Torta della nonna (senza lattosio)

Buona domenica a tutti, miei cari amici di forchetta, non so da voi, ma qui in Piemonte ultimamente fa davvero freddino e per questo nel week end, ne approfitto per dedicarmi un po’ di più alla mia cucina ed oggi ho trovato il tempo, per provare questa ricetta e pubblicare il risultato del mio esperimento.

Inoltre, nonostante la mia presenza non sia più continuativa come un tempo, in questo periodo non potevo mancare, perchè 5 anni fa, proprio in questo mese, aprivo il mio blog, che mi ha dato, mi da e mi darà sempre tanta soddisfazione.

Ma ora torniamo alla torta della nonna 🙂

Credo che almeno una volta nella vita vi sia capitato di assaggiare questa torta, ci sono tantissime ricette sul web e sulle riviste di cucina, che si differenziano principalmente per la copertura o meno della torta con lo strato di frolla. Io ho voluto provare quella con la copertura, ma poco cambia se decidete di essere più sbrigativi lasciandola scoperta.

Chi mi segue probabilmente ricorda che ho eliminato o quantomeno ridotto il lattosio, perché sia io che il mio bimbo più piccolo siamo intolleranti ed è proprio per questo che la ricetta è in versione “senza lattosio”. Ovviamente per chi non ha questo problema, gli ingredienti indicati, posso essere sostituiti nelle stesse dosi con i normali prodotti.

Ora però veniamo a noi ed a questo dolcino che ho sperimentato.

20180303_132550
INGREDIENTI:

Per la crema pasticcera:

  • 400 ml di latte senza lattosio
  • 4 tuorli
  • 4 cucchiai di farina 0
  • 5 cucchiai di zucchero
  • la scorza di un limone

Per la pasta frolla:

  • 450 gr di farina 0
  • 180 gr di burro senza lattosio
  • 200 g di zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • 5 g di lievito in polvere
  • 1 limone non trattato (scorza grattugiata)

Per decorare:

  • zucchero a velo q.b.
  • 50 gr di pinoli

PROCEDIMENTO:

Innanzi tutto preparate la frolla.
Mettete in una ciotola o planetaria la farina, le uova, lo zucchero, lo lievito, la scorza grattugiata del limone ed il burro spezzettato e ammorbidito con le mani.

Lavorate tutti gli ingredienti, solo il tempo necessario a rendere l’impasto compatto e omogeneo.
Formate un panetto, avvolgetelo in una pellicola per alimenti e trasferitelo in frigo per almeno 1/2 ora.

20130313_120309

Nel frattempo preparate la crema pasticcera:
Portate a bollore il latte con la scorza del limone intera.
In una ciotola mescolate i tuorli e lo zucchero finché non saranno spumosi. Aggiungete la farina e mescolate.

20180303_103340

Incorporate il composto di latte (dopo aver eliminato la scorza del limone) e continuate la cottura sul fuoco mescolando continuamente con una frusta.

20180303_103938

Appena la crema si sarà addensata, toglietela dal fuoco e fatela raffreddare coperta in un contenitore.
Prendete ora la frolla dal frigo e stendetene un po’ più della metà ad uno spessore di circa 3,5 mm e rivestite uno stampo da crostata da 28 cm di diametro (che avrete precedentemente imburrato o foderato con carta da forno (più comoda per sformare la torta).

20180303_111842.jpg

Fate aderire la pasta ai bordi con le dita ed eliminate poi l’eccedenza.
Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta

20180303_112049

Distribuite la crema fredda sopra la pasta frolla nello stampo.

Stendete la restante frolla ad uno spessore di circa 2,5 mm e coprite il dolce.
Sigillate bene i bordi schiacciando leggermente, bucherellate la superficie e distribuite sopra i pinoli premendo leggermente.

Infornate a 160°C in modalità statica per circa 50′ nella parte bassa del forno, poi mettetela in un piano più alto del forno e proseguite la cottura per altri 10′ o fino al raggiungimento di una colorazione ambrata.
Fate raffreddare su una gratella, sfornate e trasferite in un piatto per dolci.

20180303_123950

Prima di servire spolverate con lo zucchero a velo.

20180303_132520

Potete conservare la torta in frigorifero e consumarla entro 4 giorni.

Un saluto affettuoso e a presto.

Erika

Annunci

Crostata alla crema di zucca e granella di mandorle (senza lattosio)

Finalmente e con immenso piacere pubblico una nuova ricetta 🙂

Purtroppo gli impegni quotidiani non mi permettono più di sperimentare nuove ricette e quando raramente capita di cucinare qualcosa di diverso, mi riesce davvero difficile fotografare tutti i passaggi. Questo mi spiace un po’, ma guardando indietro in questi tre anni ed oltre 200 ricette pubblicate, sono sempre tanto orgogliosa del lavoro fatto e penso che questo mio blog, oltre ad essere un personalissimo e preziosissimo ricettario per me, sarà forse anche per qualcuno di voi, una fonte da cui attingere spunti ed idee gustose da portare in tavola.

Una piccola premessa prima di parlarvi del dolcino di oggi:

Per mie esigenze alimentari, da un po’ di tempo a questa parte ho eliminato o quantomeno ridotto il lattosio perchè ho scoperto di esserne intollerante ed è proprio per questo che la ricetta è in versione “senza lattosio”. Per chi non ha questo problema gli ingredienti indicati posso essere sostituiti tranquillamente con i normali prodotti con lattosio.

Ora però veniamo a noi ed al dolce che ho sperimentato e che devo dire ha soddisfatto gli esigenti palati di casa.

E’ una crostata un po’ diversa dal solito, non troppo dolce e dal gusto piacevole e delicato.

crostata di zucca 3

INGREDIENTI:

Per la farcitura:

  • 300 gr di polpa di zucca gialla
  • 250 ml di latte (io senza lattosio)
  • 30 gr di burro (io senza lattosio)
  • 2 uova intere
  • 2 cucchiai di miele d’acacia
  • 1 cucchiaio colmo di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio raso di farina
  • burro (io senza lattosio) q.b. per imburrare lo stampo

Per la pasta frolla:

  • 300 gr di farina
  • 90 gr di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 125 gr di burro (io senza lattosio)
  • 3 gr di lievito per dolci

Per decorare:

  • 100 gr di granella di mandorle o mandorle a lamelle

PROCEDIMENTO:

Innanzi tutto preparate la farcitura.

Pulite la zucca, lavatela, tagliatela a tocchetti e mettetela in un pentolino con i 250 ml di latte (in cui avrete stemperato 1 cucchiaio di farina), le due uova, il miele, un cucchiaio raso di zucchero di canna ed i 30 gr di burro. Fatela cuocere a fuoco basso fin quando non si sarà ammorbita (20/30 minuti circa).

crostata di zucca 7

Togliete dal fuoco, passate al mixer e mentre si raffredda preparate la pasta frolla.

Mettete in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero, lo lievito e il burro spezzettato e ammorbidito con le mani.

Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Stendete l’impasto con un mattarello in un disco largo a sufficienza per rivestire una tortiera rotonda (io ne ho utilizzata una in pirex trasparente da 30 cm di diametro, in modo da poterla anche utilizzare per presentare la torta).

20130409_120006

Imburrate la tortiera

20130504_221327

Fate aderire la pasta ai bordi con le dita ed eliminate poi l’eccedenza.

20130504_222311

Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta

20130504_222548

e ricoprite con un foglio di alluminio sul quale metterete dei fagioli secchi per evitare che la pasta frolla aumenti troppo di volume durante la cottura.

20130504_222757

Infornate a 180° in forno preriscaldato per 15 min.

Liberate il guscio di frolla dalla carta d’alluminio e dai fagioli e farcitelo con il composto di zucca.

Infornate nuovamente a 180° e cuocete per circa 30/35 minuti, poi sfornate e lasciate intiepidire.

crostata di zucca 6

Ultimate cospargendo la superficie della crostata con la granella di mandorle.

crostata di zucca 5

Prima di servire la crostata lasciatela raffreddare completamente e se ne avanza 😉 conservatela in frigorifero.

Crostata di zucca

Risotto al castelmagno, miele e noci

Buondì cari amici, spero abbiate trascorso serenamente le festività pasquali e se qualcuno ha avuto la fortuna di fare qualche gita fuori porta, qualcun’altro avrà sicuramente banchettato allegramente con parenti o amici e …… secondo voi io a quale categoria appartengo ?! 😉  Davvero difficile da immaginare 😀

Ovviamente mi sono dedicata al cibo e tra le varie preparazioni ed esperimenti, ho preparato questo squisitissimo risotto.

E’ un elegante e raffinato primo, molto saporito, da preparare per qualche occasione speciale o semplicemente per togliervi lo sfizio di assaporarlo 🙂

Il risotto con castelmagno, miele e noci è un’antica ricetta certificata dall’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche del Piemonte ed è un piatto dal gusto sorprendente.

20140417_200058

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 400 gr di riso carnaroli
  • 1/2 litro circa di brodo vegetale
  • vino bianco q.b.
  • 300 gr di castelmagno D.O.P.
  • 2 cucchiaini di miele
  • olio e.v.o. q.b.
  • burro q.b.
  • 80 gr di noci sgusciate

PROCEDIMENTO:

Mettete il riso in una padella con un po’ d’olio e tostatelo leggermente.

20140417_193142

Bagnate con il vino bianco, fate evaporare e aggiungete 3/4 di castelmagno ridotto a piccoli pezzetti e le noci sgusciate e tritate grossolanamente.

20140417_193919

Terminate la cottura aggiungendo regolarmente il brodo vegetale.
A cottura ultimata aggiungete un cucchiaino di miele e mantecate con del burro e il rimanente castelmagno sbriciolato.

20140417_195538

Biscotti di pasta frolla montata

Buongiorno a tutti amici miei 🙂 visto l’avvicinarsi di una serie di festività e magari un po’ più di tempo da poter dedicare alla cucina, ho pensato di lasciarvi una ricetta facile e veloce, ideale per un dolce risveglio e che sarà molto gradita dai bimbi, che potranno così godere, insieme a voi, dei piaceri dello “stare a casa”

Il profumo, la fragranza e la bontà di questi biscotti, conquisterà tutti.

Un augurio sincero di Buona Pasqua dalla vostra “semplice” Erika 😉

20140223_095743

INGREDIENTI x 20/25 biscotti:

  • 220 gr di farina 00
  • 140 gr di burro
  • 113 gr di zucchero
  • 7 gr miele
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina

PROCEDIMENTO:

Per preparare i biscotti di pasta frolla montata è necessario che il burro e l’uovo siano a temperatura ambiente.

Montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, il miele e la vanillina fino a quando non ottenete una crema spumosa e bianca.

20140223_085526 20140223_090314

Continuando a montare con la frusta unite l’uovo e lavorate fino a quando non sarà ben incorporato. Unite la farina setacciata e mescolate a mano delicatamente.

20140223_091053

Foderate la teglia con carta forno e con il sac-à-poche utilizzando la bocchetta rigata formate delle ciambelline.

20131016_190056 20140223_093904

 

 

 

 

 

Cuocete in forno già caldo a 180°C per 9/10 minuti.

20140223_095035

Fate raffreddare i biscotti su di una gratella e servite.

20130623_091017