

  • 500 ml di latte
  • 3 uova intere e 1 tuorlo
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 5 g di cognac
  • 75 gr di cacao amaro
  • 120 gr di amaretti pestati
  • caramello (300 gr zucchero, 100 ml di acqua, 1 bustina di vanillina)

PREPARAZIONE:

Per il caramello: Mettete in una casseruola lo zucchero, l’acqua e una bustina di vanillina

20130315_155416

e lasciate cuocere a fuoco medio fino a che non assumeranno un colore bruno intenso.

20130315_161800

Versate il caramello negli stampini e lasciate raffreddare.

20130315_162932

Per il bonet: Sbattete le uova con lo zucchero,

20130315_164207

incorporate il cacao, gli amaretti sbriciolati e il cognac.

20130315_165132

A parte riscaldate il latte e aggiungetelo al composto, mescolando sempre con l’aiuto di una frusta.

20130315_170428

Versate poi l’impasto negli stampini caramellati in precedenza.

20130315_171012

Mettete gli stampi in una placca contenente dell’acqua calda e cuocete in forno a bagnomaria a 150° per 40 minuti, aspettando che sia completamente rappreso.

Sfornate e lasciate raffreddare, rivoltate i bounet su dei piattini e guarnite a piacere.

Con questa ricetta partecipo all’ 8° contest di Deliziandovi sulle ricette regionali

Insalata russa

Un antipasto classico, un po’ laborioso da preparare, ma che da una gran soddisfazione.

Ideale da presentare sulle tavole importanti, nei giorni di festa.

Insalata russa

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 200 g di carote
  • Olio extra vergine di oliva
  • 500 g di patate
  • pepe macinato a piacere
  • 300 g di piselli
  • sale
  • 2 uova
  • 300 g di maionese

Ingredienti per la maionese:

  • 1 cucchiaino di aceto
  • il succo di ½ limone
  • 250 ml di olio di semi
  • sale
  • 2 tuorli d’uovo

Preparazione della maionese:

Per prima cosa, per preparare la maionese, bisogna fare attenzione ad usare olio e uova a temperatura ambiente e di separare molto bene il tuorlo dal bianco. A questo punto prendete una ciotola dai bordi alti e posizionatela su di un canovaccio inumidito (così durante la lavorazione della maionese non si muoverà); mettete i tuorli in una ciotola con un pizzico di sale e il pepe, poi aggiungete un cucchiaino d’aceto.

Lavorate gli ingredienti con uno sbattitore elettrico (o con un robot da cucina) e poi incominciate a versare l’olio a gocce, continuando poi a filo (ma un filo sottilissimo).

Dovrete mescolare sempre nello stesso senso fino ad ottenere una salsa densa. Quando avrete aggiunto tutto l’olio, potete unire il succo di limone (sempre sbattendo), ed eventualmente aggiustare ancora di sale e pepe. Se non la consumerete immediatamente, mettete in frigorifero la maionese così ottenuta, coprendola con della pellicola trasparente.

Preparazione dell’insalata russa:

Lavate le patate e le carote, sbucciatele e tagliatele a dadini grandi non più di un pisello.

Mettete intanto a lessare separatamente le carote, le patate e i piselli (potete cuocerli anche a vapore) in acqua bollente e salata, stando attenti alla cottura, che deve lasciare le verdure croccanti, e non sfatte (ci vorranno circa dai 7 ai 10 minuti per le patate, e dai 5 ai 7 minuti per le carote, a seconda poi del taglio).

A cottura ultimata, scolate le verdure e lasciatele raffreddare preferibilmente dentro ad un colino in modo che perdano tutta l’acqua di cottura e risultino asciutte. Nel frattempo rassodate le due uova, poi intiepiditele sotto l’acqua fredda corrente, sbucciatele e lasciatele raffreddare.

Quando le verdure saranno tiepide, mettetele dentro ad una ciotola, quindi condite con olio (poco), aceto (1-2 cucchiaini), sale e pepe. Successivamente quando si saranno raffreddate, unite la maionese ed eventualmente, aggiustate di sale. A questo punto potete utilizzare le uova sode per decorare la pietanza. Ponete l’insalata russa in frigorifero per almeno un’ora ad insaporirsi e raffreddare.

Se volete presentare l’insalata russa in modo elegante, potete versarla in un qualsiasi stampo foderato con dell’alluminio e metterla in frigorifero per almeno un’ora.

Trascorso il tempo indicato, potrete capovolgere lo stampo su  di un piatto da portata, togliere l’alluminio e decorare l’insalata russa con le fettine di uova sode e con dell’altra maionese e ingredienti come, acciughe, capperi, olive, ecc..