Stuzzichiamo il palato con il finger food

Ciao a tutti miei cari amici, oggi ho pensato di darvi un piccolo spunto per un semplice e sfizioso piattino “finger food”, cioè il cibo che viene mangiato con le mani e senza bisogno di posate e preferibilmente in piccole monoporzioni!

Il finger food è ideale per allestire i buffet, per le cene fredde estive, i rinfreschi e gli aperitivi, solitamente gustati in piedi.

I piatti in versione finger food, sono molto più belli da vedere, anche se certamente, preparare dolci, torte salate e quant’altro in piccole monoporzioni è molto più laborioso e dispendioso a livello di tempo, ma alla fine il risultato sarà molto gradito, insomma fatica ben spesa perchè oltre al palato, delizierete anche la vista 🙂

20140611_194840

INGREDIENTI PER CIRCA 30 STUZZICHINI:

  • 3 uova
  • 2 zucchine medie
  • 1 mozzarella da 125 gr
  • 2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 4 fette di pane morbido al latte o pancarrè
  • burro q.b.
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Innanzi tutto prepariamo un frittata:

Fate sciogliere una piccola noce di burro in una padella antiaderente (del diametro di 22 cm), poi versatevi le tre uova sbattute a cui avrete unito il parmigiano grattuggiato ed un pizzico di sale, coprite e fate cuocere per bene la frittata da entrambi i lati.

20140611_190453 20140611_191100

Mentre la frittata si raffredda, lavate le zucchine e con l’aiuto di un pelapatate, tagliatele abbastanza sottili nel senso della lunghezza e fatele grigliare su di una padella di ghisa, salandole leggermente.

20140611_190818 20140611_191053

Prendete ora tutti gli ingredienti.

20140611_191952 20140611_192941

Tagliate a quadrotti la frittata e la mozzarella a cubetti.

Fate tostare le fette di pane e tagliate anch’esse a quadrotti grandi all’incirca come quelli di frittata.

Componete ora gli stuzzichini facendo delle torrette con alla base il pane tostato, a seguire la zucchina grigliata ripiegata su se stessa, un cubetto di mozzarella e infine un quadrotto di frittata.

Disponete gli stuzzichini su dei taglieri o vassoietti e servite accompagnando a piacere con un buon prosecco 🙂

 

 

Sformato di bietole e patate

Ciao amici, dopo tutta una serie di dolcetti e torte dei giorni passati, oggi vi propongo un piatto salato un po’ più light, ma non troppo 😉

L’ho già detto altre volte che non amo particolarmente le verdure e sono un po’ come i bambini, quindi per mangiarle senza storcere troppo il naso, le devo un po’ camuffare in mezzo ad altri ingredienti e questo sformato di bietole devo dire che è appetitoso e l’ho mangiato molto volentieri.

E’ una ricetta versatile a cui potete aggiungere formaggi e affettati a piacere o anche solo verdure per un piatto unico vegetariano. Ovviamente tutto in base ai vostri gusti e potete anche trasformarla in torta salata, semplicemente mettendo il tutto all’interno della pasta sfoglia.

 

20140226_194324

INGREDIENTI:

  • 5/6 patate medie
  • 800 g di  bietole
  • 1 etto di prosciutto cotto
  • 1 etto di fontina
  • 50 gr di parmigiano
  • 1 cucchiaio di pangrattato
  • burro q.b.
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Lessate le patate e le bietole in abbondante acqua salata.

20140226_150359 20140226_141924

Una volta intiepidite tagliate le patate a fettine e scolate e strizzate per bene le bietole in modo da privarle di tutta l’acqua in eccesso.

20140226_154107 20140226_145720

Disponete metà delle patate in una teglia imburrata

20140226_154318

copritele con il prosciutto cotto

20140226_154724

aggiungete le bietole, qualche fiocco di burro e un po’ di parmigiano.

Aggiustate se necessario di sale.

20140226_155157

disponete sopra delle fettine di fontina e le patate rimaste.

Cospargete nuovamente con un po’ di parmigiano, una spolveratina di pangrattato e qualche fiocco di burro.

20140226_155820

Infornate per una ventina di minuti a 180°

Conchiglioni ripieni di prosciutto e ricotta

Ciao a tutti miei carissimi amici, oggi esageriamo! 🙂 Vi propongo una ricetta un pochino calorica, ma super buona.

Ogni tanto un bel piatto di pasta al forno me lo concedo, anche perchè di solito per noi è un piatto unico, quindi  si può fare e pure senza troppi sensi di colpa 😉

Per variare dalle lasagne o cannelloni e soprattutto quando non ho tanto tempo, mi piace anche moltissimo la “pasta pasticciata” (come la chiamo io 🙂 ), dove ci metto dentro un po’ di tutto e che faccio spesso quando ho avanzi di verdure e formaggi da fare fuori.

Questi conchiglioni sono la versione un po’ più chic-cosa della mia pasta pasticciata e credetemi sono ottimi, anche da preparare quando avete ospiti, perchè potete farli prima e poi cuocerli quando è il momento.

20140507_195757

INGREDIENTI per 2/3 persone:

  • 140 gr di pasta tipo conchiglioni
  • 3 grossi pomodori cuore di bue
  • 1 cipolla piccola
  • 200 gr di besciamella
  • 250 gr di ricotta
  • 60 gr di parmigiano grattuggiato
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • sale q.b.
  • olio q.b.

PROCEDIMENTO:

Preparate il sugo con il pomodoro fresco.

Lavate e sbucciate i pomodori, tagliateli a tocchetti e metteteli in una padella in cui avrete fatto soffriggere la cipolla tritata finemente, in un po’ d’olio. Salate e lasciate cuocere il sugo coperto e a fuoco lento, finchè non si sarà ristretto.

20140507_180742

Nel frattempo preparate la besciamella, che unirete al sugo non appena sarà pronto.

20140507_182106

Lavorate la ricotta con 30 gr di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale ed il prosciutto tritato grossolanamente.

20140507_181152

Lessate i conchiglioni in acqua bollente salata, scolateli al dente, passateli sotto un getto di acqua fredda per bloccare la cottura e conditeli con un filo d’olio, in modo che non attacchino.

20140507_180725

Farcite i conchiglioni con il composto alla ricotta, aiutandovi con un cucchiaino.

Distribuite un velo di sugo e besciamella sul fondo di una pirofila

20140507_182241

allineatevi quindi i conchiglioni ripieni e conditeli con il sugo rimasto.

20140507_183044 20140507_183221

Spolverizzate la superficie dei conchiglioni con abbondante parmigiano grattugiato.

20140507_183324

Infornate i conchiglioni ripieni a 200 gradi per circa 20 minuti. Servite subito.

 

 

Torta salata con zucchine, speck e brie

In primavera le torte salate sono un classico, quindi oggi voglio aggiungerne una, veloce veloce, con pochi e semplici ingredienti, gustosa e facilissima da preparare.

Potete anche arricchire la farcitura aggiungendo a vostro piacere uova e ricotta, che io volutamente non ho messo, per non appesantire troppo il risultato finale.

20131203_122648

INGREDIENTI:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta
  • 3 zucchine di media grandezza
  • 1 etto e 1/2 di speck tagliato a fettine sottili
  • 2 etti di formaggio brie
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • sale q.b.
  • olio q.b.

PROCEDIMENTO:

Lavate le zucchine, asciugatele, eliminate le due estremità e tagliatele a rondelle sottili.

Mettete un po’ di olio in una padella, aggiungete le zucchine e salate.

20131202_182230

Fatele cuocere e poi lasciate intiepidire.

Foderate una teglia  con la carta da forno e mettete sopra la pasta sfoglia,

20131202_185612

Riempite ora con le zucchine, spolverizzate con un po’ di parmigiano e ricoprite con il formaggio brie

20131202_190115

Infine aggiungete le fettine di speck e ripiegate i bordi della pasta verso l’intero.

20131202_190618

Ricoprite la torta salata con un foglio di alluminio per far si che lo speck non si secchi ecessivamente ed infornate a 180° per circa 40 minuti, o comunque sino a doratura.

20131202_194404

Servire tiepida!

Muffin salati con mortadella, taleggio e broccoli

Buongiorno miei cari amici di forchetta, oggi dopo gli innumerevoli dolci dei giorni passati, vi propongo una ricettina alternativa …. muffin salati! 🙂

Ero un po’ scettica sulla riuscita di questo piatto, ma incuriosita dalle varie ricette viste qua e là sul web e in particolare tra le mie amiche foodblogger, alla fine ho ceduto alla tentazione e ho sperimentato.

Devo dire che il risultato è molto gradevole ed è un’ottima idea da proporre per un buffet freddo o come nel mio caso per un antipasto diverso dal solito e perchè no, ora che si avvicina la bella stagione, protrebbe anche andare bene nella cesta del pic-nic 😉

E’ una tortina salata in miniatura, molto gustosa e saporita con cui potrete sbizzarrirvi, perchè molto versatile, inserendo nell’impasto gli ingredienti che più si avvicinano ai vostri gusti, che siano verdure, formaggio o affettati.

Per avere un’idea più precisa sul sapore di questi muffin, non vi resta altro che provarli 🙂

20140221_192325

INGREDIENTI per 12 muffin:

  • 180 gr. di farina
  • 3 uova
  • 100 gr. di latte
  • 50 gr. di olio di semi
  • 10 gr di lievito istantaneo (per torte salate)
  • 100 gr. di parmigiano
  • 1 fetta spessa di mortadella (1 etto e 1/2)
  • 100 gr. di taleggio
  • 150 gr di broccoli lessati
  • sale q.b.

Per la purea di broccoli (facoltativa):

  • 500 gr di broccoli lessati
  • olio d’oliva
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO PER LA PREPARAZIONE DEI MUFFIN:

Mettete in una padella un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, aggiungete i broccoli lessati (devono essere molto morbidi), salate e lasciate cuocere giusto il tempo che si insaporiscano un pochino.

20140221_173955 20140221_174044

Tagliate a cubettini la mortadella e il taleggio e mettete da parte.

20140221_174842 20140221_180518

Come per i muffin dolci amalgamate gli ingredienti umidi separatamente da quelli secchi.

In una ciotola sbattete le uova con il latte e l’olio.

20140221_182803 20140221_182840

In un’altra ciotola amalgamate la farina, il lievito e il parmigiano e aggiungete un pizzico di sale.

20140221_182905 20140221_182936

Unite ora il composto con la farina a quello con le uova e amalgamate per bene.

20140221_183034 20140221_183159

Aggiungete poi uno alla volta gli ingredienti mancanti: broccoli, taleggio e mortadella.

20140221_183219 20140221_183316

20140221_183410

Mescolate per bene e disponete il composto in pirottini di carta che disporrete in una teglia per muffin, facendo attenzione a non riempirli per più di 2/3.

20140221_184051 20140221_184637

Cuocete in forno preriscaldato a 180° gradi per 20 minuti (verificate la cottura con uno stecchino!).

Sfornate e servite con una purea di broccoli come accompagnamento.

20140221_191335

Per la preparazione della purea di broccoli, passate al mixer i broccoli lessati emulsionando con un po’ d’olio e se necessario (perchè troppo densa) aggiungendo un pochino d’acqua. Fate scaldare appena prima di servire.

Un classico “intramontabile”: lasagne alla bolognese

Lo so, lo so vedendo questo post direte: “Si vabbè chi è che non sa fare le lasagne”

Pensiero legittimo, ma ci sono ben 2 motivi:

Per prima cosa mi sono accorta solo ora che questa ricetta mancava all’appello e questo non può essere, visto che è uno dei miei piatti preferiti e poi sul fatto che tutti sappiano fare le lasagne …… bhe! Qualche perplessita ce l’avrei 🙂

Non voglio peccare di presunzione, ma chi di voi non ha mai pensato in merito ad un particolare piatto: “Buono come lo faccio io, non lo fa nessuno”

Ecco! Questo è il caso ed è così sia per le lasagne (che poi sono semplicissime), che per il tiramisù  e se volete convincermi del contrario, sono pronta ad ogni tipo di assaggio 🙂

Quando ricevo qualche invito da parenti o amici e mi trovo di fronte ad un piatto di lasagne o ad un tiramisù mi viene un po’ d’ansia, perchè pur essendo dei piatti elementari è sicuro che le lasagne o sono asciuttissime, perchè ci sono milioni di strati di pasta e zero condimento o il sugo è acidissimo o sono troppo “porcellose” e con una bomba di ripieno.

Non ditemi che non vi è mai capitato, perchè non ci credo!

Mentre il tiramisù è generalmente un brodino di crema, non montata a dovere, con dei tristi savoiardi non inzuppati, ma morti affogati dentro al caffè 😀

Poi per carità … i gusti son gusti 😉

Oggi sono simpatica, eh!?? 🙂

Presunzione e scherzi a parte, veniamo alla ricetta …

20131215_122743

Ingredienti per 1 teglia di lasagne (6 persone):

  • 15 sfoglie di pasta per lasagne (in questo caso ho utilizzato quella secca, ma se avete tempo e voglia la pasta potete farla voi)
  • 300 gr di macinato sceltissimo di vitello
  • 600 gr di passato di pomodoro
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • vino bianco secco q.b.
  • sale q.b.
  • olio d’oliva q.b.
  • burro q.b.
  • 100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 500 ml di besciamella

Ingredienti per la preparazione della besciamella:

  • 1/2 litro di latte
  • 35 gr di farina
  • 35 gr di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.

Procedimento:

Innanzi tutto preparate il ragù mettendo in una capiente padella un filo d’olio con la cipolla, la carota ed il sedano tritati finemente e fate soffriggere leggermente.

20131206_132903

Aggiungete ora la carne di vitello macinata e aiutandovi con una forchetta di legno cercate di dividerla un pochino durante la cottura in modo che rimanga come “sbriciolata”, quando la carne avrà preso colore sfumate con il vino e lasciate evaporare.

20131206_133225 20131206_134607

Unite la salsa di pomodoro, salate e lasciate cuocere a fuoco lento per una mezz’oretta o comunque finchè non si sarà ben ristretto. Coprite la padella con un coperchio.

20131206_135449

Nel frattempo mettete a scaldare in una pentola capiente l’acqua che vi servirà per sbollentare le sfoglie di pasta e aggiungetevi un filo d’olio d’oliva in modo che le sfoglie non attacchino durante la cottura.

Preparate la besciamella:

Fate sciogliere il burro in un pentolino,

20130517_133320

togliete dal fuoco unitevi la farina e amalgamate per bene.

20130517_133749

Versate ora il latte lentamente, mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi.

20130517_134040 20130517_134206

Amalgamate bene e rimettete sul fuoco basso, aggiungendo un pizzico di sale, noce moscata e poco pepe.

Mescolate di continuo e lasciate scaldare per circa 15 minuti, fino a quando la besciamella non si sarà addensata.

20130517_140219

Una volta preparati tutti gli ingredienti unite la besciamella al ragù.

20131206_140256

Prendete ora una teglia per lasagne con bordi abbastanza alti da poter contenere più strati e ungetela con una noce di burro.

Distribuite un primo strato di lasagne (dopo averle scottate per qualche istante nell’acqua bollente e salata).

20131206_140816

Aiutandovi con un mestolo mettete un’abbondante strato di ragù e besciamella e distribuite sulla superfice una generosa manciata di parmigiano grattugiato (circa 50 gr)

20131206_140934

Proseguite con un’ultimo strato di pasta e ricoprite con il ragù e besciamella rimasto spolverizzando nuovamente con abbondante parmigiano grattugiato.

20131206_141851

Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 25/30 minuti.

20131215_122412

Sfornate le lasagne e servitele belle calde.

P.s.: Sono proprio curiosa di sapere cosa ne pensate e se anche voi avete qualche piatto per cui vi considerate ineguagliabili.

Baci baci

Cuori di pasta fresca alle pere, noci e ricotta con fonduta di parmigiano

Ormai è risaputo che adoro la pasta fatta in casa ed il fine settimana sovente mi cimento nello sperimentare nuovi formati e ripieni.

Con l’avvicinarsi del giorno di San Valentino e complice anche la mia vena romantica, non potevo poprio resistere alla tentazione di preparare un primo piatto adatto all’occasione, ecco quindi l’idea di questi ravioli a forma di cuore.

Non credo che servano grandi doni per rendere felice la persona che amiamo, una cenetta romantica preparata con le nostre mani  potrebbe pero’ essere un gesto molto gradito 🙂

Se amate l’abbinamento pera-formaggio, vi garantisco che questi ravioli sono spettacolari e se avrete voglia di cimentarvi nell’opera è sicuro che riuscirete a sorprendere la vostra dolce metà.

20140117_203556

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

Per la pasta:

  • 300 g di farina
  • 3 uova

Per il ripieno:

  • 5 noci sgusciate
  • 200 g di ricotta
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2 pere mature

Per la fonduta:

  • 3 dl di latte
  • 170 g di parmigiano grattugiato
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaino di fecola di patate

20140117_171013

PROCEDIMENTO:

Per la preparazione della pasta:

Impastate farina e uova e quando l’impasto sarà pronto stendetelo in sfoglie sottili (per la spiegazione dettagliata su come preparare l’impasto cliccate qui)

20140117_174921

Per la preparazione del ripieno:

Tritate finemente i gherigli di noci.

20140117_175113  20140117_175135

Tagliate le pere in piccoli pezzettini.

20140117_180159

Amalgamate le noci con la ricotta, il parmigiano reggiano e le pere, fino ad ottenere un composto omogeneo.

20140117_175327    20140117_180553

Mettete il ripieno sulla sfoglia di pasta, inumidite con un po’ di acqua la pasta attorno al ripieno e ricoprite con un’altra sfoglia, sigillando per bene i bordi e facendo attenzione che non si formino bolle d’aria, dopodichè con un coppa pasta a forma di cuore ritagliate dei ravioli.

20140117_182253

20140117_18264020140117_18281720140117_182832

20140117_190009

Per la preparazione della fonduta:

Portate a bollore il latte e aggiungete il parmigiano grattugiato amalgamandolo con la frusta, aggiungete poi un tuorlo d’uovo e la fecola continuando a mescolare finchè il composto non prenderà la consistenza di una fonduta.

20140117_202530

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e scolateli non appena verranno in superfice.

Impiattate i cuoricini e conditeli con la fonduta bella calda.

N.B.: Vi ricordo che se non siete innamorati …. ci sono coppapasta di tutte le forme eh!? 😉

Sono sicura che troverete ugualmente qualcuno con cui condividere questi fantastici ravioli 🙂

Altrimenti fatevi una coccola e preparateli per voi, perchè per prima cosa bisogna amare se stessi ❤

Kisses

Insalatina con songino, pere, parmigiano e melagrana

Questo è il periodo in cui si va alla ricerca di qualche piatto leggero che ci ripulisca la coscienza e non ci faccia sentire troppo in colpa per le abbuffate ed i chili presi durante le feste Natalizie, ma non per questo bisogna rassegnarsi a piatti scialbi e privi di sapore.

Ecco quindi un’idea per un insalatina sfiziosa, facilissima e veloce da preparare, ricca di gusto e di effetti benefici per il nostro corpo.

Giusto per curiosità ve ne elenco alcuni:

  • Il songino è un vero toccasana, ricco di vitamine ed ha proprietà rinfrescanti e digestive;
  • La melagrana è ricca di minerali e vitamine ed ha proprietà antiossidanti;
  • La pera decana è ricca di zuccheri semplici a rapida assimilazione e sali minerali ed ha proprietà diuretiche, rinfrescanti e lassative;
  • Il parmigiano è un’importante fonte di proteine e di calcio, è ricco di vitamine e di minerali ed ha proprietà energizzati. Un perfetto alleato per la salute ed il benessere psicofisico.

Bhe! Che dire di più?!

Credo che a questo punto non resti altro che procurarsi tutti gli ingredienti per preparare questa “miracolosa e benefica” insalatina 😉

20140109_123148

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di songino
  • 1 melagrana
  • 4 piccole pere decana
  • 120 gr di parmigiano
  • olio d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • glassa di aceto balsamico q.b.

Procedimento:

Lavate e asciugate bene il songino e sistematelo in piccole insalatiere monoporzione.

20131122_195006
Pelate le pere, tagliatele a pezzi e poi in piccoli tocchetti.

20131122_194949
Sgranate delicatamente la melagrana in modo da non rompere i grani.

20131122_195001

Tagliate a tocchetti il parmigiano.

20131122_195158
Distribuite sul songino, i pezzetti di pere, i tocchetti di parmigiano e i grani di melagrana.
Condite con il sale, la glassa di aceto balsamico e l’olio d’oliva (o secondo i vostri gusti) e servite.

Torta pasqualina

Ecco un tipico piatto pasquale, che ha origini genovesi, ma che viene preparato anche in altre località d’Italia con caratteristiche differenti (talvolta anche in versione dolce).

Alcune notizie sull’origine di questa torta:

“La torta pasqualina è appunto tipica del periodo pasquale. Rappresenta il clou del pranzo pasquale e in passato era l’apoteosi dell’abilità delle casalinghe, che leggendariamente si narra riuscissero a sovrapporre sino a trentatré sfoglie in omaggio agli anni di Cristo.

Una variante per altri periodi prevede l’uso delle bietole o di altra verdura al posto dei carciofi.

L’esistenza della torta pasqualina genovese è documentata dal XVI secolo, quando il letterato Ortensio Lando la cita nel Catalogo delli inventori delle cose che si mangiano et si bevano. Allora era nota come gattafura, perché le gatte volentieri le furano et vaghe ne sono, ma anche lo stesso scrittore ne era ghiotto tanto da scrivere: “A me piacquero più che all’orso il miele“.

Nei secoli scorsi uova e formaggio, ingredienti essenziali della pasqualina, erano alimenti che si consumavano solo nelle grandi ricorrenze.

A Ventimiglia si usano nel ripieno erbe selvatiche (caccialepre, ortica, allattalepre, songino), al posto delle bietole e della borragine.”

Nella mia ricetta ho utilizzato spinaci, anche adatti per questa torta salata.

20130322_204341

Ingredienti:

  • 350 gr di spinaci (che possono essere sostituiti con gli ortaggi indicati in premessa)
  • 150 gr di ricotta
  • 50 gr di parmigiano
  • 50 gr di pecorino
  • 2 confezioni di pasta sfoglia
  • 5 uova
  • sale

Preparazione:

Pulite e lessate gli spinaci in acqua bollente e salata per 5 min.

20130322_184957

Fatto questo,  scolateli e strizzateli molto bene.

Preparate il ripieno amalgamando bene la ricotta, con 1 uovo, il parmigiano e il pecorino.

20130322_190555

Lavoratelo bene aggiungendo un po’ di sale. Quando il composto sarà ben amalgamato, unite gli spinaci lessati. Potete farlo unendo le foglie così come sono oppure tritarle. Io le ho lasciate intere.

20130322_191130

Prendete uno stampo circolare, con il bordo bello alto, foderatelo con carta da forno e adagiatevi la pasta sfoglia.

Foderato lo stampo, riempitelo con il ripieno di ricotta e spinaci, preparato precedentemente. Prima di chiudere, fate 3  piccoli incavi nel ripieno equidistanti l’uno dall’altro.

20130322_191525

Aprite in ciascun incavo un uovo intero, in modo che durante la cottura diventerà sodo.

20130322_191703

Chiudete la torta con un disco di pasta sfoglia sul quale ripiegherete la sbordatura del disco di base.

20130322_191946

Spennellate la superficie con uovo sbattuto e decoratela a piacere con un disegno pasquale.

20130322_192547

Infornate a 200 gradi per circa 50 minuti.

20130322_203418