Malloreddus alla campidanese (o quasi)

Oggi vi propongo un primo piatto (rivisitato a mio gusto) tipico della Sardegna, una terra che adoro, non solo per i paesaggi ed il mare mozzafiato, ma anche per la squisita cucina.

I malloreddus alla campidanese che sono un piatto saporito e gustoso, imperdibile per chi ama i sapori rustici.

I malloreddus, definiti anche gnocchetti sardi, sono senz’altro la più classica delle paste sarde. Hanno la forma di conchiglie rigate lunghe da circa 2 cm in su, e son fatti di farina di semola e acqua.

20131126_202018

Ingredienti per 6/8 persone:

  • 450 gr di malloreddus
  • 1 melanzana
  • 250 gr di salsiccia
  • 1/2 cipolla
  • 500 gr di pomodori ciliegino
  • vino bianco secco q.b.
  • sale q.b.
  • origano q.b.
  • olio e.v.o. q.b.
  • peperoncino (a piacere)
  • pecorino sardo grattuggiato

20131126_175431

Preparazione:

Lavate e tagliate a tocchetti la melanzana e mettetela in uno scolapasta con un po’ di sale, in modo che perda l’acqua in eccesso.

20131126_180550

Fate imbiondire la cipolla tritata in poco olio,

20131126_181908

unite la salsiccia spellata e sbriciolata, lasciandola rosolare per pochi minuti,

20131126_182329

scolate il grasso in eccesso, quindi versate il vino e lasciatelo evaporare.

20131126_182924

Unite la melanzana tagliata a dadini.

20131126_183056

Unite anche  il peperoncino, mescolate e fate insaporire 5 minuti; aggiungete i pomodori tagliati a spicchi, l’origano il sale e fate cuocere a recipiente coperto, per 20 minuti a fiamma bassa.

20131126_183353

Cuocete i malloreddus in abbondante acqua salata, una volta raggiunta la cottura desiderata, fateli insaporire qualche istante in padella con il sugo preparato e nel caso in cui il sugo risultasse troppo asciutto, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta,

Servite con abbondante pecorino sardo grattugiato.

20131126_200442

Baci di dama

Allora avete salutato l’anno passato e dato il benvenuto a questo nuovissimo 2014?
Immagino di si!
Ho deciso di iniziare in dolcezza con questa ricettina dei baci di dama, dei biscottini fragranti ed irresistibili, per mandare a tutti voi mille baci virtuali, con l’augurio che sia un anno prospero, ricco di soddisfazioni, felicità, salute e ………….. pieno d’amore ❤
20131222_172411
INGREDIENTI PER 45 BACI:
  • 125 g di farina 00
  • 125 g di fecola
  • 150 g di burro
  • 60 g di zucchero a velo
  • 100 g di nocciole pelate
  • 60 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 150 g di cioccolato fondente (o al latte a seconda dei vostri gusti)

20131222_145413

PROCEDIMENTO:

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Tritate finemente le nocciole con lo zucchero semolato.

20131222_145550

In una ciotola lavorate a crema il burro,

20131222_150529

incorporatevi la farina, la fecola, lo zucchero a velo, le nocciole tritate e l’uovo.

20131222_145930

Mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo di media consistenza.

Con l’impasto ottenuto fate una palla, schiacciatela leggermente e copritela con la pellicola, quindi mettete il panetto in frigorifero a riposare almeno per un’ora.

20131222_152251

Trascorso il tempo necessario estraete l’impasto dal frigo, dividetelo in circa 80/ 90 palline tutte uguali e schiacciatele appena. Disponetele su di una teglia su cui avrete messo un foglio di carta fa forno e cuocete in forno caldo a 170° per circa diciotto-venti minuti.

20131222_161219

Una volta cotti i biscotti, fateli raffreddare su una gratella.

20131222_163508

Nel frattempo prendete il cioccolato, tagliatelo a pezzi grossi e fatelo sciogliere a bagnomaria.

20131222_163559

20131222_163845

Mettete il cioccolato sciolto in una sac-à-poche e stendetene un po’ sulla parte piatta di un biscotto, quindi richiudete con un’altro biscotto.

20131222_164724

Completati i baci di dama alle nocciole, poneteli su una gratella; quando il cioccolato si sarà asciugato, i biscottini resteranno uniti e saranno pronti da gustare!

Cotechino in crosta

Questo è uno di quei piatti che fin da quand’ero bambina, non è mai mancato la notte dell’ultimo dell’anno.

Il cotechino è un piatto tipico del menù delle feste natalizie ed in particolar modo della notte di capodanno, perché la tradizione dice che mangiare un pezzetto di cotechino prima della mezzanotte, sia di buon  augurio per l’anno nuovo.

Io solitamente lo accompagno con delle lenticchie, che per la loro particolare forma tonda ed appiattita ricordano delle monete, che pare “portino soldi”. Diciamo che in tutti questi capodanni ricchi di lenticchie, non è che io abbia mai notato grossi benefici dal lato economico :-), ma penso sia bello conservare le tradizioni e credere in qualcosa.

Le lenticchie rappresentano anche un simbolo per augurare una crescente prosperità, questa associazione nasce proprio perché grazie alla cottura, aumentano di volume.

Il cotechino in crosta è la soluzione per non presentare questo piatto sempre alla solita maniera. E’ gustoso e semplicissimo da realizzare.

Cotechino in crosta

INGREDIENTI PER LA PREPARAZIONE DI 2 COTECHINI:

  • 2 cotechini precotti da 500 gr l’uno
  • 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
  • 1 albume d’uovo
  • latte q.b.

PROCEDIMENTO:

Mettete il cotechino in una pentola con l’acqua fredda e cuocetelo per circa 15/20 minuti da quando comincerà a bollire. Aprite da un lato la confezione argentata del cotechino, eliminate tutto il grasso e trasferite il cotechino in un piatto. Eliminate la pelle.

Stendete leggermente la pasta sfoglia, posizionatevi il cotechino, avvolgetelo e richiudete come per formare un rotolo (eliminate la pasta in eccesso).

Con la pasta avanzata ricavate delle decorazioni da posizionare sul rotolo di pasta sfoglia (io ho utilizzato delle formine per biscotti).

20131201_115245

20131201_115325

20131201_115823

Spennellate la superficie della pasta sfoglia con un’albume d’uovo sbattuto con un goccio di latte.

Mettete il cotechino su di una teglia ricoperta da carta da forno e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25/30 min. o comunque fino a che non risulterà bello dorato.

Tagliate il rotolo a fette non troppo sottili impiattate e servite caldo con un contorno di lenticchie o purè di patate.

20131201_124040

Un dolce augurio di Buon Natale

Il Natale non è una data. E’ uno stato d’animo!

(Mary Ellen Chase)

– – – – – –

Un dolce dono virtuale da

“La mia cucina semplice”

per un augurio di un felice e sereno Natale

 20131212_110144

Ingredienti:

  • 300 gr di farina
  • 90 gr di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 125 gr di burro
  • mezza bustina di lievito
  • 300 gr di marmellata

Procedimento:

Per il procedimento seguite la ricetta della mia “crostata garantita

Una volta preparata la pasta frolla e averla cosparsa con la marmellata, utilizzate la frolla rimasta per fare (anzichè delle striscette da disporre a graticola sulla crostata) delle lettere per comporre la scritta “Buon Natale”

Mettete in forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Lasciate raffreddare e trasferite su di un piatto da portata.

P.s.: La scritta di auguri sulla crostata è un modo veloce per personalizzare un dolce di facilissima esecuzione.

Ravioli di pesce e patate con pomodori datterini e olive taggiasche

Oggi vi propongo un primo piatto fatto con la pasta fresca, genuino e leggero e che per i suoi ingredienti possiamo anche considerare piatto unico.

Adoro i ravioli di ogni forma e con ogni tipo di ripieno, ma devo dire che questi, insieme ai ravioli di pasta integrale, sono tra i miei preferiti.

Danno un po’ di lavoro, ma è una gran soddisfazione creare questi piatti interamente con le proprie mani ed il gusto è superlativo.

L’unica pecca è che finiscono davvero troppo in fretta 🙂

20131121_195800

INGREDIENTI PER 2 PERSONE (circa 30 ravioli):

Per i ravioli:

  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • 200 gr di filetto di merluzzo o altro pesce a scelta
  • 100 gr di patate
  • sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Per il condimento:

  • 250 gr di pomodori datterini
  • olio e.v.o. q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo q.b.
  • un cucchiaio di olive taggiasche denocciolate
  • sale q.b.

Procedimento:

Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro e aggiungete al centro le uova.

20130310_105841

Impastate energicamente lavorando l’impasto con il palmo delle mani, fino a che non risulti liscio, compatto e abbastanza lucido.

Se l’impasto dovesse essere troppo morbido aggiungete della farina. Se al contrario, risultasse troppo duro, incorporate una o due cucchiaiate di acqua.

Formate ora una palla.

20130310_111201

Prima di iniziare a lavorare la pasta con la macchina è opportuno dividere l’impasto in pezzi uguali.

Si prende poi uno dei pezzi di pasta e lo si schiaccia con la pressione del palmo della mano, fino a fargli prendere la forma di un disco.

Si passa quindi attraverso i rulli della macchina, dopo avere posizionato la loro distanza sul numero corrispondente allo spessore più grosso.

L’operazione si ripete 2-3 volte, ripiegando ogni volta la sfoglia su se stessa.

20130310_112417

20131121_180721

Arrivati allo spessore desiderato la sfoglia è pronta per essere farcita.

Preparate ora il ripieno:

Lessate le patate in acqua bollente e salata, passatele poi allo schiacciapatate.

In una padella scaldate un filo d’olio con uno spicchio d’aglio, cuocete il pesce e salate.

20131121_173732

In una ciotola unite la purea di patate ed il pesce e con una forchetta schiacciate ed amalgamate per bene il composto (ricordatevi di eliminare l’aglio 🙂 )

20131121_181633

Disponete ora dei piccoli mucchietti del composto sulla pasta, mettendoli equidistanti tra di loro e posizionati nella parte bassa della sfoglia (come in foto)

20131121_182305

Spennellate con un po’ di acqua i bordi della pasta prima di ripiegarla sopra la farcitura in modo che aderisca bene e per far si che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Chiudete per bene la pasta cercando di non lasciare sacche d’aria.

20131121_183738

Ritagliate i ravioli (io ho utilizzato un’apposita rotella) e disponeteli su di un piano infarinato.

20131121_185156

Peparate il condimento mettendo in una padella un po’ di olio con uno spicchio d’aglio, aggiungete i pomodorini tagliati a rondelle, le olive taggiasche e salate.

20131121_192327

Coprite e lasciate cuocere per una decina di minuti.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata.

Una volta cotti spadellateli insieme al condimento in modo che si insaporiscano per bene e serviteli caldi guarnendoli con qualche fogliolina di prezzemolo.

20131121_195424

Arrosto di tacchino alla crema di funghi porcini

Ormai mancano poco meno di 2 settimane al Natale e starete sicuramente pensando a cosa preparare di speciale per stupire ed allietare il palato dei vostri ospiti.

Io cerco sempre di pensare a qualcosa che possa essere preparato con un po’ d’anticipo per non rischiare di dover passare tutta la giornata ai fornelli, del resto anche la “cuoca” deve poter fare un po’ di festa almeno nel giorno di Natale, no!? 😉

Oggi quindi vi propongo un arrosto di tacchino, impreziosito da funghi porcini, che ho sapientemente conservato nel congelatore lavandoli e tagliandoli a tocchetti, quando il mio papi me li ha portati freschi un paio di mesi fa.

20131206_144108

Ingredienti:

  • 1 kg circa di fesa di tacchino possibilmente legata con uno spago, per far sì che mantenga bene la forma e sia più semplice da tagliare (io per questo mi sono affidata al mio macellaio di fiducia l’ Argal di Meini Davide )

20131206_110000

  • 500 ml di latte
  • 250 gr di funghi porcini (freschi se li trovate, altrimenti surgelati vanno benissimo)

20131022_18375220131022_184417

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • aromi per arrosti q.b.
  • vino bianco (meno di mezzo bicchiere)
  • 1 cucchiaio raso di farina o fecola di patate

Preparazione:

Mettete i funghi ancora surgelati in una padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio, lasciate cuocere finchè non si saranno ammorbiditi , salate e mettete da parte (ricordatevi di eliminare l’aglio).

20131206_123522

Mettete in una pentola capiente un po’ d’olio, aggiungete la carota, il sedano e la cipolla finemente tritati e rosolate per qualche minuto,

20130328_164248

poi aggiungete l’arrosto facendolo dorare da tutti i lati, salate, aggiungete gli aromi e i funghi (tenendone da parte qualcuno per la decorazione)

20131206_125250

Sfumate con un goccio di vino bianco e una volta evaporato aggiungete 500 ml di latte,

20131206_125438

poi chiudete con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 1 ora abbondante.

A cottura ultimata, togliete l’arrosto dal fuoco, lasciatelo raffreddare e poi tagliatelo a fettine.

20131206_142351

Passate al mixer il fondo di cottura e se risultasse troppo liquido aggiungete un cucchiaio raso di farina oppure di fecola e mettete ad addensare la salsa sul fuoco.

Disponete le fettine di arrosto in una padella un po’ larga, versatevi sopra la salsa ai funghi e riscaldate appena prima di servire.

Impiattate poi le fettine di arrosto, irrorandole con la loro salsa e decorando a piacere con i funghi tenuti da parte.

Un doveroso ringraziamento all’ Argal di Meini Davide

per l’ottima carne che mette a disposizione per la preparazione dei miei piatti

Biscotti ad albero di Natale tutti da mangiare

Dei semplici biscottini alla marmellata, dalla forma tutta natalizia, irresistibili per i grandi, ma soprattutto per i piccini.

Un’idea originale per un regalo fatto con le vostre mani, che sarà sicuramente apprezzato e soprattutto a basso costo.

Potete mettere i biscottini in sacchettini alimentari trasparenti e legarli con un bel fiocco rosso.

20131206_200741

Ingredienti per circa 20 biscotti:

  • 1 uovo
  • 70 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito
  • 100 gr di burro
  • 250 gr di farina
  • marmellata di fragole o ciliegie q.b.
  • zucchero a velo (facoltativo)

Preparazione:

Mescolate le uova con lo zucchero, unite la farina, lo lievito e 100 gr di burro fatto a pezzetti e ammorbidito con il calore delle mani.

Impastate il tutto finchè non otterrete un impasto compatto, liscio e omogeneo.

20130310_172547

Stendete la frolla con il mattarello portandola ad uno spessore di 3/4 mm.

20130310_173136

Con una formina per biscotti ricavate dei biscottini.

20131206_180254

20131206_180601

Una meta’ di biscotti lasciatela cosi’ com’è, nell’altra meta’ fate dei forellini (io mi sono arrangiata con un tappo di pennarello 😉 ).

20131206_182148

20131206_183039

20131206_184228

Farcite la prima metà di biscotti con la marmellata (un cucchiaino scarso per biscotto), poi ricopriteli con l’altra meta’ di biscotti a cui avete fatto i forellini.

20131206_185158

20131206_185813

Metteteli in una teglia su cui avrete posizionato un foglio di carta da forno e cuocete per 15 minuti a 180°.

20131206_192445

Spolverizzate a piacere con zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo al 9° contest di Deliziandovi:

“Christmas time”

banner-christmas-time

Pensando al Natale … qualche idea

Nonostante quest’anno la crisi si senta eccome, adoro l’atmosfera natalizia.
A prescindere dalla ricchezza di ognuno di noi e dalla possibilita’ di fare doni, amo ogni cosa: le luci, gli addobbi, la magia negli occhi dei miei bimbi, il calore di casa, il profumo di prelibatezze preparate in cucina (come potrebbe essere altrimenti 🙂 ), la frutta secca sulla tavola, i datteri, il panettone, il pandoro.
Ma per me la cosa più bella è ritrovare il piacere di stare in famiglia.
Auguro ad ognuno di voi, miei cari amici di forchetta di poter vivere in pieno la magia che il Natale porta con se e di riuscire a gioire anche per le piccole cose.
Un abbraccio affettuoso Erika
_______________________________________________________________
Dopo questa piccola premessa, vi lascio alcuni spunti estrapolati dal mio blog per i …
Menù delle feste
_______________________________________________________________
ANTIPASTI FREDDI
ANTIPASTI FREDDI
I link alle ricette:
ANTIPASTI CALDI
ANTIPASTI CALDI
 I link alle ricette:

PRIMI

PRIMI

I link alle ricette:

SECONDI

SECONDI

I link alle ricette:

CONTORNI

CONTORNI

I link alle ricette:

DOLCI

Natale - Dolci

I link alle ricette:

buon%20natale

Biscotti con farina di castagne, miele e cioccolato

Oggi vi propongo dei biscotti, che (secondo me) vale la pena provare.

E’ interessante trovare ricette di dolci, che pur non contenendo latte, uova, burro e zucchero sono comunque ottimi.

Ho trovato questa particolare ricettina sul blog dello chef Giuseppe Capano e non ho resistito alla tentazione di provarli, modificando solo le dosi in base alle quantità che io desideravo.

Ecco il risultato ….. con una presentazione Natalizia (ovviamente 😉 )

20131127_185705

Ingredienti per 40 biscottini circa:

  • il succo e la scorza grattuggiata di 1/2 arancia,
  • 100 grammi di cioccolato fondente,
  • 100 g di farina di castagne,
  • 200 g di farina 00,
  • 1/2 bustina di lievito per dolci,
  • 100 g di miele d’acacia,
  • 60 ml di olio d’oliva

(se non avete a disposizione l’arancia, potete sostituire con 1 ml di aroma d’arancia e un pochino di latte)

Preparazione:

Riducete in sottili scaglie il cioccolato fondente, rivestite una teglia con carta da forno.

Setacciate insieme le farine con lo lievito e su un tavolo di lavoro formate una fontana, mettete nel mezzo il miele, la scorza d’arancia e l’olio.

Impastate fino a ottenere una pasta morbida e omogenea, se troppo secca versare un poco di succo d’arancia, e solo a questo punto aggiungete il cioccolato in scaglie amalgamandolo con cura.

Stendete la pasta a 3-4 mm circa di spessore e ricavate delle formine a fiore o con una forma a vostro piacere.

20131127_175814

Disponete poi i biscottini nella teglia, sulla quale avete messo la carta da forno.

20131127_180922

Cuocete in forno preriscaldato a 160° per 10-15 minuti

20131127_182521

Sfornate e lasciate raffreddare.

P.s.: Ho avuto un po’ di problemini con le foto, purtroppo mancano le prime che dettagliavano l’impasto. Vi consiglio comunque di avere un po’ di pazienza perchè l’impasto non è facilissimo da lavorare come quello di una semplice frolla per biscotti.

Mi raccomando di aggiungere (come indicato sopra) il cioccolato solo una volta che l’impasto abbia preso la giusta consistenza.

Kisses 😉

“Con questa ricetta partecipo al contest Idee gustose per un regalo di Ideeintavola”

Contest Idee in tavola

Brasato al barolo

Un piatto della tradizione non solo della Langa dei grandi vini piemontesi, ma di tutto l’antico Piemonte, un gran secondo ideale da portare in tavola il giorno di Natale.

Potete dedicarvi con tutta calma alla sua preparazione anche uno o due giorni prima, in quanto necessita di parecchie ore di marinatura, ma è l’ideale, perchè ci sono sempre molte altre cose da fare e preparare, se decidiamo di avere ospiti a casa in questi giorni di festa. Una volta pronto potrà essere affettato, conservato in frigorifero e scaldato appena prima di essere servito.

Inoltre se vi avanza del sughetto è ottimo per condire agnolotti del plin o tagliatelle di pasta fresca ed ecco pronto anche un buon primo per il giorno di Santo Stefano 🙂

20131122_182717

Ingredienti per 6 persone:

  • 1,2 kg di carne per brasato (io ho utilizzato il tondino di spalla dell’ Argal di Meini Davide)
  • 1 bottiglia di Barolo docg
  • 2 carote
  • 1 grossa cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 chiodi di garofano
  • 3 bacche di ginepro
  • 1 rametto di timo
  • farina q.b.
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale q.b.
20131121_095420

Un ringraziamento all’Argal per l’ottima carne

Procedimento:

Mettete la carne in un contenitore abbastanza capiente con la cipolla, le carote, il sedano tagliati a pezzetti e gli altri aromi e versatevi sopra la bottiglia di Barolo.

20131121_212640

Lasciate la carne in marinatura per 12 ore, girandola ogni tanto.

20131122_135138

Al momento di cucinarla, scolatela dalla marinata, asciugatela e infarinatela per bene.

20131122_135813

Mettete la carne in una capiente padella con un filo d’olio, fatela rosolare a fuoco vivace in modo uniforme e salate.

Unite la marinata con tutte le verdure (eliminando i chiodi di garofano, le bacche di ginepro, l’alloro ed il rosmarino) e fate cuocere per circa 2 ore, girando il brasato ogni tanto.

Quando la carne sarà cotta, toglietela dal suo fondo di cottura e una volta raffreddata affettatela.

20131122_180242

Intanto passate al mixer il fondo di cottura

20131122_180850

Quindi versatelo nella padella dove avrete adagiato le fette di brasato e riscaldate il tutto un attimo prima di portare in tavola.

Servite il brasato al barolo con un purè di patate o con delle eleganti patate duchessa.

20131123_193446