Rose di crespelle su crema di carciofi

E’ un po’ di tempo che ho in archivio questa ricetta, infatti è un primo piatto che ho preparato il giorno di Natale, adatto alle grandi occasioni, ma anche per il pranzo della domenica.

Ho notato questo piatto durante una puntata della Prova del Cuoco, preparato dal grandissimo Sergio Barzetti e ne sono stata subito colpita, oltre che per l’abbinamento azzeccatissimo dei sapori, anche per la presentazione che fa la sua bella figura.

I miei ospiti hanno molto gradito l’esperimento, che è un’ottima alternativa alle solite crepes alla valdostana. La preparazione è leggermente più laboriosa, ma si possono tranquillamente preparare in anticipo e mettere in forno appena prima di servirle, così come la crema di carciofi che può essere riscaldata all’ultimo minuto.

Un’idea che vi consiglio di tenere in considerazione per le prossime feste di Pasqua.

20131225_134358

Ingredienti per 12 crespelle:

  • 200 gr di farina
  • 3 uova
  • 1/2 litro di latte
  • 300 gr di ricotta
  • olio q.b.
  • 100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 150 gr di speck
  • burro q.b.

Ingredienti per la crema di carciofi:

  • 300 gr di cuori di carciofi surgelati (se preferite freschi)
  • amido di mais q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Per prima cosa preparate le crespelle: con l’aiuto delle fruste elettriche mescolate le uova alla farina e poi unite il latte. Versate il composto in una padella antiaderente, circa un mestolo per ogni crespella, e fate cuocere da entrambi i lati fino a che non diventano ben dorate.

18032013806 18032013808

20131224_115837 18032013812

In un’altra padella fate saltare lo speck tagliato fine, mescolate questo ancora caldo con la ricotta e il parmigiano grattugiato.

20131224_115821 20131224_120103

20131224_120423

Farcite con questa crema le crepes, chiudetele a rosa (prendete i bordi e chiudeteli verso l’interno) e mettetele in un pirottino imburrato.

20131224_120638 20131224_122824

Spennellatele con del burro fuso e cospargetele di parmigiano, quindi cuocetele in forno preriscaldato a 180° per circa 12 minuti.

Per la crema di carciofi:

Fate cuocere i carciofi in una padella con un filo di olio, poi aggiungete il latte e portate ad ebollizione. Frullate il composto di carciofi e unite a questo l’amido di mais stemperato in un pochino di acqua.

Servite le crespelle adagiandole sulla crema di carciofi, che avrete precedentemente versato su ogni piatto.

Annunci

Risotto allo speck e melagrana

In preparazione al Natale, inizio a raccogliere le idee, per portare in tavola dei piatti un po’ diversi dal solito.

Un primo semplice e non troppo laborioso da preparare, potrebbe proprio essere questo risotto, che ha anche un’aspetto elegante e raffinato grazie ai chicchi di melagrana che sembrano quasi dei preziosi rubini.

Qualche curiosita sulla melagrana:

La pianta del melograno è conosciuta sin dall’antichità e il suo frutto, la melagrana è da sempre consumato fresco al naturale o in ricette particolari e buonissime.

Ricca di vitamine (A, C e del gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), la melagrana rinforza il sistema immunitario: per questo è auspicabile gustarne addirittura un paio al giorno in questo periodo, (fra ottobre e novembre), perché i suoi principi attivi ci preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile a quella di un vaccino.

E’ inoltre un regolatore ormonale (sia per lui, che per lei), depura il sangue, è ricco di sali minerali diuretici ed è utile anche come antiossidante.”

20131119_200012

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  • 180 gr di Riso
  • 60 gr di Speck in un’unica fetta
  • 50 gr di Parmigiano grattuggiato
  • 1 Noce di Burro
  • 1/2 Bicchiere di Vino Bianco
  • 1 Melagrana
  • Brodo Vegetale q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio e.v.o. q.b.

20131119_141623

PREPARAZIONE:

Innanzi tutto preparate del brodo vegetale e mettetelo da parte.

Pulite la melagrana, tagliatela a metà e da una parte ricavate il succo e dall’altra togliete i chicchi e mettete da parte.

20131119_143441

Tagliate lo speck a striscioline.

20131119_142218

Procedete ora con la preparazione del riso, mettete un po’ di olio in un’ampia padella e quando sarà ben caldo mettete lo speck e lasciatelo cuocere per qualche istane.

20131119_193110

Aggiungete ora il riso e fate tostare, mettete poi il vino bianco e lasciatelo sfumare.

20131119_193330

Proseguite la cottura del riso aggiungendo un po’ alla volta il brodo vegetale caldo.

20131119_193546

Quando il riso sarà al dente, mettete il succo di melagrana e mescolate bene per qualche minuto, giusto il tempo che sfumi il succo.

20131119_195412

Aggiungete ora i 2/3 dei chicchi.

20131119_195526

Spegnete la fiamma mettete il burro ed il parmigiano e lasciate mantecare per qualche istante.

Servite il riso caldo con una spolverata di prezzemolo fresco tritato e qualche chicco di melagrana come decorazione.

20131119_200158

P.s.: Io non ho aggiunto sale in quanto solitamente salo il brodo vegetale quando lo preparo, inoltre anche lo speck e il parmigiano danno parte della sapidità al piatto, pertanto regolatevi in base ai vostri gusti, considerando che il risultato finale è normale che abbia un retrogusto dolciastro per la presenza della melagrana.

Con questa ricetta partecipo al 9° contest di Deliziandovi:

“Christmast time”

banner-christmas-time

Vellutata di porri e patate con crostini di pane

Ormai un pochino avrete imparato a conoscermi, la cucina credo esprima anche un po’ del nostro essere ed io per le cose light e soprattutto per le verdure non è che abbia una passione smisurata, amo di più i piatti belli conditi e gustosi :-), ma nel caso della vellutata di porri e patate faccio un eccezzione, perchè non manca certo in gusto (anzi) è proprio un piatto da leccarsi i baffi e che adoro.

Questo è il periodo ideale per zuppe e creme di verdura, le giornate si sono accorciate, alla sera fa presto buio e fa anche frescolino, quindi niente di meglio che scaldarsi con una gustosissima vellutata di porri e patate con dei crostini di pane belli croccanti.

20130930_195638

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 porri medi
  • 2 patate
  • 1/2 lt circa di acqua o brodo vegetale
  • parmigiano grattuggiato q.b. (facoltativo)
  • olio q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • fette di pane casereccio

Preparazione:

Lavate i porri privateli della parte verde e dello strato esterno più duro e tagliateli a rondelle.

Fateli stufare in padella con un filo d’olio

20130930_190144

Pelate, lavate e tagliate le patate a piccoli tocchetti e unitele ai porri

20130930_190620

Aggiungete acqua o brodo (a vostra scelta) e lasciate cuocere coperto per circa mezz’ora o comunque finchè le patate non saranno ben ammorbidite, salate e pepate.

20130930_190728

Frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata (nel caso risultasse troppo liquida aggiungete un pochino di amido di riso o altra farina)

Preparate ora i crostini, tagliate a tocchetti piccoli delle fette di pane casereccio

20130930_18360420130930_184857

Fate tostare il pane in una padella antiaderente unta con un po’ di burro

20130930_194342

Servite la vellutata bella calda, accompagnata dai crostini e irrorata con un filo di olio e.v.o. e una spolverata di parmigiano grattuggiato.

20130930_195607

Torta di pasta briseè con pere pecorino e nocciole

Quando ho voglia di preparare qualcosa di diverso, ma non so esattamente cosa, mi blocco davanti al frigo aperto ed inizio a fissarlo, come se da un momento all’altro potesse prender vita e suggerirmi qualcosa 🙂 Questo ovviamente non accade, ma mi è utile per studiare gli ingredienti a disposizione e andare a scovare in internet qualche idea.

Così è stato questo pomeriggio e il mio navigare mi ha portata a scoprire una ricetta interessante sul blog di: Le ricette di Micol …… ve la ripropongo perchè è particolare e soprattutto molto buona.

20131009_193325

Ingredienti:

  • Un rotolo di pasta briseè già pronto
  • 5 pere coscia (quelle piccole)
  • una fetta di pecorino sardo da 200 gr circa
  • 50 gr circa di granella di nocciole
  • parmigiano grattugiato q.b.
Preparazione:
Pelate le pere e tagliatele a fettine sottili
20131009_175755
Tagliate a fettine anche il pecorino.
20131009_180215
Stendete la pasta briseè su di una teglia ricoperta con carta da forno
20131009_175741
Ricopritela con una parte di granella di nocciole
20131009_180550
Mettete ora uno strato di pere a fettine,alternandole alle fette di pecorino.
20131009_180655
20131009_180746
In ultimo cospargete con la granella di nocciole rimasta ed una spolverata di parmigiano grattugiato.
20131009_181700
Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti coprendo  la torta con una carta d’alluminio, poi scopritela e cuocete per altri 20 min.
Servite la torta tiepida.

Cannelloni di ricotta con pane carasau

Oggi qui piove e fa frescolino, iniziamo prima del tempo con le domeniche tristi e uggiose caratteristiche dell’autunno, ma per allietare e rendere un po’ meno malinconica la giornata, basta un buon pranzo e un delizioso profumo in cucina per respirare subito un’aria diversa.

Un piatto che si addice perfettamente alla giornata….. dei cannelloni fatti con il pane carasau, facili e veloci, ideali per gustare una pasta al forno un po’ diversa dal solito, ma altrettanto buona.

Questa è una ricetta che ho visto fare in una puntata della Prova del cuoco e che ha attirato la mia attenzione. Dopo averla provata, devo dire che mi è piaciuta e l’ho già ripetuta parecchie volte.

20130609_125048

Ingredienti:

  • 4 dischi di pane carasau
  • 500 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • prezzemolo q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • 250 gr di sugo di pomodoro pronto
  • 200 ml. di besciamella
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per la besciamella:

  • 300 ml di latte
  • 20 gr di farina
  • 20 gr di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
Procedimento:

Lavorate la ricotta fino ad ottenere un composto liscio.

20130609_111158

Incorporate l’uovo, il parmigiano (lasciarne un cucchiaio) e abbondante prezzemolo tritato, una grattugiata di noce moscata, sale e pepe.

20130609_111507

Amalgamate tutto e mettete il composto in frigo.
Preparate la besciamella:

Fate sciogliere il burro in un pentolino,

20130517_133320

togliete dal fuoco unitevi la farina e amalgamate per bene.

20130517_133749

Versate ora il latte lentamente, mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi.

20130517_134040 20130517_134206

Amalgamate bene e rimettete sul fuoco basso, aggiungendo un pizzico di sale, noce moscata e poco pepe.

Mescolate di continuo e lasciate scaldare per circa 15 minuti, fino a quando la besciamella non si sarà addensata.

20130517_140219

Preparate ora i cannelloni:
Bagnate i fogli di pane carasau in acqua bollente,
20130609_111839
immergendoli per 5-6 secondi, stendeteli sul piano di lavoro e lasciateli ammorbidire per 2 minuti.
20130609_112157
Farcite con il composto di ricotta.
20130609_112232
Arrotolate a cannellone e disponeteli in una pirofila dove, precedentemente sarà stato messo qualche cucchiaio di besciamella.
20130609_112934
Allineate i cannelloni e coprite con il sugo ed il resto della besciamella.
20130609_113217
Spolverizzate con il parmigiano avanzato
20130609_113315
Mettete in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti.

20130609_125551

Polpette di pollo con cuore di formaggio

Delle classiche polpette arricchite da un cuore morbido di formaggio, per renderle un po’ più stuzzicanti. Piacciono ai grandi e anche ai più piccoli.

20130504_133142

Ingredienti per circa 9/10 polpette:

  • 300 grammi di petto di pollo macinato (dell’ Argal di Meini Davide)
  • 2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 1 uovo
  • 1 ciuffo di prezzemolo tritato
  • un pezzetto di pecorino toscano di media stagionatura tagliato a tocchetti
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • pangrattato q.b.

Procedimento:

Unite al petto di pollo macinato il parmigiano grattuggiato, l’uovo, il prezzemolo, il sale e un cucchiaio di pangrattato e amalgamate per bene.

20130514_115848

20130504_130056

Se l’impasto fosse ancora troppo morbido aggiungete un mezzo cucchiaio di pangrattato.
Fate delle polpette, posizionando al centro un pezzetto di pecorino.

20130504_130435

Passate le polpette nel pangrattato.

20130504_131109

20130504_131549

Scaldate una padella con olio a ricoprire il fondo e cuocete le polpette, da ambo i lati finchè non saranno dorate.
20130504_131714

Con una schiumarola togliete le polpette e mettetele su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

20130504_132751

Servite calde, accompagnate con contorno a piacere.

20130504_133334

P.s.: Se avete voglia di farne una ricetta “svuota frigo” potete utilizzare dei pezzetti di formaggio avanzati in frigo. Quello che avete andrà bene, questa è una ricetta che si presta tranquillamente a delle variazioni, lasciate pure spazio alla fantasia.

Tagliolini alla crema di asparagi e pinoli

Penserete: ………. “Un’altra ricetta a base di asparagi?!

Certo! 🙂 Perchè oltre ad essere buoni e a fare bene, è possibile utilizzarli in talmente tanti modi, che almeno quando sono di stagione godiamoceli!!!

20130505_131403

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di tagliolini all’uovo
  • 250 gr di asparagi
  • 3 cucchiaini di pinoli
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • olio d’oliva q.b.
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Mondate gli asparagi e lessateli in acqua salata finchè non risulteranno morbidi al punto giusto.

Scolateli e tagliate le punte più tenere, tenendole da parte.

Dopo aver tagliato a tocchetti i gambi, passateli nel mixer e unite i pinoli, il formaggio, l’olio e un pizzico di noce moscata.

20130505_124518

Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo (se la crema risultasse troppo densa unite 1 cucchiaio d’acqua di cottura degli asparagi).

20130505_125007

Lessate le tagliatelle in acqua salata e conditele con la crema, le punte di asparagi e pinoli.