Stuzzichiamo il palato con il finger food

Ciao a tutti miei cari amici, oggi ho pensato di darvi un piccolo spunto per un semplice e sfizioso piattino “finger food”, cioè il cibo che viene mangiato con le mani e senza bisogno di posate e preferibilmente in piccole monoporzioni!

Il finger food è ideale per allestire i buffet, per le cene fredde estive, i rinfreschi e gli aperitivi, solitamente gustati in piedi.

I piatti in versione finger food, sono molto più belli da vedere, anche se certamente, preparare dolci, torte salate e quant’altro in piccole monoporzioni è molto più laborioso e dispendioso a livello di tempo, ma alla fine il risultato sarà molto gradito, insomma fatica ben spesa perchè oltre al palato, delizierete anche la vista 🙂

20140611_194840

INGREDIENTI PER CIRCA 30 STUZZICHINI:

  • 3 uova
  • 2 zucchine medie
  • 1 mozzarella da 125 gr
  • 2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 4 fette di pane morbido al latte o pancarrè
  • burro q.b.
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Innanzi tutto prepariamo un frittata:

Fate sciogliere una piccola noce di burro in una padella antiaderente (del diametro di 22 cm), poi versatevi le tre uova sbattute a cui avrete unito il parmigiano grattuggiato ed un pizzico di sale, coprite e fate cuocere per bene la frittata da entrambi i lati.

20140611_190453 20140611_191100

Mentre la frittata si raffredda, lavate le zucchine e con l’aiuto di un pelapatate, tagliatele abbastanza sottili nel senso della lunghezza e fatele grigliare su di una padella di ghisa, salandole leggermente.

20140611_190818 20140611_191053

Prendete ora tutti gli ingredienti.

20140611_191952 20140611_192941

Tagliate a quadrotti la frittata e la mozzarella a cubetti.

Fate tostare le fette di pane e tagliate anch’esse a quadrotti grandi all’incirca come quelli di frittata.

Componete ora gli stuzzichini facendo delle torrette con alla base il pane tostato, a seguire la zucchina grigliata ripiegata su se stessa, un cubetto di mozzarella e infine un quadrotto di frittata.

Disponete gli stuzzichini su dei taglieri o vassoietti e servite accompagnando a piacere con un buon prosecco 🙂

 

 

Torta morbida con fragole e panna

Buongiorno a tutti carissimi, sono già un po’ di giorni che non inserisco la ricetta di un dolcino, rimedio subito, con una torta facile facile per mangiare panna e fragole senza sentirsi troppo in colpa 😉

Se nel periodo delle fragole sviluppate una sorta di dipendenza, non potendone più fare a meno, allora siete “rovinati” come me, che le metterei ovunque 🙂

Siccome quando sono un po’ giù ne faccio vere e proprie scorpacciate, aggiungendoci sopra quintali di panna montata, ho pensato che una torta in cui nascondere tutto all’interno, fosse un buon modo per camuffare i miei piccoli peccati di gola, ecco quindi nascere questa torta super morbida e profumatissima. Come sempre da provare!

 20140519_184103

 INGREDIENTI:

  • 250 gr di farina 00
  • 50 gr amido di mais
  • 2 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di olio di semi
  • 200 gr di panna da montare
  • 200 gr di fragole
  • la buccia di un limone grattuggiata
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • burro q.b.

PROCEDIMENTO:

Lavate le fragole e passatele al mixer riducendole in purea.

20140513_134552 20140513_134817

Montate le uova con lo zucchero finché non diventeranno bianche e spumose.

20140513_133137 20140513_133704

Aggiungere la panna, l’olio, la buccia di limone grattugiato, la purea di fragole e amalgamate bene.

Infine aggiungete la farina e l’amido di mais setacciati con lo lievito.

20140513_135502

Versate l’impasto in uno stampo per torte imburrato e cuocete in forno preriscaldato e statico a 180° per 35 min. + 10 min. a forno spento (effettuate sempre la prova stuzzicadente prima di sfornare).

20140513_135639 20140519_183455

Lasciate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Per un tocco in più servite la torta accompagnata con fragole e panna montata.

Io non ho potuto resistere e alla fine ho ceduto all’aggiunta di panna montata, ve l’avevo detto che ho una sorta di dipendenza, è più forte di me 😉

20140513_202458

Torta salata di carciofi e patate in sfoglia

Buongiorno cari amici, dopo una pausa di una settimana tra feste e ponti vari eccomi con una nuova ricetta, come sempre semplice e veloce, una torta salata adatta in ogni occasione, da preparare per un buffet, una scampagnata, come antipasto, contorno o piatto unico, versatile come solo le torte salate sanno essere.

Uno dei vantaggi delle torte salate è che possono essere preparate anche con largo anticipo e questa è una cosa che a me piace molto :-), soprattutto quando dobbiamo preparare più piatti, perchè ci fa guadagnare un pò di tempo e al momento di gustarla basterà riscaldarla per qualche minuto nel forno.

20140430_193912

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE:

  • 350 gr di cuori di carciofo surgelati o freschi se preferite
  • 350 gr di patate
  • 150 gr di provola
  • 100 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • prezzemolo q.b.

PROCEDIMENTO:

Pelate, lavate le patate e tagliatele a tocchetti.

Mettete i cuori di carciofo i acqua bollente e lessateli per una decina di minuti, poi aggiungete le patate e lasciate cuocere finchè sia i carciofi che le patate non si saranno ammorbidi.

Dopodichè scolateli e metteteli in una padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio, aggiungete una spolveratina di prezzemolo e salate. Fate insaporire per un paio di minuti.

20140430_130302

Tagliate la provola a tocchetti e mettetela in una ciotola con le patate, i carciofi, la ricotta ed 1 uovo sbattuto.

20140430_131427

Mescolate per bene e aggiustate di sale, se necessario.

Ricoprite una teglia per crostate con carta da forno, adagiatevi sopra la pasta sfoglia e disponete il composto nel centro, livellatelo con l’aiuto di una spatola e ripiegate i bordi per contenerlo.

20140430_131851

Cuocete in forno già caldo a 180° per 20/25 minuti

 

Rotolo di ricotta, pistacchi e fragole

Oggi vi propongo un ottimo dolcino, scovato sulla pagina facebook di “Il cucchiaio d’argento“, che seguo sempre volentieri, perchè fonte di molteplici ispirazioni.

Devo dire che non mi pento mai di provare le ricette che propongono, perchè sono sempre precise ed azzeccatissime nell’abbinameto dei sapori.

Questo dolce è preparato con la pasta biscotto che è una base morbida, sottile ed elastica, usata principalmente per produrre rotoli farciti con ripieni dolci come marmellate, creme e ganache.
La consistenza della pasta biscotto è soffice e ricorda quella del pan di spagna, per questa sua peculiarità è conosciuta anche come pan di spagna arrotolato.
Il procedimento per la sua preparazione è semplice e veloce, infatti sono sufficienti pochissimi minuti di cottura in forno.

Il ripieno utilizzato in questo caso è un po’ diverso dalle solite farciture ed è freschissimo.

Un ottimo dessert per i giorni più caldi, da conservare in frigorifero e servire accompagnato da fragole fresche e panna montata.

20140419_132828

INGREDIENTI PER 8 PERSONE:

Per la pasta biscotto:

  • 120 g di farina
  • 120 g di zucchero semolato
  • 4 uova
  • la scorza grattugiata di 1 limone

Per la farcitura:

  • 250 g di ricotta
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 50 g di pistacchi
  • 10 fragole

PROCEDIMENTO

Per la pasta biscotto: Sbattete i tuorli e poi montateli con lo zucchero semolato e la scorza di limone grattugiata per circa 10 minuti o comunque fino a ottenere un composto spumoso.

20140418_165648 20140418_170358

In una seconda ciotola montate gli albumi a neve.

20140418_165500

Unite poi delicatamente gli albumi montati ai tuorli.

20140418_170732

Incorporate la farina setacciata e, sempre con delicatezza, mescolate per amalgamare.

Rivestite una teglia rettangolare con carta da forno e stendete il composto con una spatola, portandolo allo spessore di circa 1 cm.

20140418_171501

Cuocete in forno già caldo a 220° per circa 6-9 minuti, tenendo conto che l’impasto dovrà apparire leggermente dorato.

20140418_172714

Rovesciate poi delicatamente la pasta biscotto su di un canovaccio spolverizzato con dello zucchero semolato, lasciando la carta da forno verso l’alto.

20140418_173217

Con un pennello leggermente inumidito bagnate la carta da forno ed eliminatela con delicatezza.

20140418_173125

Coprite la pasta biscotto con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati. In questo modo l’umidità verrà trattenuta all’interno e manterrà la pasta elastica, così da evitare di creare crepe quando l’arrotolerete.

Attendete un paio di minuti, quindi arrotolate l’impasto su se stesso aiutandovi con un canovaccio.

Dovrete ottenere un rotolo, che farete riposare con la parte della chiusura verso il basso, fino a quando si sarà raffreddato.

20140418_173641

 

Nel frattempo, in una ciotola, lavorate la ricotta con lo zucchero a velo, fino a ottenere una crema omogenea.

20140418_174549 20140418_175054

Unite i pistacchi tritati e amalgamate per bene.

20140418_175310

Aprite il rotolo, distribuite sulla sua superficie il composto a base di ricotta e completate con le fragole tagliate a tocchetti.

20140418_180453 20140418_180831

Arrotolate il tutto nuovamente, disponete su un piatto e, con un coltello affilato, eliminate l’eccesso delle due estremità.

Mettete a riposare in frigorifero per 1 ora.

Servite spolverizzando la superficie con zucchero a velo e qualche pistacchio.

20140418_182446

Torta morbida ai pistacchi e ricotta

Un paio di domeniche fa, con mio marito e i miei piccoli amori, abbiamo fatto una bellissima gita all’acquario di Genova ed io durante il viaggio in auto, non ho perso certo tempo a guardarmi attorno 🙂
Figuriamoci, non riesco a rilassarmi e a fermare la mente neanche per un istante, oltretutto con la connessione internet ormai disponibile ovunque, ho approffittato del momento di “relax”, per andare alla ricerca di nuove idee e navigando qua e là, mi sono imbattuta in questa torta, trovata sulla pagina facebook di “Il Cucchiaio d’Argento”
E’ stato amore a prima vista, io adoro i pistacchi e il mix di ingredienti, mi ha subito fatto capire, che valeva la pena sperimentare.
Devo dire che non mi sono sbagliata, perchè questo dolce è stato davvero apprezzato ed è piaciuto a tutti.
E’ una torta morbidissima e profumata, il gusto ricorda molto un buon gelato al pistacchio e anche per chi non ama la ricotta nei dolci, se glielo farete assaggiare (senza svelare “l’ingrediente” 😉 ), vi assicuro che riceverete addirittura i complimenti 🙂
20140408_205720
INGREDIENTI:
  • 100 g di pistacchi non salati e sgusciati
  • 300 g di ricotta
  • 250 g di farina “0”
  • 250 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 3 uova intere
  • 100 g di burro fuso
  • 2 cucchiai di latte
  • zucchero a velo q.b.

Separate gli albumi e iniziate a lavorarli con la frusta, aggiungendo lo zucchero a pioggia.

Quando saranno spumosi aggiungete anche i tuorli, il lievito e la farina.

Incorporate la ricotta al composto.

20140330_085733

Quando tutto sarà ben amalgamato unite il burro che nel frattempo avrete fatto sciogliere, 2 cucchiai di latte, e per ultimi i pistacchi tritati finemente.

20140330_085829

Versate tutto in uno stampo di 22/24 cm di diametro e regolate in altezza, battendo per riempire i vuoti.

20140330_090438

Cuocete in forno preriscaldato a 180° statici per 35 minuti + altri 10 minuti a forno spento.

Sfornate, lasciate raffreddare bene e spolverizzate con zucchero a velo.

20140330_113950

 

Croissant sfogliati all’italiana con pasta madre

Buongiorno amici, la ricetta che vi propongo oggi, credo che sia uno dei migliori esperimenti riusciti della mia vita 🙂

Forse non tutti lo sanno, ma in questo periodo ho frequentato un corso sulla panificazione naturale, che mi ha aperto davvero un mondo nuovo.

Dopo aver creato la mia personalissima pasta madre, ho iniziato con gli esperimenti ed oltre al pane, che ormai faccio abitualmente, ho deciso finalmente di provare a fare i croissant, ricetta che prima d’ora, ho sempre considerato irraggiungibile e troppo difficoltosa.

Ho sempre ammirato chi si cimentava nella preparazione di questo dolce, in realtà basta organizzarsi ed il gioco è fatto. Infatti dopo la lettura di innumerevoli ricette trovate sul web, ho elaborato tutte le informazioni, mi sono armata di coraggio e ho creato la mia ricetta.

Credetemi, che tutto il lavoro fatto è stato ripagato, perchè il risultato ha superato alla grande le mie aspettative.

Sono una gran mangiatrice di croissant, penso di averne assaggiati in quantità industriali, da quello più terribile confezionato, al surgelato del bar a quello fresco della pasticceria e pensavo che mai avrei potuto eguagliarne il sapore (più che altro di quello della pasticceria), ma ho dovuto ricredermi e vi garantisco che questi fatti in casa non sono solo buoni, ma sono superlativi, assolutamente stupefacenti………….i migliori croissant che io abbia mai mangiato.

Sarà merito dello lievito madre e anche un po’ della botta di fortuna del principiante, ma sono profumati, fragranti e leggerissimi, nonostante la quantità di burro necessaria per la sfogliatura.

Che dirvi di più?! Dovete assolutamente rimboccarvi le maniche e provarli!

20140329_081548

INGREDIENTI PER 12 CROISSANT:

Per l’impasto:

  • 530 gr di farina manitoba
  • 110 gr di zucchero
  • 35 gr di burro
  • 2 tuorli d’uovo (circa 35 gr)
  • 200 gr di acqua
  • 60 gr di latte
  • 8 gr di sale
  • 150 gr di pasta madre solida (rinfrescata la sera prima)
  • 1 stecca di vaniglia
  • scorza grattuggiata di un limone

Per la sfogliatura:

  • 250 gr di burro bavarese
  • 1 albume + 2 cucchiaini di zucchero per spennellare i croissant

Visti i tempi di lievitazione/riposo un po’ lunghi, ho pensato di indicare anche il giorno e l’ora in cui ho effettuato le lavorazioni, così da rendere più semplice e comprensibile la ricetta (naturalmente sono indicativi e ognuno di voi li adatterà alle proprie esigenze)


PROCEDIMENTO:

Mercoledì h 21.00:

Rinfrescate la pasta madre

20140330_200115

Giovedì h 10.30:

Fate sciogliere il burro (i 35 gr che vanno nell’impasto) con la scorza grattuggiata del limone e i semi prelevati dalla stecca di vaniglia che avrete inciso.

aromi

Sciogliete la pasta madre (rinfrescata la sera precedente) con l’acqua, unite 300 gr di farina, amalgamate per bene e fate riposare 30 minuti.

SAM_0278 SAM_0280

SAM_0281

Giovedì h. 11.15:

Unite ora i restanti 230 gr di farina, lo zucchero, il latte, il burro sciolto con gli aromi, il sale e i tuorli d’uovo uno alla volta (amalgamate prima bene 1 tuorlo e poi aggiungete e amalgamate l’altro).

Impastate molto bene in modo da ottenere un composto morbido ed omogeneo.

Schiacciate l’impasto e mettetelo avvolto con della pellicola per alimenti, per 2 ore nella parte più bassa del frigo.

SAM_0287

Giovedì h. 14.00:

Prendete il panetto di burro, mettetelo tra due pellicole per alimenti o tra due fogli di carta da forno e stendetelo con l’ aiuto di un matterello formando una rettangolo abbastanza regolare.

SAM_0288 SAM_0289

Ora infarinate leggermente la spianatoia e stendete l’ impasto formando un rettangolo, leggermente più largo di quello che avete ottenuto stendendo il panetto di burro, ma lungo il doppio.

SAM_0293

(E’ importante che impasto e burro abbiano la stessa consistenza)

Prendete il burro steso e disponetelo esattamente al centro dell’impasto, chiudete i due lati sul burro, facendoli combaciare e saldate i bordi con una leggera pressione delle dita. A questo punto il panetto così formato, sarà pronto per essere sfogliato.

SAM_0295

SAM_0296  SAM_0297

Procedete ora con le pieghe ….

Dovrete fare tre serie di pieghe a tre, che hanno lo scopo di uniformare l’impasto e creare l’effetto della sfogliatura.

Prima piega a tre (h. 14.30):

1. Infarinate la spianatoia e stendete l’impasto nel senso della lunghezza fino a raggiungere lo spessore di 1 cm.
SAM_0299
2. Piegate un lembo dell’ impasto fino al centro del rettangolo.
3. Prendere l’ altro lembo e piegatelo sugli altri due.
SAM_0302
4. Ruotate la pasta (di 90°) in modo da avere il lato corto rivolto verso di voi e con il dorso delle pieghe verso sinistra.
SAM_0303
Coprite con pellicola il panetto ottenuto e lasciate riposare per 30 minuti in frigorifero.
Giovedì h 15.00 (seconda piega a tre):
Tirate fuori il panetto dal frigorifero e procedere come nei punti 1, 2, 3 e 4.
Coprite nuovamente con pellicola il panetto ottenuto e lasciate riposare altri 30 minuti in frigorifero.
Giovedì h. 15.30 (terza ed ultima piega a tre):
Tirate fuori il panetto dal frigorifero e procedete come nei punti 1, 2, 3 e 4.
Coprite con pellicola il panetto ottenuto e mettete in frigorifero fino al giorno successivo.
Venerdi h. 18.00:
Prendete l’impasto e stendetelo con il mattarello cercando di mantenere una forma rettangolare, con un altezza di circa 20 cm.
SAM_0306
A questo punto aiutandovi con una rotella per pizza, tagliate l’impasto cercando di ricavare dei triangoli isosceli (8 cm di base x 20 cm di altezza)
SAM_0307
Effettuate alla base di ogni triangolo un piccolo taglietto e arrotolate dalla base fino ad arrivare alla punta (senza stringere troppo), così da formare un cornetto.
SAM_0308
Ora i vostri croissant sono pronti per l’ultima lievitazione.
SAM_0314
Mettete i croissant che volete cuocere, su di un teglia coperta con carta forno (avendo cura di disporli non troppo vicini, in quanto dovranno avere abbastanza spazio per lievitare), coprite con della pellicola ed un canovaccio asciutto (così non prenderanno aria e non seccheranno in superficie) e lasciateli nel forno spento a lievitare per tutta la notte.
Sabato h. 8.30:
Togliete la teglia dal forno e spennellate i croissant con l’abume d’uovo, sbattuto con 2 cucchaini di zucchero.
SAM_0326
Mettete a cuocere in forno statico preriscaldato a 210° per 5 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e lasciate altri 20 minuti.
SAM_0327 SAM_0328
Sfornate, fate raffreddare su di una gratella e gustate tiepidi i vostri “sudatissimi”, ma squisiti croissant 😀
20140329_080620

Consigli utili:

Prima dell’ultima lievitazione (appena avete dato la forma ai croissant), se pensate di non consumarli tutti in una sola volta :-), potete congelarli (si conservano per circa 1 mese dopodichè lo lievito diventerà inattivo).

Disponeteli su di un vassoietto uno di fianco all’altro e metteteli nel freezer. Quando saranno congelati potrete riporli in sacchetti gelo e quando deciderete di mangiarli, basterà ricordarvi la sera prima di tirarli fuori dal congelatore e disporli sulla teglia con carta da forno, in modo che possano scongelare e lievitare per tutta la notte, così che la mattina seguente saranno pronti per la cottura.

 

 

Colomba pasquale …. veloce veloce

Oggi vi propongo un classico dolce pasquale, ma in versione molto semplificata, nulla a che vedere con il lavoro che richiede il reale procedimento per la preparazione di un grande lievitato come la colomba.

Quindi non me ne vogliano tutti i temerari e coraggiosi che si sono cimentati nell’impresa, io sono alle prime armi con lo lievito naturale e magari questi esperimenti li farò più avanti 😀

In ogni caso è un’ottima alternativa, che vi farà fare la vostra bella figura. E’ una torta/colomba con la consistenza simile ad un plumcake.

20130328_112722

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 100 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 350 gr di farina
  • 1 bicchiere di latte
  • 3/4 di fiala di aroma di mandorle
  • 1 fiala da 2 ml di aroma di arancia
  • 1 fiala da 2 ml di aroma di limone
  • 1 bustina di lievito per torte salate
  • 125 gr di uva passa
  • granella di zucchero
  • 50 gr di mandorle sbucciate

Preparazione:

Separate i rossi d’uovo dai bianchi. Montate gli albumi a neve, con un pizzico di zucchero. Ai rossi, invece, unite lo zucchero, il burro ammorbidito e gli aromi (le fiale di mandorla, arancio e limone),

20130328_095954

quindi montate con una frusta elettrica.

20130328_100532

Incorporate al composto di rossi d’uovo il latte, la farina con il lievito per torte salate e l’uva passa.

20130328_101317

Amalgamate gli ingredienti, incorporando delicatamente i bianchi montati a neve.

20130328_101806

Trasferite l’impasto nello stampo per colombe da 750 gr. (il mio panettiere è stato così gentile da darmene uno 🙂 ),

20130328_093543

20130328_102111

disponete sulla superficie le mandorle, facendo attenzione a non farle affondare nell’impasto, e la granella di zucchero.

20130328_102422

Infornate a 140° per 75 minuti.

p.s. La ricetta diceva 50 minuti e poi “prova stuzzicadente“, così ho fatto, ma non essendo ancora cotta ho lasciato 25 minuti in più (ogni forno cuoce diversamente, anche voi cercate di regolarvi facendo la “prova stuzzicadente”).

20130328_170400

Dettaglio della fetta ….

20130328_195626

Crostatine primaverili con fragole e crema pasticcera

La primavera è senz’altro la mia stagione preferita non troppo caldo, ma neanche troppo freddo, le giornate iniziano ad allungarsi e la natura si risveglia con i suoi bellissimi colori e profumi.

Quindi oggi vi propongo un dolcino fresco e buonissimo, comodo da portare nella borsa frigo per una gita fuori porta o anche semplicemente per una dolce pausa a casa o in ufficio.

Questa versione di crostatine alla frutta non prevede una copertura con la gelatina per dolci, volendo potete utilizzarla, considerando pero’ che occorreranno almeno due ore di riposo in luogo fresco per farla solidificare. Inoltre io ho utilizzato le fragole, ma potete sbizzarrirvi con la frutta che più vi piace, sono squisite anche con fragole e banane, mirtilli, lamponi o more.

20140307_194853

INGREDIENTI PER 6/8 CROSTATINE:

Per la farcitura:

  • 250 gr di fragole
  • zucchero e succo di limone q.b.

Per la pasta frolla:

  • 300 gr di farina
  • 90 gr di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 125 gr di burro
  • mezza bustina di lievito

Per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di farina
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 300 ml di latte
  • 1 bustina di vanillina

PROCEDIMENTO:

Innanzi tutto preparate la crema pasticcera.

Fate sobbollire il latte con una bustina di vanillina.

20140307_180458

In una terrina montate i tuorli con lo zucchero.

20140307_180503

Incorparate alle uova la farina.

Versate ora il latte caldo a filo nel composto con le uova e mescolate.

Trasferite il tutto in un pentolino e cuocete la crema mescolando di continuo, con l’aiuto di una frusta, per non far creare grumi.

20130504_224624

Lasciate sobbollire finchè la crema non si sarà addensata.

20130504_224838

Mentre la crema si raffredda, preparate la pasta frolla.

Mettete in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero, lo lievito e il burro spezzettato e ammorbidito con le mani.

Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Stendete l’impasto con un mattarello in un disco largo, da cui dovrete ricavare 8 dischi più piccoli (del diametro di circa 12 cm).

20130409_120006

Rivestite con i dischi di pasta frolla degli stampi per crostatine del diametro di 10 cm, facendo aderire per bene la pasta ai bordi ed eliminando poi l’eccedenza.

20140307_185226

Ricoprite la pasta con un foglio di alluminio sul quale metterete dei fagioli secchi per evitare che la pasta frolla aumenti troppo di volume durante la cottura.

20140307_185603

Infornate a 180° in forno preriscaldato per 15 min., lasciate raffreddare e togliete le crostatine dagli stampi.

20140307_191638

Nel frattempo lavate e tagliate le fragole.

20140307_193329

Farcite le basi di pasta frolla con la crema pasticcera che nel frattempo sarà raffreddata.

20140307_192837

Completate con le fragole, spennellandole leggermente con una soluzione di zucchero e limone.

20140307_193932

Conservate le crostatine in frigorifero e servitele belle fresche.

P.s.: Nel caso vi avanzasse della pasta frolla, potete utilizzarla per fare degli ottimi biscottini per la colazione 😉

Con questa ricetta partecipo al contest di MOLINO CHIAVAZZA “Mani in pasta”:

Banner Crostate

Muffin salati con mortadella, taleggio e broccoli

Buongiorno miei cari amici di forchetta, oggi dopo gli innumerevoli dolci dei giorni passati, vi propongo una ricettina alternativa …. muffin salati! 🙂

Ero un po’ scettica sulla riuscita di questo piatto, ma incuriosita dalle varie ricette viste qua e là sul web e in particolare tra le mie amiche foodblogger, alla fine ho ceduto alla tentazione e ho sperimentato.

Devo dire che il risultato è molto gradevole ed è un’ottima idea da proporre per un buffet freddo o come nel mio caso per un antipasto diverso dal solito e perchè no, ora che si avvicina la bella stagione, protrebbe anche andare bene nella cesta del pic-nic 😉

E’ una tortina salata in miniatura, molto gustosa e saporita con cui potrete sbizzarrirvi, perchè molto versatile, inserendo nell’impasto gli ingredienti che più si avvicinano ai vostri gusti, che siano verdure, formaggio o affettati.

Per avere un’idea più precisa sul sapore di questi muffin, non vi resta altro che provarli 🙂

20140221_192325

INGREDIENTI per 12 muffin:

  • 180 gr. di farina
  • 3 uova
  • 100 gr. di latte
  • 50 gr. di olio di semi
  • 10 gr di lievito istantaneo (per torte salate)
  • 100 gr. di parmigiano
  • 1 fetta spessa di mortadella (1 etto e 1/2)
  • 100 gr. di taleggio
  • 150 gr di broccoli lessati
  • sale q.b.

Per la purea di broccoli (facoltativa):

  • 500 gr di broccoli lessati
  • olio d’oliva
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO PER LA PREPARAZIONE DEI MUFFIN:

Mettete in una padella un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, aggiungete i broccoli lessati (devono essere molto morbidi), salate e lasciate cuocere giusto il tempo che si insaporiscano un pochino.

20140221_173955 20140221_174044

Tagliate a cubettini la mortadella e il taleggio e mettete da parte.

20140221_174842 20140221_180518

Come per i muffin dolci amalgamate gli ingredienti umidi separatamente da quelli secchi.

In una ciotola sbattete le uova con il latte e l’olio.

20140221_182803 20140221_182840

In un’altra ciotola amalgamate la farina, il lievito e il parmigiano e aggiungete un pizzico di sale.

20140221_182905 20140221_182936

Unite ora il composto con la farina a quello con le uova e amalgamate per bene.

20140221_183034 20140221_183159

Aggiungete poi uno alla volta gli ingredienti mancanti: broccoli, taleggio e mortadella.

20140221_183219 20140221_183316

20140221_183410

Mescolate per bene e disponete il composto in pirottini di carta che disporrete in una teglia per muffin, facendo attenzione a non riempirli per più di 2/3.

20140221_184051 20140221_184637

Cuocete in forno preriscaldato a 180° gradi per 20 minuti (verificate la cottura con uno stecchino!).

Sfornate e servite con una purea di broccoli come accompagnamento.

20140221_191335

Per la preparazione della purea di broccoli, passate al mixer i broccoli lessati emulsionando con un po’ d’olio e se necessario (perchè troppo densa) aggiungendo un pochino d’acqua. Fate scaldare appena prima di servire.

Torta all’arancia con crema al cioccolato

Oggi protagonisti sono gli agrumi, in questo caso le arance.

Sono i frutti invernali per eccellenza … profumati, gustosi e ricchi di vitamine che aiutano le nostre difese immunitarie.

Non so voi, ma io oltre ad utilizzarle per fare litri di spremute, per preparare piatti agrodolci ed insalate sfiziose, non resisto alla tentazione di sperimentarle anche nei dolci, eccovi dunque una prima ricettina a base di arance.

Una torta morbida con una consistenza simile al pan di spagna, che può essere farcita o accompagnata da una crema al cioccolato.

20140110_151753

INGREDIENTI:

  • 6 uova
  • 250 gr di zucchero
  • 150 gr di farina di mandorle (o mandorle pelate tritate finemente)
  • 100 gr di fecola di patate
  • 2 grosse arance
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • 150 gr di cioccolato fondente

PROCEDIMENTO:

Lavate le arance, bucherellate la scorza, cercando di non raggiungere la polpa, e fatele bollire lentamente, coperte dall’acqua, per circa due ore.

20140110_101947

Trascorso questo tempo, scolatele e fatele raffreddare in uno scolapasta, per far perdere loro il liquido in eccesso.

20140110_122114

Una volta fredde, sbucciatele e dividetele in pezzi grossi e frullatele fino ad ottenere una crema.

20140110_131241  20140110_132336

Montate bene le uova con lo zucchero (devono raddoppiare di volume).

20140110_131233  20140110_133250

Aggiungete la purea di arance. La farina di mandorle, la fecola di patate e lo lievito (dopo averli miscelati).

Mescolate dall’alto verso il basso per non smontare il composto, versatelo in uno stampo dal diametro di 24 cm, dopo averlo imburrato e cuocete nel forno caldo, a 180°, per circa 45 minuti.

20140110_134530

Controllate la cottura con uno stecchino.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato

20131222_163559  20131222_163845

Servite la torta spolverizzata con zucchero a velo e con la crema al cioccolato.