Flan di zucchine con fonduta

Buondì amici cari, oggi finalmente sono riuscita a ritagliarmi un attimo di tempo, per scrivere questa semplice ricetta ed imbastirne altre, che spero di riuscire a pubblicare nei prossimi giorni.

Adoro i flan per la loro sofficità e perchè permettono di spaziare tra i gusti più diversi, infatti qualsiasi verdura può essere sostituita alle zucchine, basta mantenere gli stessi quantitativi ed il risultato sarà sempre ottimo! 🙂

L’importante per ottenere un flan sostenuto e soffice è che non si sgonfi e per questo dovete prestare la massima attenzione ad amalgamare dolcemente gli albumi, ben montati a neve ferma, aiutandovi con un cucchiaio, con il classico movimento dall’alto verso il basso.
Mi raccomando, non aprite mai il forno durante la cottura! 😉

 20141123_130302

Ingredienti per 3/4 flan:

  • 250 gr di zucchine
  • 1 uovo
  • burro q.b.
  • 100 ml di panna da cucina
  • sale q.b.

Per la fonduta:

  • 1 etto e 1/2 di fontina
  • 1 uovo
  • latte q.b.
  • 1 cucchiaio raso di farina

N.B.: Raddoppiate le dosi di verdura, panna e uova nel caso vogliate fare più flan, mentre la quantità di fonduta che si ricava con gli ingredienti che vi ho indicato è abbondante ed è sufficiente per guarnire fino a 6/8 flan.

Preparazione:

Lavate le zucchine, spuntatele, tagliatele a rondelle e fatele cuocere in una padella antiaderente con una noce di burro, finchè non si saranno ammorbidite ed il liquido formatasi in cottura si sarà completamente asciugato, salate e lasciate intiepidire.

20141123_112408

Dopodichè frullatele fino ad ottenere una crema.

Aggiungete la panna, incorporate il tuorlo e mescolate bene.

20141123_121011 20141123_121043

20141123_121131 20141123_121223

Montate l’ albume a neve ferma e incorporatelo al composto a cucchiaiate.

20141123_121656

Riempite degli stampini di alluminio che avrete precedentemente imburrato

20141123_122057

Cuocete a bagnomaria in forno caldo a 180° per 30 minuti.

In attesa che cuociano i flan, preparate la fonduta mettendo in un pentolino la fontina tagliata a tocchetti, il latte (deve ricoprire la fontina), l’uovo e un cucchiaio raso di farina.

20130319_184932

Mettete sul fuoco a sciogliere ed addensare, finchè non otterrete una crema.

20130319_190134

Se il composto dovesse risultare grumoso, passate al mixer e rimettete sul fuoco ad addensare.

Ecco i flan una volta sfornati.

20141123_125557

Capovolgete delicatamente ogni flan su di un piattino, coprite con la fonduta bella calda e servite immediatamente.

20141123_130210

Arrosto di tacchino alla crema di funghi porcini

Ormai mancano poco meno di 2 settimane al Natale e starete sicuramente pensando a cosa preparare di speciale per stupire ed allietare il palato dei vostri ospiti.

Io cerco sempre di pensare a qualcosa che possa essere preparato con un po’ d’anticipo per non rischiare di dover passare tutta la giornata ai fornelli, del resto anche la “cuoca” deve poter fare un po’ di festa almeno nel giorno di Natale, no!? 😉

Oggi quindi vi propongo un arrosto di tacchino, impreziosito da funghi porcini, che ho sapientemente conservato nel congelatore lavandoli e tagliandoli a tocchetti, quando il mio papi me li ha portati freschi un paio di mesi fa.

20131206_144108

Ingredienti:

  • 1 kg circa di fesa di tacchino possibilmente legata con uno spago, per far sì che mantenga bene la forma e sia più semplice da tagliare (io per questo mi sono affidata al mio macellaio di fiducia l’ Argal di Meini Davide )

20131206_110000

  • 500 ml di latte
  • 250 gr di funghi porcini (freschi se li trovate, altrimenti surgelati vanno benissimo)

20131022_18375220131022_184417

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • aromi per arrosti q.b.
  • vino bianco (meno di mezzo bicchiere)
  • 1 cucchiaio raso di farina o fecola di patate

Preparazione:

Mettete i funghi ancora surgelati in una padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio, lasciate cuocere finchè non si saranno ammorbiditi , salate e mettete da parte (ricordatevi di eliminare l’aglio).

20131206_123522

Mettete in una pentola capiente un po’ d’olio, aggiungete la carota, il sedano e la cipolla finemente tritati e rosolate per qualche minuto,

20130328_164248

poi aggiungete l’arrosto facendolo dorare da tutti i lati, salate, aggiungete gli aromi e i funghi (tenendone da parte qualcuno per la decorazione)

20131206_125250

Sfumate con un goccio di vino bianco e una volta evaporato aggiungete 500 ml di latte,

20131206_125438

poi chiudete con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 1 ora abbondante.

A cottura ultimata, togliete l’arrosto dal fuoco, lasciatelo raffreddare e poi tagliatelo a fettine.

20131206_142351

Passate al mixer il fondo di cottura e se risultasse troppo liquido aggiungete un cucchiaio raso di farina oppure di fecola e mettete ad addensare la salsa sul fuoco.

Disponete le fettine di arrosto in una padella un po’ larga, versatevi sopra la salsa ai funghi e riscaldate appena prima di servire.

Impiattate poi le fettine di arrosto, irrorandole con la loro salsa e decorando a piacere con i funghi tenuti da parte.

Un doveroso ringraziamento all’ Argal di Meini Davide

per l’ottima carne che mette a disposizione per la preparazione dei miei piatti

Bocconcini di pollo al sesamo

Il pollo preparato in questo modo è croccante e sfizioso … lo trovo ottimo.

20130409_195217

Ingredienti per 3/4 persone:

  • 500 gr di petto di pollo intero
  • 4 cucchiai di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 1 uovo
  • farina q.b.
  • olio per friggere q.b.
  • sale q.b.

Per la salsa:

  • 3 cucchiai di maionese
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato

Procedimento:

Tagliate il pollo in piccoli pezzi.

20130409_184203

Passateli nella farina, nell’uovo e poi nel pangrattato mescolato con i semi di sesamo.

20130409_184953

20130409_190732

Cuoceteli in una padella antiaderente con abbondante olio caldo, da entrambi i lati finchè non risultino ben cotti e leggermente dorati e salate.

20130409_194213

Scolate i bocconcini, e metteteli ad asciugare su un foglio di carta assorbente

20130409_194938

Preparate una salsa di accompagnamento mescolando la maionese con il prezzemolo tritato e servite i bocconcini ben caldi.

Filetto di maiale in salsa di mirtilli con purè di patate

Questo è un piatto dall’accostamento insolito, ma ottimo! Il dolce dei mirtilli in contrasto con il gusto deciso della carne di maiale, rende il tutto armonico e delicato.

Se vi piacciono gli abbinamenti particolari, vi consiglio di provarlo.

Filetto di maiale in salsa di mirtilli e purè di patate

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 filetti di maiale
  • 1 piccolo scalogno
  • farina q.b.
  • sale q.b.
  • 1 noce di burro
  • olio q.b.

Per la salsa di mirtilli:

  • 100 gr di mirtilli
  • 1 bicchiere d’acqua
  • sale q.b.
  • zucchero q.b.

Per la purea:

  • 4 patate
  • latte q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

Infarinate leggermente la carne. Mettete sul fuoco una padella antiaderente con 2-3 cucchiai di olio e una noce di burro, unite lo scalogno (dopo averlo tritato finemente) e fatelo soffriggere a fiamma bassa; mettete ora i filetti e fateli  rosolare 5 minuti per lato a fuoco moderato, dopodichè metteteli da parte.

Lavate e asciugate i mirtilli, schiacciateli un po’ con una forchetta e fateli cuocere in un pentolino a fuoco lento aggiungendo l’acqua, sale e zucchero.
Dovrete ottenere una salsina agrodolce. Continuate la cottura lentamente finchè la salsa sarà  piuttosto ristretta.

Mettete a bollire le patate, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate per ridurle in purea.

Mettete sul fuoco una padella con del burro, unite le patate schiacciate, aggiungete del latte fino ad ottenere la consistenza desiderata, mescolate per bene e salate.

Suddividete ora nei  piatti la carne e versatevi sopra il sugo di mirtilli, mentre in una scodellina a parte mettete il purè di patate.

Arrosto di tacchino al latte

Un secondo piatto tenero e dal gusto delicato, che è apprezzato molto anche dai bimbi. Ideale da portare in tavola in un giorno di festa o per il pranzo della domenica.

20130328_200042

Ingredienti:

  • 800 gr di fesa di tacchino (possibilmente legata con uno spago per far sì che mantenga la forma)
  • 500 ml di latte
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • aromi per arrosti q.b.
  • vino bianco meno di mezzo bicchiere
  • 1 cucchiaio raso di farina o fecola di patate

Preparazione:

Mettete in una pentola capiente un po’ d’olio, aggiungete la carota, il sedano e la cipolla finemente tritati e rosolate per qualche minuto,

20130328_164248

poi aggiungete l’arrosto facendolo dorare da tutti i lati, salate e aggiungete gli aromi.

20130328_164404

Sfumate con un goccio di vino bianco, aggiungete 500 ml di latte,

20130328_164923

poi chiudete con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 1 ora abbondante.

A cottura ultimata, togliete l’arrosto e una volta intiepidito tagliatelo a fettine.

20130328_183001

Passate al mixer il fondo di cottura,

20130328_184138

aggiungete un cucchiaio raso di farina oppure di fecola per fare addensare nel caso risultasse troppo liquido, mescolate e mettete sul fuoco, lasciando andare lentamente finchè non diventa denso.

Disponete le fettine di arrosto in una padella un po’ larga, versatevi sopra la salsa al latte e se necessario riscaldate un po’ prima di servire.

20130328_184322

Impiattate poi le fettine di arrosto, irrorandole con la loro salsa.

P.s. Con questa salsa si può preparare anche l’arrosto di maiale e quello di vitello, io personalemente preferisco il tacchino perchè rimane molto più tenero.

Insalata russa

Un antipasto classico, un po’ laborioso da preparare, ma che da una gran soddisfazione.

Ideale da presentare sulle tavole importanti, nei giorni di festa.

Insalata russa

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 200 g di carote
  • Olio extra vergine di oliva
  • 500 g di patate
  • pepe macinato a piacere
  • 300 g di piselli
  • sale
  • 2 uova
  • 300 g di maionese

Ingredienti per la maionese:

  • 1 cucchiaino di aceto
  • il succo di ½ limone
  • 250 ml di olio di semi
  • sale
  • 2 tuorli d’uovo

Preparazione della maionese:

Per prima cosa, per preparare la maionese, bisogna fare attenzione ad usare olio e uova a temperatura ambiente e di separare molto bene il tuorlo dal bianco. A questo punto prendete una ciotola dai bordi alti e posizionatela su di un canovaccio inumidito (così durante la lavorazione della maionese non si muoverà); mettete i tuorli in una ciotola con un pizzico di sale e il pepe, poi aggiungete un cucchiaino d’aceto.

Lavorate gli ingredienti con uno sbattitore elettrico (o con un robot da cucina) e poi incominciate a versare l’olio a gocce, continuando poi a filo (ma un filo sottilissimo).

Dovrete mescolare sempre nello stesso senso fino ad ottenere una salsa densa. Quando avrete aggiunto tutto l’olio, potete unire il succo di limone (sempre sbattendo), ed eventualmente aggiustare ancora di sale e pepe. Se non la consumerete immediatamente, mettete in frigorifero la maionese così ottenuta, coprendola con della pellicola trasparente.

Preparazione dell’insalata russa:

Lavate le patate e le carote, sbucciatele e tagliatele a dadini grandi non più di un pisello.

Mettete intanto a lessare separatamente le carote, le patate e i piselli (potete cuocerli anche a vapore) in acqua bollente e salata, stando attenti alla cottura, che deve lasciare le verdure croccanti, e non sfatte (ci vorranno circa dai 7 ai 10 minuti per le patate, e dai 5 ai 7 minuti per le carote, a seconda poi del taglio).

A cottura ultimata, scolate le verdure e lasciatele raffreddare preferibilmente dentro ad un colino in modo che perdano tutta l’acqua di cottura e risultino asciutte. Nel frattempo rassodate le due uova, poi intiepiditele sotto l’acqua fredda corrente, sbucciatele e lasciatele raffreddare.

Quando le verdure saranno tiepide, mettetele dentro ad una ciotola, quindi condite con olio (poco), aceto (1-2 cucchiaini), sale e pepe. Successivamente quando si saranno raffreddate, unite la maionese ed eventualmente, aggiustate di sale. A questo punto potete utilizzare le uova sode per decorare la pietanza. Ponete l’insalata russa in frigorifero per almeno un’ora ad insaporirsi e raffreddare.

Se volete presentare l’insalata russa in modo elegante, potete versarla in un qualsiasi stampo foderato con dell’alluminio e metterla in frigorifero per almeno un’ora.

Trascorso il tempo indicato, potrete capovolgere lo stampo su  di un piatto da portata, togliere l’alluminio e decorare l’insalata russa con le fettine di uova sode e con dell’altra maionese e ingredienti come, acciughe, capperi, olive, ecc..