Costolette di agnello con patate

Oggi un secondo piatto veloce e facile da preparare, ma molto gustoso e che a me piace moltissimo, perchè preparato con la carne d’agnello, che adoro.

L’agnello è una carne molto apprezzata nella tradizione gastronomica delle regioni centro meridionali, ma l’abitudine di inserirla nelle preparazioni pasquali si è diffusa un po’ in tutta la penisola.

E’ una carne tenera, solitamente poco grassa e dal gusto caratteristico, ma delicato perchè gli animali, giovanissimi, sono nutriti solo con latte di esemplari lasciati al pascolo. Ha uno scarso contenuto lipidico (simile a quello delle carni bianche) a favore di un ottimo apporto proteico (simile a quello delle altre carni rosse).

Un piccolo accorgimento per chi non gradisse il sapore forte della carne d’agnello è quello di procedere alla marinatura con vino e aromi prima della cottura, oppure semplicemente con cipolla affettata e olio. Si può bagnare in cottura con 1 bicchiere di grappa.

20131222_124923

INGREDIENTI x 4 persone:

  • 1 kg di costolette di agnello
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di maggiorana
  • 2 spicchi d’aglio

Per le patate al forno:

  • 8 patate medie
  • olio q.b.
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Allargate le costolette, se necessario con un batticarne, lavatele e tamponatele accuratamente. Disponetele su di un piatto, salate e pepate a piacere da ambo i lati, pennellatele leggermente con un intingolo di olio,  profumato con un trito di rosmarino, timo, maggiorana e aglio.

20131222_121308 20131222_105828

Lasciate le costolette così condite in frigo per circa 30 minuti.

Nel frattempo sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a tocchetti.

Immergetele in una casseruola con acqua che possa coprirle bene e fatele lessare per 10 minuti circa, devono diventare tenere, non molli.

20131222_112848

Scolatele, allargatele su un telo da cucina e tamponate l’acqua in eccesso.

Mettetele ora in una teglia da forno, salatele e ungetele con un po’ d’olio

20131222_114401

Cuocete le patate in forno preriscaldato a 200° per circa mezz’ora o comunque fino a doratura.

Scaldate una padella antiaderente o una piastra di ghisa e cuocete le costolette a fuoco vivace per circa 4 minuti per lato

20131222_121512

Quando le costolette saranno cotte, servitele belle calde accompagnandole con le patate al forno.

Coniglio alla ligure

La ricetta di oggi nasce dall’idea di preparare un classico coniglio al civet, ma successivamente ricordandomi di avere in casa una confezione di pinoli, si è  trasformato in coniglio alla ligure e questo cambio di programma ha portato ad un risultato inaspettato.
Il coniglio preparato in questo modo è davvero buonissimo, delicato, ma al tempo stesso molto saporito.
Prima di entrare nel dettaglio della ricetta, vorrei però spendere due parole su questa straordinaria carne, che come di consueto prendo dal mio macellaio di fiducia l’Argal di Meini Davide.
“Il coniglio come il pollo, appartiene alla categoria delle carni bianche, che si distinguono per la loro digeribilità e per il sapore delicato che ben si presta a molteplici preparazioni in cucina. E’ povero di colesterolo e, addirittura, più ricco di proteine della carne bovina. Per questo motivo, ben si adatta alla dieta di bambini e anziani, anche perchè fornisce un ottimo apporto di fosforo”
20140301_121006
INGREDIENTI (per 4 persone):
  • 1 coniglio tagliato a pezzi (dell’ Argal di Meini Davide)
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • olio e.v.o q.b.
  • 40 gr di pinoli
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2/3 bacche di ginepro
  • 2 cucchiai di olive taggiasche (io ho usato quelle denocciolate)
20140228_144007

Carne dell’Argal di Meini Davide

Tritate finemente il sedano, la carota e la cipolla e fate soffriggere in una capiente padella con un po’ d’olio.
20140301_100943
Unite il coniglio (dopo averlo ben lavato e asciugato), salatelo e rosolatelo per bene da ogni lato.
20140301_101600
Sfumate con il vino bianco (io ho usato un Pigato ligure), aggiungete i pinoli, le olive taggiasche, l’alloro, il rosmarino e le bacche di ginepro.
20140301_103036 20140301_102412
Fate cuocere il coniglio a fuoco lento per circa un’ora, controllandolo di tanto in tanto e se si asciuga troppo aggiungete un po’ di brodo caldo.
Impiattate e servite con un contorno di patate al forno o un’insalatina.