Rose di crespelle su crema di carciofi

E’ un po’ di tempo che ho in archivio questa ricetta, infatti è un primo piatto che ho preparato il giorno di Natale, adatto alle grandi occasioni, ma anche per il pranzo della domenica.

Ho notato questo piatto durante una puntata della Prova del Cuoco, preparato dal grandissimo Sergio Barzetti e ne sono stata subito colpita, oltre che per l’abbinamento azzeccatissimo dei sapori, anche per la presentazione che fa la sua bella figura.

I miei ospiti hanno molto gradito l’esperimento, che è un’ottima alternativa alle solite crepes alla valdostana. La preparazione è leggermente più laboriosa, ma si possono tranquillamente preparare in anticipo e mettere in forno appena prima di servirle, così come la crema di carciofi che può essere riscaldata all’ultimo minuto.

Un’idea che vi consiglio di tenere in considerazione per le prossime feste di Pasqua.

20131225_134358

Ingredienti per 12 crespelle:

  • 200 gr di farina
  • 3 uova
  • 1/2 litro di latte
  • 300 gr di ricotta
  • olio q.b.
  • 100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 150 gr di speck
  • burro q.b.

Ingredienti per la crema di carciofi:

  • 300 gr di cuori di carciofi surgelati (se preferite freschi)
  • amido di mais q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Per prima cosa preparate le crespelle: con l’aiuto delle fruste elettriche mescolate le uova alla farina e poi unite il latte. Versate il composto in una padella antiaderente, circa un mestolo per ogni crespella, e fate cuocere da entrambi i lati fino a che non diventano ben dorate.

18032013806 18032013808

20131224_115837 18032013812

In un’altra padella fate saltare lo speck tagliato fine, mescolate questo ancora caldo con la ricotta e il parmigiano grattugiato.

20131224_115821 20131224_120103

20131224_120423

Farcite con questa crema le crepes, chiudetele a rosa (prendete i bordi e chiudeteli verso l’interno) e mettetele in un pirottino imburrato.

20131224_120638 20131224_122824

Spennellatele con del burro fuso e cospargetele di parmigiano, quindi cuocetele in forno preriscaldato a 180° per circa 12 minuti.

Per la crema di carciofi:

Fate cuocere i carciofi in una padella con un filo di olio, poi aggiungete il latte e portate ad ebollizione. Frullate il composto di carciofi e unite a questo l’amido di mais stemperato in un pochino di acqua.

Servite le crespelle adagiandole sulla crema di carciofi, che avrete precedentemente versato su ogni piatto.

Annunci

Ravioli di pesce e patate con pomodori datterini e olive taggiasche

Oggi vi propongo un primo piatto fatto con la pasta fresca, genuino e leggero e che per i suoi ingredienti possiamo anche considerare piatto unico.

Adoro i ravioli di ogni forma e con ogni tipo di ripieno, ma devo dire che questi, insieme ai ravioli di pasta integrale, sono tra i miei preferiti.

Danno un po’ di lavoro, ma è una gran soddisfazione creare questi piatti interamente con le proprie mani ed il gusto è superlativo.

L’unica pecca è che finiscono davvero troppo in fretta 🙂

20131121_195800

INGREDIENTI PER 2 PERSONE (circa 30 ravioli):

Per i ravioli:

  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • 200 gr di filetto di merluzzo o altro pesce a scelta
  • 100 gr di patate
  • sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Per il condimento:

  • 250 gr di pomodori datterini
  • olio e.v.o. q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo q.b.
  • un cucchiaio di olive taggiasche denocciolate
  • sale q.b.

Procedimento:

Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro e aggiungete al centro le uova.

20130310_105841

Impastate energicamente lavorando l’impasto con il palmo delle mani, fino a che non risulti liscio, compatto e abbastanza lucido.

Se l’impasto dovesse essere troppo morbido aggiungete della farina. Se al contrario, risultasse troppo duro, incorporate una o due cucchiaiate di acqua.

Formate ora una palla.

20130310_111201

Prima di iniziare a lavorare la pasta con la macchina è opportuno dividere l’impasto in pezzi uguali.

Si prende poi uno dei pezzi di pasta e lo si schiaccia con la pressione del palmo della mano, fino a fargli prendere la forma di un disco.

Si passa quindi attraverso i rulli della macchina, dopo avere posizionato la loro distanza sul numero corrispondente allo spessore più grosso.

L’operazione si ripete 2-3 volte, ripiegando ogni volta la sfoglia su se stessa.

20130310_112417

20131121_180721

Arrivati allo spessore desiderato la sfoglia è pronta per essere farcita.

Preparate ora il ripieno:

Lessate le patate in acqua bollente e salata, passatele poi allo schiacciapatate.

In una padella scaldate un filo d’olio con uno spicchio d’aglio, cuocete il pesce e salate.

20131121_173732

In una ciotola unite la purea di patate ed il pesce e con una forchetta schiacciate ed amalgamate per bene il composto (ricordatevi di eliminare l’aglio 🙂 )

20131121_181633

Disponete ora dei piccoli mucchietti del composto sulla pasta, mettendoli equidistanti tra di loro e posizionati nella parte bassa della sfoglia (come in foto)

20131121_182305

Spennellate con un po’ di acqua i bordi della pasta prima di ripiegarla sopra la farcitura in modo che aderisca bene e per far si che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Chiudete per bene la pasta cercando di non lasciare sacche d’aria.

20131121_183738

Ritagliate i ravioli (io ho utilizzato un’apposita rotella) e disponeteli su di un piano infarinato.

20131121_185156

Peparate il condimento mettendo in una padella un po’ di olio con uno spicchio d’aglio, aggiungete i pomodorini tagliati a rondelle, le olive taggiasche e salate.

20131121_192327

Coprite e lasciate cuocere per una decina di minuti.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata.

Una volta cotti spadellateli insieme al condimento in modo che si insaporiscano per bene e serviteli caldi guarnendoli con qualche fogliolina di prezzemolo.

20131121_195424

Arrosto di tacchino alla crema di funghi porcini

Ormai mancano poco meno di 2 settimane al Natale e starete sicuramente pensando a cosa preparare di speciale per stupire ed allietare il palato dei vostri ospiti.

Io cerco sempre di pensare a qualcosa che possa essere preparato con un po’ d’anticipo per non rischiare di dover passare tutta la giornata ai fornelli, del resto anche la “cuoca” deve poter fare un po’ di festa almeno nel giorno di Natale, no!? 😉

Oggi quindi vi propongo un arrosto di tacchino, impreziosito da funghi porcini, che ho sapientemente conservato nel congelatore lavandoli e tagliandoli a tocchetti, quando il mio papi me li ha portati freschi un paio di mesi fa.

20131206_144108

Ingredienti:

  • 1 kg circa di fesa di tacchino possibilmente legata con uno spago, per far sì che mantenga bene la forma e sia più semplice da tagliare (io per questo mi sono affidata al mio macellaio di fiducia l’ Argal di Meini Davide )

20131206_110000

  • 500 ml di latte
  • 250 gr di funghi porcini (freschi se li trovate, altrimenti surgelati vanno benissimo)

20131022_18375220131022_184417

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • aromi per arrosti q.b.
  • vino bianco (meno di mezzo bicchiere)
  • 1 cucchiaio raso di farina o fecola di patate

Preparazione:

Mettete i funghi ancora surgelati in una padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio, lasciate cuocere finchè non si saranno ammorbiditi , salate e mettete da parte (ricordatevi di eliminare l’aglio).

20131206_123522

Mettete in una pentola capiente un po’ d’olio, aggiungete la carota, il sedano e la cipolla finemente tritati e rosolate per qualche minuto,

20130328_164248

poi aggiungete l’arrosto facendolo dorare da tutti i lati, salate, aggiungete gli aromi e i funghi (tenendone da parte qualcuno per la decorazione)

20131206_125250

Sfumate con un goccio di vino bianco e una volta evaporato aggiungete 500 ml di latte,

20131206_125438

poi chiudete con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 1 ora abbondante.

A cottura ultimata, togliete l’arrosto dal fuoco, lasciatelo raffreddare e poi tagliatelo a fettine.

20131206_142351

Passate al mixer il fondo di cottura e se risultasse troppo liquido aggiungete un cucchiaio raso di farina oppure di fecola e mettete ad addensare la salsa sul fuoco.

Disponete le fettine di arrosto in una padella un po’ larga, versatevi sopra la salsa ai funghi e riscaldate appena prima di servire.

Impiattate poi le fettine di arrosto, irrorandole con la loro salsa e decorando a piacere con i funghi tenuti da parte.

Un doveroso ringraziamento all’ Argal di Meini Davide

per l’ottima carne che mette a disposizione per la preparazione dei miei piatti

Risotto allo speck e melagrana

In preparazione al Natale, inizio a raccogliere le idee, per portare in tavola dei piatti un po’ diversi dal solito.

Un primo semplice e non troppo laborioso da preparare, potrebbe proprio essere questo risotto, che ha anche un’aspetto elegante e raffinato grazie ai chicchi di melagrana che sembrano quasi dei preziosi rubini.

Qualche curiosita sulla melagrana:

La pianta del melograno è conosciuta sin dall’antichità e il suo frutto, la melagrana è da sempre consumato fresco al naturale o in ricette particolari e buonissime.

Ricca di vitamine (A, C e del gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), la melagrana rinforza il sistema immunitario: per questo è auspicabile gustarne addirittura un paio al giorno in questo periodo, (fra ottobre e novembre), perché i suoi principi attivi ci preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile a quella di un vaccino.

E’ inoltre un regolatore ormonale (sia per lui, che per lei), depura il sangue, è ricco di sali minerali diuretici ed è utile anche come antiossidante.”

20131119_200012

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  • 180 gr di Riso
  • 60 gr di Speck in un’unica fetta
  • 50 gr di Parmigiano grattuggiato
  • 1 Noce di Burro
  • 1/2 Bicchiere di Vino Bianco
  • 1 Melagrana
  • Brodo Vegetale q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio e.v.o. q.b.

20131119_141623

PREPARAZIONE:

Innanzi tutto preparate del brodo vegetale e mettetelo da parte.

Pulite la melagrana, tagliatela a metà e da una parte ricavate il succo e dall’altra togliete i chicchi e mettete da parte.

20131119_143441

Tagliate lo speck a striscioline.

20131119_142218

Procedete ora con la preparazione del riso, mettete un po’ di olio in un’ampia padella e quando sarà ben caldo mettete lo speck e lasciatelo cuocere per qualche istane.

20131119_193110

Aggiungete ora il riso e fate tostare, mettete poi il vino bianco e lasciatelo sfumare.

20131119_193330

Proseguite la cottura del riso aggiungendo un po’ alla volta il brodo vegetale caldo.

20131119_193546

Quando il riso sarà al dente, mettete il succo di melagrana e mescolate bene per qualche minuto, giusto il tempo che sfumi il succo.

20131119_195412

Aggiungete ora i 2/3 dei chicchi.

20131119_195526

Spegnete la fiamma mettete il burro ed il parmigiano e lasciate mantecare per qualche istante.

Servite il riso caldo con una spolverata di prezzemolo fresco tritato e qualche chicco di melagrana come decorazione.

20131119_200158

P.s.: Io non ho aggiunto sale in quanto solitamente salo il brodo vegetale quando lo preparo, inoltre anche lo speck e il parmigiano danno parte della sapidità al piatto, pertanto regolatevi in base ai vostri gusti, considerando che il risultato finale è normale che abbia un retrogusto dolciastro per la presenza della melagrana.

Con questa ricetta partecipo al 9° contest di Deliziandovi:

“Christmast time”

banner-christmas-time

Frittelle di mele

Questo è il periodo in cui amo cucinare le frittelle di mele. E’ uno di quei piatti che mi scalda il cuore, perchè riporta la mia mente a quand’ero piccola, a quando tornando da scuola con qualche amichetta trovavamo questa squisita merenda ad attenderci.
E’ un dolce semplicissimo da preparare, classico della cucina piemontese e da piemontese doc non potevo non proporvelo 🙂
20131104_200447
Ingredienti per 4 persone:
  • 150 gr di farina  00
  • 1 uovo
  • 50 gr zucchero
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1/2 cucchiaino scarso di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 2 mele renette
  • 1/2 limone
Preparazione:

In una ciotola sbattete l’uovo con lo zucchero, poi aggiungete il latte e un pizzico di sale.

Amalgamate al composto la farina setacciata con lo lievito e lasciate riposare per 30 minuti.

20131104_192145

Sbucciate le mele e privatele del torsolo servendovi dell’apposito attrezzo.

20131104_192823

Tagliate quindi le mele a fette non troppo spesse e spruzzatele con un po’ di limone per non farle annerire.

20131104_193114

Passate le mele nella pastella

20131104_193155

e friggetele (poche alla volta) in abbondante olio caldo, finchè non saranno dorate da ambo i lati.

20131104_193436

Una volta cotte, adagiate le frittelle su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

20131104_193736

Spolverizzate le frittelle ancora calde con un po’ di zucchero e servite.

Vellutata di porri e patate con crostini di pane

Ormai un pochino avrete imparato a conoscermi, la cucina credo esprima anche un po’ del nostro essere ed io per le cose light e soprattutto per le verdure non è che abbia una passione smisurata, amo di più i piatti belli conditi e gustosi :-), ma nel caso della vellutata di porri e patate faccio un eccezzione, perchè non manca certo in gusto (anzi) è proprio un piatto da leccarsi i baffi e che adoro.

Questo è il periodo ideale per zuppe e creme di verdura, le giornate si sono accorciate, alla sera fa presto buio e fa anche frescolino, quindi niente di meglio che scaldarsi con una gustosissima vellutata di porri e patate con dei crostini di pane belli croccanti.

20130930_195638

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 porri medi
  • 2 patate
  • 1/2 lt circa di acqua o brodo vegetale
  • parmigiano grattuggiato q.b. (facoltativo)
  • olio q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • fette di pane casereccio

Preparazione:

Lavate i porri privateli della parte verde e dello strato esterno più duro e tagliateli a rondelle.

Fateli stufare in padella con un filo d’olio

20130930_190144

Pelate, lavate e tagliate le patate a piccoli tocchetti e unitele ai porri

20130930_190620

Aggiungete acqua o brodo (a vostra scelta) e lasciate cuocere coperto per circa mezz’ora o comunque finchè le patate non saranno ben ammorbidite, salate e pepate.

20130930_190728

Frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata (nel caso risultasse troppo liquida aggiungete un pochino di amido di riso o altra farina)

Preparate ora i crostini, tagliate a tocchetti piccoli delle fette di pane casereccio

20130930_18360420130930_184857

Fate tostare il pane in una padella antiaderente unta con un po’ di burro

20130930_194342

Servite la vellutata bella calda, accompagnata dai crostini e irrorata con un filo di olio e.v.o. e una spolverata di parmigiano grattuggiato.

20130930_195607

Bocconcini di pane al sesamo

Ogni tanto capita di aver voglia di invitare gente a casa senza troppo preavviso e ci si può trovare inaspettatamente senza una briciola di pane, ma …. niente panico! Se non avete proprio il tempo contato è sempre possibile salvare la situazione, preparando dei morbidissimi bocconcini di pane al sesamo o dei semplici panini (a seconda dei vostri gusti), che sicuramente lasceranno piacevolmente sorpresi i vostri ospiti, anche per il gradevole profumo di pane che troveranno ad accoglierli  🙂

20131021_132853

Ingredienti per 10 bocconcini:

  • 150 ml. di acqua
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 270 gr. di farina “0”
  • ½ cubetto di lievito di birra fresco
  • latte q.b.
  • 3 cucchiai circa di semi di sesamo

Preparazione:

(tempo di preparazione comprensivo di lievitazione – circa 2 ore)

Versate sulla spianatoia la farina e al centro mettete l’acqua dentro alla quale avrete fatto sciogliere lo lievito, aggiungete lo zucchero e il miele.

Impastate con le mani in modo da incorporare bene gli ingredienti ed infine aggiungete il sale e continuate ad impastare.

Quando la pasta sarà una palla elastica e soda, lasciatela riposare per 1 ora circa coperta con un canovaccio umido e riparata da correnti d’aria (io la lascio all’interno del forno spento).

20131021_115546

Trascorso questo tempo preparate tante palline tonde (grosse all’incirca come un’albicocca), disponetele su di una teglia ricoperta con carta da forno e spennellatele con un po’ di latte.

20131021_120449

Cospargetele ora con i semi di sesamo e lasciatele ancora lievitare per 40 minuti circa.

20131021_124927

Quando i bocconcini saranno aumentati di volume mettete in forno preriscaldato a 180° e cuocete per 10 minuti in modalità forno statico e per altri 10 minuti circa in modalità forno ventilato.

Sfornate e servite i panini ancora tiepidi.

20131021_132951