Muffin zucca e noci

Dolcetto o scherzetto?!

Naturalmente ….. DOLCETTO! ūüôā e visto che ultimamente a casa mia i muffin vanno alla grande, non potevano certo mancare per questa ricorrenza.

La festa di Halloween ha preso piede anche qui da noi e ottobre √® diventato il mese delle streghe, dei pipistrelli, dei teschi e di tutto quello che ci rimanda a incontri terrificanti e la protagonista assoluta a tavola √®¬†la zucca,¬†che √® appunto l’ingrediente principale di questi muffin, molto semplici da preparare.

Se avete tempo e pazienza¬†si prestano bene¬†per essere decorati con¬†faccine mostruose o ragnatele ….. su internet trovate tanti suggerimenti.

20131029_142109

INGREDIENTI PER circa 15 MUFFIN:

  • 200 g di zucca
  • 300 g di farina 00
  • 200 g di zucchero di canna
  • 100 g di olio
  • 100 g di latte
  • 1 cucchiaio di miele
  • 50 g di noci gi√† pulite
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito
  • 1 pizzico di sale
  • burro q.b.

Preparazione:

Tagliate la zucca a tocchetti piccoli, lavatela bene e mettetela sul fuoco in una padella antiaderente con un bicchiere d’acqua.

20130315_190535

Lasciate cuocere per 15 min. circa facendo attenzione che non attacchi e aggiungendo un po’ di acqua se è necessario, quando la zucca sarà abbastanza ammorbidita ed il liquido man mano sarà del tutto evaporato levate dal fuoco.

Mettete il tutto in un contenitore abbastanza alto e passate al mixer fino a ridurre la zucca in purea.

In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, finchè non diventeranno belle spumose, aggiungete l’olio, il latte, il miele e il pizzico di sale e mescolate per bene.

20131029_131312

Setacciate la farina con lo lievito

20130928_171902

e amalgamatela a poco a poco al composto di uova.

20131029_132021

Unite ora la zucca
20131029_132048
e le noci tritate grossolanamente.
20131029_132220
Mescolate bene e mettete l’impasto ottenuto in stampini per muffin che avrete precedentemente imburrato, riempiendoli per i 2/3 della loro capienza.
20131029_133817
Cuocete in forno preriscaldato a 180¬į per 15/20 minuti.
Toglieteli dallo stampo e fateli raffreddare su di una gratella.
20131029_135814

Bocconcini di pane al sesamo

Ogni tanto capita di aver voglia di invitare gente a casa¬†senza troppo preavviso¬†e ci si pu√≤ trovare inaspettatamente senza una briciola di pane, ma …. niente panico! Se non avete¬†proprio il tempo contato √® sempre possibile salvare la situazione, preparando dei morbidissimi bocconcini di pane al sesamo o dei semplici panini (a seconda dei vostri gusti), che sicuramente lasceranno piacevolmente sorpresi i vostri ospiti, anche per il gradevole profumo di pane che¬†troveranno ad accoglierli¬†¬†ūüôā

20131021_132853

Ingredienti per 10 bocconcini:

  • 150 ml. di acqua
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 270 gr. di farina¬†“0”
  • ¬Ĺ cubetto di lievito di birra fresco
  • latte q.b.
  • 3 cucchiai circa di semi di sesamo

Preparazione:

(tempo di preparazione comprensivo di lievitazione – circa 2 ore)

Versate sulla spianatoia la farina e al centro mettete l’acqua dentro alla quale avrete fatto sciogliere lo lievito, aggiungete lo zucchero e il miele.

Impastate con le mani in modo da incorporare bene gli ingredienti ed infine aggiungete il sale e continuate ad impastare.

Quando la pasta sar√† una palla elastica e soda, lasciatela riposare per 1 ora circa coperta con un canovaccio umido e riparata da correnti d’aria (io la lascio all’interno del forno spento).

20131021_115546

Trascorso questo tempo preparate tante palline tonde (grosse all’incirca come un’albicocca), disponetele su di una teglia ricoperta con carta da forno e spennellatele con un po’ di latte.

20131021_120449

Cospargetele ora con i semi di sesamo e lasciatele ancora lievitare per 40 minuti circa.

20131021_124927

Quando i bocconcini saranno aumentati di volume¬†mettete in forno preriscaldato a¬†180¬į e cuocete per¬†10 minuti¬†in modalit√† forno statico e per altri 10 minuti circa in modalit√† forno ventilato.

Sfornate e servite i panini ancora tiepidi.

20131021_132951

Pollo alla cacciatora

Oggi vi propongo una ricetta per assaporare il pollo in modo diverso, senza rinunciare al gusto.

Non cucino spesso il¬†pollo intero o a pezzi, se non per i miei bimbi (perch√® si sa che la carne bianca √® pi√Ļ magra della rossa e contiene anche meno calorie), ma se¬†trovo un modo per cucinarlo in maniera pi√Ļ sfiziosa ….¬†allora √® un’altra storia ūüôā e l’anonimo polletto assume tutto un altro aspetto ūüôā

E’ un secondo semplice che potete preparare anche il giorno prima.

20131009_191608

Ingredienti:

20131011_104806

  • 1 peperone rosso
  • 100 gr di funghi porcini¬†(io ho usato quelli secchi, ma vanno bene anche congelati o ancor meglio freschi)
  • 4 pomodori
  • 1 cipolla
  • 150 ml di vino bianco
  • erbe aromatiche q.b.
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b. (facoltativo)

Preparazione:

Mettete le cosce in una teglia foderata con carta da forno, cospargendole con un filo d’olio e fatele cuocere a 180¬į per circa mezz’ora.

Nel frattempo preparate il sugo alla cacciatora.

Affettate la cipolla e mettetela in padella con un filo di olio

20131009_171544

Aggiungete il peperone rosso tagliato a cubetti e privato dei semi

20131009_171609

e i pomodori sempre a cubetti.

20131009_172130

Ammollate i funghi secchi nel vino bianco, dopodichè scolateli e aggiungeteli al sughetto.

20131009_172409

Aggiungete le cosce di pollo, salate e aromatizzate a piacere

20131009_172920

Fate cuocere coperto circa mezz’ora, controllando poi che le cosce¬†siano ben cotte.

Se il sughetto si asciugasse troppo durante la cottura aggiungete un po’ di brodo o acqua calda.

Servite le cosce di pollo ben calde e ricoperte con il sugo alla ciacciatora.

P.s.: Io ho utilizzato delle cosce di pollo, ma va benissimo anche un pollo intero tagliato a pezzi.

Muffin alle carote e mandorle

Un dolcino morbido, leggero e genuino……

dei¬†muffin¬†che faccio praticamente ogni fine settimana, perch√® dalla¬†prima volta che li ho preparati mio marito se n’√® innamorato¬†e sono diventati un “must” in casa nostra.

Piacciono proprio a tutti,¬†persino al¬†mio bimbo pi√Ļ piccolo e se serve per fargli mangiare un po’ di verdura …¬† ben vengano i muffin¬†alla carota¬†ūüôā

20130928_185201

INGREDIENTI PER circa 20 MUFFIN:

  • 200 g di carote
  • 300 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 100 g di olio
  • 100 g di latte
  • 50 g di farina di mandorle
  • 20 mandorle intere¬†(facoltative)
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito
  • 1 pizzico di sale
  • burro q.b.

Preparazione:

Sbattete le uova con lo zucchero, finchè non diventeranno belle spumose.

20130928_171651

Aggiungete l’olio, il latte e il pizzico di sale e mescolate per bene.

Setacciate la farina con lo lievito

20130928_171902

e amalgamatela a poco a poco al composto di uova.

20130928_172147

Unite ora le carote che avrete precedentemente grattuggiato
20130928_172207
e la farina di mandorle.
20130928_172323
Mescolate bene, tenendo¬†conto che i muffin non devono mai essere impastati fino a rendere il composto liscio, ma tutt‚Äôaltro, il composto deve restare ‚Äúgranuloso‚ÄĚ quasi come se fosse stato mescolato male.
20130928_172420
Mettete l’impasto ottenuto in stampini per muffin che avrete precedentemente imburrato, riempiendoli per i 2/3 della loro capienza. Guarnite a piacere con le mandorle.
20130928_173713
Cuocete in forno preriscaldato a 180¬į per 20‚Äô.
Toglieteli dallo stampo e fateli raffreddare su di una gratella.
20130928_180225
Sono ottimi per la prima colazione o per una buona e sana merenda.
20130928_185209

Torta di pasta brise√® con pere pecorino e nocciole

Quando ho voglia di preparare qualcosa di diverso, ma non so esattamente cosa, mi blocco davanti al frigo aperto ed inizio a fissarlo, come se da un momento all’altro potesse prender vita e suggerirmi qualcosa ūüôā Questo ovviamente non accade, ma mi √® utile per¬†studiare gli ingredienti a disposizione e andare a¬†scovare in internet qualche idea.

Cos√¨ √® stato questo pomeriggio e il mio navigare mi ha portata a scoprire una ricetta interessante sul blog¬†di:¬†Le ricette di Micol¬†…… ve la ripropongo perch√® √® particolare e soprattutto molto buona.

20131009_193325

Ingredienti:

  • Un rotolo di pasta brise√® gi√† pronto
  • 5¬†pere coscia (quelle piccole)
  • una fetta di¬†pecorino sardo da 200 gr circa
  • 50 gr¬†circa di granella di nocciole
  • parmigiano grattugiato q.b.
Preparazione:
Pelate le pere e tagliatele a fettine sottili
20131009_175755
Tagliate a fettine anche il pecorino.
20131009_180215
Stendete la pasta briseè su di una teglia ricoperta con carta da forno
20131009_175741
Ricopritela con una parte di granella di nocciole
20131009_180550
Mettete ora uno strato di pere a fettine,alternandole alle fette di pecorino.
20131009_180655
20131009_180746
In ultimo cospargete con la granella di nocciole rimasta ed una spolverata di parmigiano grattugiato.
20131009_181700
Cuocete in forno¬†preriscaldato¬†a 180 gradi per 20 minuti¬†coprendo¬† la torta con una carta d’alluminio, poi¬†scopritela e cuocete per altri 20 min.
Servite la torta tiepida.

Filetto al pepe verde

Oggi vi voglio deliziare con un piatto squisito: il filetto al pepe verde.

E’ la ricetta pi√Ļ tradizionale¬†e conosciuta per cucinare il filetto ed √®¬†semplice da preparare, ma come dico sempre per tutte le cose semplici … l’importante e che i prodotti utilizzati siano¬†ottimi e quando si tratta di¬†carne non ho mai dubbi, perch√® so che rivolgendomi al mio macellaio di fiducia L’Argal di Meini Davide, la qualit√† √® garantita.

Qualche curiosità sul filetto:

“Il filetto √® una carne magra e molto tenera che non a caso √® la parte pi√Ļ pregiata e anche pi√Ļ costosa di tale animale. Anche dopo la cottura, mantiene tutta la sua tenerezza.

Si tratta di una porzione¬†anteriore¬†inserita sulla colonna vertebrale, vicino ai reni.¬†Poich√© tale muscolo durante la vita dell’animale non viene quasi mai allenato rimane, nel consumo, particolarmente tenero.

Il filetto √® presente in tutti i quadrupedi ma quello di¬†vitello √® senz’altro il pi√Ļ pregiato.

Non √® solo la tenerezza a determinare il costo del filetto, ma anche il fatto che si tratta di uno dei tagli pi√Ļ piccoli: in ogni bovino adulto non ci sono che pochi kg di filetto dunque si tratta di uno dei tagli pi√Ļ rari.”

Essendo una carne molto magra, si presta bene a ricette un po’ pi√Ļ elaborate come questa che vi vado a proporre.

20131012_133640

INGREDIENTI PER 3 PERSONE:

20131011_105253

  • 2 cucchiai di pepe verde in grani (in salamoia)
  • 2 cucchiai di senape
  • 150 ml di panna
  • 1 bicchierino scarso di brandy
  • 1 grossa noce di burro
  • sale q.b.

20131012_131332

PREPARAZIONE:

Per prima cosa schiacciate con il pestacarne un cucchiaio  di grani di pepe verde sgocciolati dalla salamoia e fateli aderire premendoli sulla superficie delle 3 fette di carne.

20131012_13150320131012_132048

Sciogliete una noce di burro in una padella antiaderente, fate scottare i filetti a fuoco vivace per un paio di minuti per lato e salate moderatamente.

20131012_132230

20131012_132401

Toglieteli dalla padella e conservateli al caldo tra due piatti.

Deglassate il sughetto rimasto con il brandy ….¬†fate evaporare, poi unite la senape, la panna, il pepe verde rimasto e fate¬† addensare leggermente il tutto a fuoco moderato.

20131012_132502

20131012_132738

Mettete i filetti qualche secondo in padella, girandoli da entrambi i lati e lasciateli insaporire con il sughetto.

20131012_132852

Servite i filetti al pepe verde ben caldi e cosparsi della salsa di cottura.

Torta di Ramassin

Sono un po’ in ritardo con la pubblicazione di questa ricetta, infatti le ramassine finiscono la loro stagionalit√† con il termine dell’estate, ma voglio comunque condividerla con voi e se vi piace l’idea magari la prima volta che vedrete queste prugnette vi ricorderete della mia torta e verrete a spulciare tra le mie ricette per sperimentarla.

Qualche curiosità su questo dolce frutto delle mie zone:

Il Ramassin del Saluzzese fa parte del gruppo delle susine cosiddette “Siriache”, originarie della Siria. Il frutto di piccole dimensioni presenta a maturit√† un colore blu violaceo e una volta maturo tende a cadere a terra. Questa caratteristica fa s√¨ che il Ramassin tradizionalmente venga raccolto a terra, solo quanto i frutti hanno raggiunto la piena maturazione, e venga commercializzato senza classi qualitative di grandezza o di peso. Si tramanda che la vendita tradizionale non avvenisse a peso, ma bens√¨ “al palot”, cio√® un tanto per ogni piccola pala di susine. Il frutto, oltre che per le piccole dimensioni, si differenzia dalle comuni susine per la sua dolcezza e per la sua aromaticit√† che lo rendono inconfondibile.

Informazioni tratte dal sito dei prodotti tipici della Provincia di Cuneo

SAM_0266

Ingredienti:

  • 1 kg di susine (ramassin)
  • 2 uova
  • 120 gr. di zucchero di canna
  • 1/2 bicchiere di panna liquida
  • 250 gr. di farina 00
  • 1 bustina di lievito
  • zucchero a velo
  • burro q.b.
Preparazione:
Togliete il picciolo alle prugne, lavatele e sbollentatele velocemente in acqua.
SAM_0241
Attendete che si intiepidiscano, quindi disossatele ed eliminate la buccia.
SAM_0242
SAM_0244
(Se non vi da fastidio la buccia, potete anche evitare di sbollentarle, tagliatele semplicemente a fettine e disponetele a raggiera sulla torta prima di infornarla).
In una terrina sbattete le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un impasto bello spumoso.
SAM_0246
Incorporate quindi, poco per volta la farina e lo lievito sempre continuando a mescolare e la panna (non montata)
SAM_0247
Unite ora 2/3 delle prugne
SAM_0251
Amalgamatele per bene e versate l’impasto ottenuto¬†in uno stampo a cerniera¬†imburrato.
SAM_0253
Guarnite con le prugne rimaste
 SAM_0255
Mettete in forno¬†preriscaldato a¬†180¬į¬†e fate cuocere la torta¬†per 30 min.¬†coperta con¬†una carta d‚Äôalluminio, poi togliete¬†la carta¬†e lasciate ancora cuocere per 15/20 min.
SAM_0262
Sfornate, lasciate raffreddare e spolverizzate a piacere con zucchero a velo.
SAM_0265

Il mio pesto alla genovese “espresso”

Come preparare un buon pesto alla genovese, di sicuro i genovesi lo sanno bene e di questo non voglio prendermi nessun merito, ma visto che mio marito ha amorevolmente coltivato una pianta di basilico, non potevo non rendergli onore mostrando il buon uso che ne ho fatto.

La vera ricetta naturalmente √® quella con il mortaio, ma come premesso nel titolo il mio √® un pesto “espresso” adattato alla vita frenetica di tutti i giorni, quindi evviva il minipimer :-).

Devo dire che il risultato √® comunque pi√Ļ che soddisfacente, persino i miei bimbi (dai gusti difficili) l’hanno gradito.

Prima di mostrarvi la ricetta vorrei spendere giusto due parole su questa profumata pianta

DSC_0026

“Il basilico √® una delle piante aromatiche pi√Ļ usate in cucina per dare sapore ad insalate, sughi, minestre, formaggi, salse, ecc. ed √® anche il principale ingrediente del famoso pesto alla genovese¬†¬†¬†

Ha inoltre propriet√† terapeutiche: stimolanti, antispasmodiche, diuretiche, tonico-digestive, antisettiche e¬†antinfiammatorie.”

Ingredienti:

  • 100 gr di foglie di basilico fresche
  • 40 gr di pinoli
  • 90/100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 20 gr di pecorino sardo
  • 100 gr di olio e.v.o. di qualit√†
  • 1 spicchio d’aglio
  • 6 gr di sale grosso

DSC_0033

Preparazione:

Lavate in acqua fredda le foglie di basilico e mettetele ad asciugare su di un canovaccio.

In una ciotola mettete i pinoli, il sale grosso, l’aglio (senza¬†anima cos√¨ √® pi√Ļ digeribile) e un po’ d’olio.

Frullate ed iniziate ad aggiungere un po’ alla volta il basilico e l’olio.

Aggiungete poi i formaggi grattuggiati e frullate per amalgamere il tutto.

Dovrete ottenere un composto omogeneo.

La lavorazione dev’essere veloce e terminare nel minor tempo possibile per evitare problemi di ossidazione.

DSC_0038

Se non lo utilizzate subito potete conservarlo nel congelatore dividendolo in piccole porzioni (io utilizzo dei vasetti tipo quelli degli omogenizzati) o monoporzioni mettendolo dentro le vaschette per il ghiaccio.
E’ importante lasciarlo scongelare a temperatura ambiente e NON scaldarlo mai, altrimenti diventa amaro.

Biscotti light allo yogurt greco

Oggi √® stata una¬†tipica giornata autunnale¬†di pioggia e frescolino ed √® proprio in queste giornate che mi prende la mania dei biscotti, quindi¬†forno acceso (che va giusto bene per scaldare un pochino l’ambiente) e odore di biscotti fragranti che pervade tutta la casa.

Per non sentirmi troppo in colpa, dopo le solite abbuffate che caratterizzano i miei week and, ho¬†trovato il giusto compromesso … merenda con qualcosa di¬†dolce, ma molto molto leggero ed ecco¬†l’idea di questi¬†biscottini allo yogurt che hanno accompagnato il t√® pomeridiano …..¬†uno spuntino¬†molto “british” ūüôā

Domani saranno ottimi anche per la colazione.

20130607_151855

Ingredienti:

  • 100 gr di yogurt greco
  • 40 gr di burro morbido
  • 120 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 270 gr di farina
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • granella di zucchero q.b.

Preparazione:

Preparate la pasta frolla amalgamando prima il burro con lo zucchero,

20130607_135337

poi aggiungete lo yogurt,

20130607_135450

le farine, l’uovo e infine lo lievito.

20130607_135617

Impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, formate una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente.

20130607_140408

Lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Dopodichè prendete la pasta e stendetela con un mattarello su di un foglio di carta da forno.

20130607_143908

Con delle formine ritagliate dei biscotti.

20130607_144943

Cospargete (a piacere) una parte dei biscotti con la granella di zucchero.

20130607_145656

Cuocete in forno preriscaldato a 170¬į per 10/12 minuti.

20130607_151600

P.s.: Questi biscotti sono zuccherati moderatamente, per chi non riuscisse a rinunciare ad un pochino di zucchero √® sufficiente cospargerli tutti con la granella di zucchero che va a rendere il tutto pi√Ļ dolce, altrimenti se non gradite o non avete la granella baster√† aumentare leggermente le dosi dello zucchero.

Polpette di zucchine e patate

Bello, anzi bellissimo questo mondo di foodblogger, un mondo “nostro”, ma visibile a tutti, che ci accomuna e ci unisce nella nostra grande passione per la cucina e il mangiar bene.

Ci permette di confrontarci, di fare nuove amicizie e perchè no prendere spunti e provare a fare ricette viste qua e là dai nostri vicini di blog e che hanno attirato particolarmente la nostra attenzione.

Cos√¨ √® stato per questa ricetta e¬†ringrazio la mia musa ispiratrice “La Greg” perch√® queste polpette sono davvero ottime ūüôā Ho apportato qualche personale modifica (in base ai miei gusti), ma sono sicura che entrambe le versioni meritino di essere provate.

20130919_195928

Ingredienti per circa 20 polpette:
  • 5¬†zucchine medie
  • 2 patate
  • 100 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3¬†cucchiai di pecorino grattugiato
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • farina q.b.
  • sale q.b.
  • olio per friggere

Preparazione:

Lavate e mondate le zucchine e le patate; grattugiatele con una grattugia a fori medi e mettetele in uno scolapasta.

20130919_183517

Dopo averle salate copritele con un piatto sopra al quale metterete un peso. Lasciatele per almeno mezz’ora in modo che elimino l’acqua di vegetazione.

Trascorso questo tempo, strizzatele e mettetele in una ciotola insieme con la ricotta, l’uovo, i formaggi grattugiati e il pangrattato. Regolate di sale.

20130919_185736

20130919_190131

Mescolate bene gli ingredienti e ricavate dall’impasto delle palline leggermente schiacciate che passerete in un po’ di farina.

Disponete¬†le polpette in una teglia con un filo d’olio e mettete in forno gi√† caldo per 30 min. a 180¬į.

20130919_192046